Pino Insegno

attore, doppiatore, comico e conduttore televisivo italiano

Pino Insegno (1959 – vivente), attore, doppiatore, regista e conduttore televisivo italiano.

Pino Insegno nel 2008

Citazioni di Pino InsegnoModifica

  • Certe persone cantano una sola estate vincendo un talent ma i grandi del passato sono ancora in pista perché le cose belle non passano di moda, anzi vengono replicate. Il riflusso generazionale è importante ma ditemi un giovane oggi in cosa si riconosce con grande continuità. Tutto passa velocemente, tutto viene consumato frettolosamente.[1]
  • Come ogni traduzione che si rispetti, il doppiaggio veicola il film al pubblico [...]. Non esiste una lobby. Come in ogni cosa, troppa quantità mette a rischio la qualità. Ma c'è sempre la possibilità di vedere l'originale in dvd. E i sottotitoli esprimono una sintesi che molto toglie alla ricchezza del linguaggio.[2]
  • Vedo poche facce teatrali a teatro oggi. Io ho sempre fatto teatro, non l ho mai lasciato, sono 40 anni che lo faccio; non è che dopo aver fatto la televisione abbiamo cercato una verginità teatrale come accade ora. La mia generazione ha cominciato con il teatro, ha fatto successo con il teatro e continua a mietere consensi con il teatro.[1]
  • Voglio continuare ad essere sempre onesto con il mio pubblico ed è per questo che, anche quando il momento è top, io non sono per l’ all in. Faccio poche cose, magari guadagno di meno ma sono sicuro di durare di più. Non mi piace inflazionarmi.[1]

NoteModifica

  1. a b c Dall'intervista di Giovanni Saracino, 58 sfumature di Pino Insegno: l'intervista al comico romano., CorrierediTaranto.it, 29 marzo 2019.
  2. Citato in Arianna Finos, Cassel: "È una mafia il doppiaggio italiano", Repubblica.it, 16 marzo 2016.

DoppiaggioModifica

FilmModifica

Film d'animazioneModifica

Serie animateModifica

Serie TelevisiveModifica

Altri progettiModifica