Stefano Crescentini

doppiatore e direttore del doppiaggio italiano

Stefano Crescentini (1974 – vivente), doppiatore e direttore del doppiaggio italiano.

Citazioni di Stefano CrescentiniModifica

  • Come ogni doppiatore, il mio lavoro si svolge un po’ nell'ombra. Ciò che amo di più è riuscire a ricreare in poco tempo, ciò che un attore ha fatto in carne e ossa in settimane di riprese, avvalendosi anche della mimica facciale. Dar vita alle emozioni che vedete sul grande schermo con un unico strumento, la voce, sembra semplice, ma è davvero complicato.[1]
  • Il mio consiglio è che se davvero questo lavoro piace bisogna dedicarcisi con anima, corpo e soprattutto con molta pazienza, perché la concorrenza è tanta. Se si riesce ad avere un provino bisogna concentrasi soprattutto sulla dizione. Si hanno a disposizione poco più di 30 secondi, ed è quella a risaltare. La seconda cosa su cui lavorare è la recitazione perché in effetti un doppiatore è un attore. Terza e ultima cosa imparate a essere svelti. Purtroppo i tempi sono cambiati e ora si va sempre e solo di corsa. Faccio un esempio, oggi per doppiare Twilight ci si impegna una sola settimana. Dizione-recitazione-sveltezza nel capire ciò che ti chiede il direttore, sono i miei consigli.[1]
  • In questi anni, ci sono tante scuole di doppiaggio e recitazione, ma molte sono specchietti per allodole. Ti chiedono tanti soldi ma non offrono concreti sbocchi professionali.[1]

NoteModifica

  1. a b c Dall'intervista di Vanessa Daviddi Intervista a Stefano Crescentini doppiatore per il cinema e la TV, TeatroDigitale.com, 22 giugno 2018.

DoppiaggioModifica

FilmModifica

Film d'animazioneModifica

Serie televisiveModifica

Serie animate e animeModifica

Altri progettiModifica