Cena con delitto - Knives Out

film del 2019 diretto da Rian Johnson

Cena con delitto - Knives Out

Immagine KnivesOutLogo.png.
Titolo originale

Knives Out

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2019
Genere giallo, commedia, thriller
Regia Rian Johnson
Soggetto Rian Johnson
Sceneggiatura Rian Johnson
Produttore Rian Johnson, Ram Bergman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Cena con delitto - Knives Out (Knives Out) film del 2019, con Daniel Craig, Chris Evans e Christopher Plummer, regia di Rian Johnson.

FrasiModifica

  • La mia presenza qui sarà ornamentale. Troverete in me un rispettoso, silente, passivo osservatore della verità.(Benoît)
  • Ma guarda, questa sembra la casa del Cluedo. (Tenente Elliot)
  • Una prova fisica può raccontare una storia chiara con lingua biforcuta. E come si è visto stamattina, tutti sanno mentire. (Benoît)
  • Io non ho paura della morte. Ma Dio Santo, vorrei sistemare un po' di questa roba prima di andare. Chiudere il libro con uno svolazzo. (Harlan)
  • Bada bene, nonno! (Hugh)
  • Un caso strano sin dall'inizio, un caso con un buco lì nel mezzo... una ciambella. (Benoît)
  • Lei spara cazzate. Non mi fido di uno vestito di tweed. (Richard)
  • Perché il dolore è la provvidenza della giovinezza? Non lo so. Però immagino che l'età intensifichi tutti i sentimenti. Incluso il dolore. (Benoît)
  • Oddio, ho l'adrenalina a mille, come se avessi ingoiato delle api. (Marta)
  • Fuori! È stato il più stupido inseguimento di tutti i tempi. (Tenente Elliot)
  • La risposta non è così semplice. Adesso, con la... la totale soluzione nel mio campo visivo, l'arco di questo caso è una tragedia degli errori... Marta, non sarà facile per lei ascoltare... ma qui c'è almeno una persona veramente colpevole dietro a tutto questo. Colpevole nel senso di persona che ha agito con malizia e ha commesso un orrendo crimine con uno scopo egoista. (Benoit)
  • Oh, piantala! Perché non mi lasci in pace? Chiudi quella boccaccia da bifolco! Sembra di sentire il gallo dei Looney Tunes! (Hugh)

DialoghiModifica

  • Richard: Ok... e lui chi cazzo è?
    Tenente Elliott: Lui è Benoit Blanc.
    Richard: Benoit Blanc?
    Tenente Elliott: Si, il signor Blanc è un investigatore privato di grande fama.
  • Benoît: ... e Richard ha forse un'amante?
    Marta: Richard? Un'amante? (Nega con la testa)
    Benoît: Si, un si o un no è sufficiente.
    (Marta vomita per aver mentito) Oh mia cara mi dispiace, credevo parlasse metaforicamente.
  • Benoît: C'è qualcosa che bolle dentro questa pentola. Io lo so e penso che lo sappia anche lei.
    Marta: Quindi continuerà a scavare.
    Benoît: I detective di Harlan, quelli scavano. Loro rovistano, frugano, sono porci da tartufo. Io, invece, anticipo l'epilogo dell'arcobaleno della gravità.
    Marta: Arcobaleno della gravità?
    Benoît: È un romanzo.
    Marta: Si, lo so. Non l'ho mai letto, però.
    Benoît: Nemmeno io. Nessuno l'ha mai letto, ma il titolo mi piace. Descrive la parabola di un missile determinata dalle leggi della natura e voilà: il mio metodo. Io osservo solo i fatti, senza pregiudizi di testa o di cuore. Io stabilisco l'arco che si piega sereno verso l'epilogo e la verità cade ai miei piedi.
  • Benoît: Signore e signori, devo chiedervi di restare tutti qui sul posto finché le indagini non verranno concluse.
    Joni: Posso chiedere perché? È cambiato qualcosa?
    Benoît: No.
    Joni: No, non è cambiato o no, non lo dirà?
  • Agente Elliot: Ehi Bennie, gli vuoi fare tu qualche domanda?
    Hugh: Va bene, che succede? Cosa volete?
    Benoît: Signor Drysdale...
    Hugh: CSI o KFC?
  • Hugh: Marta, io so tre cose. La prima: so che non si può essere suicidato.
    Marta: Perché pensi questo?
    Hugh: Non lo penso. Io lo so. Perché conoscevo mio nonno. Forse io e te siamo gli unici che lo conoscevano, quindi non dirmi cazzate perché, seconda cosa, io so che se menti tu vomiti. Lo so da quando abbiamo giocato a quel gioco di Mafia. E, terza cosa, so che hai appena mangiato un bel piatto di fagioli e salsiccia... perciò guardami negli occhi e dimmi cos'è veramente successo a mio nonno.
    Marta: Sei uno stronzo.
  • Marta: Oh, Dio. Lei è un po' scarso come detective, non crede?
    Benoît: Be', ad essere onesti... anche lei è un po' scarsa come omicida.
  • Benoît: Scusate un momento! Non siete stati affatto buoni con lei! L'avete trattata tutti come una merda per rubarle quella fortuna che avete perso e che lei, invece, merita. Siete un branco di avvoltoi davanti a un banchetto! Coltelli in mano e becchi insanguinati per... Nessuno vi salverà. Stavolta no. La signora Cabrera ha deciso, definitivamente, di non rinunciare all'eredità.
    Walt: Cosa?
    Marta: Cosa?
    Benoît: Oltre a ciò vedrò di adoperarmi personalmente con le autorità locali perché la modalità del decesso nel caso di Harlan Trombey sia archiviata come suicidio! Il caso è chiuso!
  • Marta: Io l'ho detto a Renson, Renson lo ha detto a lei e ora glielo dico io anche. È chiaro, è indubbiamente un fatto che io abbia ucciso Harlan.
    Benoît: Si, lei lo ha detto, lui lo ha detto, tutti lo hanno detto, ma ma... In macchina prima le ho detto del buco nella ciambella... e quello che lei e Harlan avete fatto in quella notte fatale sembra, al primo sguardo, riempire quel buco alla perfezione. Un buco da ciambella nel buco della ciambella. Ma dobbiamo osservare più da vicino... e quando osserviamo vediamo che il buco da ciambella ha a sua volta un buco al centro. E non è un buco da ciambella, ma una ciambella più piccola con un suo proprio buco e la nostra ciambella non si è riempita affatto.
  • Marta: Questa famiglia... Dovrei dare una mano, vero?
    Benoît: Lei sa bene come la penso. Ma ho il presentimento che seguirà il suo cuore.

Altri progettiModifica