Apri il menu principale

I poliziotti di riserva

film del 2010 diretto da Adam McKay

I poliziotti di riserva

Immagine Mark Wahlberg Will Ferrell San Diego Comic Con 2010.jpg.
Titolo originale

The Other Guys

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2010
Genere azione, commedia
Regia Adam McKay
Soggetto Adam McKay, Chris Henchy
Sceneggiatura Chris Henchy
Produttore Jimmy Miller, Will Ferrell
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

I poliziotti di riserva, film del 2010 con Will Ferrell e Mark Wahlberg, regia di Adam McKay.

IncipitModifica

Nella città di New York c'è una linea sottile tra la legge e il caos. Danson e Highsmith vivono sempre su quella linea. (Voce narrante)

FrasiModifica

  • Danson e Highsmith sparano, guidano e fanno sesso con stile, sono delle rockstar. E poi ci sono gli spiritosi, rompiballe [Martin e Fosse], i veterani... [il capitano Mauch] e loro due. [Terry e Allen] (Voce narrante)
  • Mio padre mi ha insegnato che un uomo che parla male alle spalle di un altro è un codardo. (Terry Hoitz)
  • Guardate, io faccio due lavori: lavoro qui e lavoro da Bed, Bath & Beyond, okay? Lo faccio solo per mandare mio figlio all'università così potrà esplorare la sua bisessualità e diventare DJ. L'ultima cosa che di cui ho bisogno è una perizia balistica in questo ufficio. Vi chiedo una cosa, ragazzi, dal profondo del mio cuore... Sveglia, pensate prima di agire! (Capitano Mauch)
  • Io ne ho piene le palle! Non potete tenermi ingabbiato in questo ufficio! Io sono un pavone, dovete lasciarmi volare!! (Terry Hoitz)
  • Dritti ai cespugli! (Danson) [ultime parole]
  • Tutti si chiedono ancora perché Danson e Highsmith saltarono da quell'edificio. Forse fu una questione di orgoglio dopo aver sfiorato così spesso la morte. Forse li spinse il loro ego, non saprei dirvelo. Ma fu una cosa assurda. In ogni caso a New York si era creato un buco che doveva essere tappato. (Voce narrante)
  • Sembra che Scarface ti abbia starnutito sulla macchina! (Martin) [sulla Prius di Allen ricoperta di cocaina]
  • Sta attento a come ti muovi... Ci sono tre cose che amo al mondo: Kylie Minogue, le piccole fossette sopra le chiappe delle donne e lo sguardo vitreo di chi sa che sto per pestarlo! (Roger Wesley) [rivolto a Terry]
  • Ieri mi sono sbronzato di brutto, ho scambiato un tubetto di dentifricio per il cibo degli astronauti! (Allen Gamble)
  • Gator deve riavere la sua arma, brutto pezzo di merda!!! (Allen Gamble) [rivolto al capitano Mauch]
  • Se continua a scappare da quello che succede nel mondo, un giorno il mondo verrà a bussare alla sua porta. (Terry Hoitz)
  • Giornata importante, topica. Ci sarà la luna piena che un po' eccita, d'accordo? Vediamo cosa c'è tra le chicche del mese: oh oh, i tappetini da bagno! E un'altra cosa: c'è uno stupratore seriale a Crown Heights, io... Scusatemi, mi sono confuso con l'altro lavoro. Ignorate quello che ho detto. Cioè, non lo ignorate! Se abitate a Crown Heights, occhio. (Capitano Mauch) [mentre lavora al Bed, Bath & Beyond]
  • Vi do qualche dritta per non finire in carcere. Uno: fate qualsiasi cosa per non essere neri o ispanici. (Fosse)

DialoghiModifica

  • Giornalista: Pete Grayson, New York Server Online, i sospettati avevano solo centotredici grammi di marijuana, un reato minore in alcuni stati. Il gioco è valso la candela visto che avete procurato dodici milioni di danni?
    Highsmith: Questa è una domanda da rivolgere direttamente alla nostra New York, la città più fantastica della Terra! [la folla esulta e applaude]
  • Danson: Ragazzi, vorrei dire una cosa... Riguarda un uomo che è venuto dall'Austria con una grande ambizione. Io...
    Martin: Arnold Schwarzenegger!
    Danson: Lasciami finire! ...È diventato un campione e un divo di Hollywood.
    Fosse: Arnold Schwarzenegger!
    Danson: Porca puttana, lasciami..! Mi hanno rovinato il discorso, me l'hanno rovinato.
    Highsmith: No, dai...
    Danson: Il punto è che noi non avremo successo se non fosse per voi che producete scartoffie e fate tutte quelle stronzate che noi odiamo.
    Highsmith: Tutte le sparatorie, tutti gli inseguimenti, tutto il sesso che noi non vogliamo fare ma che purtroppo facciamo è tutto frutto del vostro grande lavoro. Grazie.
    Allen Gamble: Sempre al vostro servizio!
    Highsmith: Ehi, ehi, ehi!! Chi te l'ha chiesto?! Chiudi quella bocca, se voglio sentirti ti ficco il braccio su per lo sfintere e ti muovo la bocca come un pupazzo, hai capito? Hai capito?!?
  • Terry Hoitz: Io non ti reggo! Tu sei finto, secondo me. Il rumore del tuo piscio nell'urinatoio è quello di una femmina! Nella preistoria... Ti avrei attaccato! Anche se tu non fossi nella mia catena alimentare metterei delle trappole per toglierti dal mondo! Se io fossi un leone e tu fossi un tonno, nuoterei in mezzo all'oceano e verrei ad azzannarti!!! E poi mi scoperei la tua moglie-tonno!
    Allen Gamble: Okay. Innanzitutto, un leone... Che nuota nell'oceano? I leoni odiano l'acqua! Se avessi ambientato il tutto nei pressi di un fiume o di una sorgente ci potrebbe stare, ma stai nuotando nell'oceano, con onde di sei metri, immagino al largo del Sudafrica. E se ti trovassi ad affrontare un tonno adulto di trecento chili insieme a una trentina di amici? Avresti la peggio. Avresti la peggio nove volte su dieci! E indovina un po'? Sei andato a finire nel nostro branco di tonni e adesso abbiamo assaporato la carne di leone, ci siamo consultati, abbiamo comunicato e ci siamo detti: "Ragazzi, il leone è squisito! Andiamo a cercare un po' di leoni!" Abbiamo sviluppato un sistema con una testa di sbarco organizzata per stanare te e la tua famiglia! E costringeremo all'angolo il tuo branco, le tue femmine, i tuoi cuccioli...
    Terry Hoitz: Ah sì, e come farete?
    Allen Gamble: Costruiremo una serie di sacche per la respirazione con il kelp e ricaveremo una quantità x di ossigeno. Non resisteremo tantissimo, ma un'ora, un'ora e tre quarti? Non sarà un problema! Questo ci darà il tempo di scoprire dove vivete, tornare in mare, recuperare altro ossigeno e darvi la caccia! Sei stato sconfitto allo stesso giochetto in cui mi volevi intrappolare! È andata come te l'aspettavi? No. [di tutta risposta Terry gli rovescia addosso il suo caffé] Aaargh! No! Nooo! Argh!
  • Terry Hoitz: Che diavolo è questa?
    Allen Gamble: È la mia macchina. È una Prius.
    Terry Hoitz: È come se stessimo girando con una vagina.
  • Capitano Mauch: Okay, Allen, consegnami la pistola.
    Allen Gamble: Sissignore...
    Terry Hoitz: Capitano, se vuole disarmarlo davvero gli tolga le batterie dalla calcolatrice.
  • Agente hazmat: Be', eccola qui... L'hanno lasciata tutta la notte sotto un cavalcavia.
    Terry Hoitz: Trovato niente?
    Agente hazmat: Sì, un sacco di roba, direi. Dai fluidi corporei e dai campioni di peli abbiamo stabilito che un gruppo di vecchi barboni l'ha usata per un'orgia.
    Allen Gamble [Disgustato]: Ossignore!
    Agente hazmat: Già. Sapete come si chiama questa cosa? Una serata di "pene-ficienza". Sgradevole, vero? Qualche ora dopo è entrata anche una femmina di procione e ha partorito i suoi piccoli, la placenta ha imbrattato il finestrino posteriore.
    Allen Gamble: Ossignore...
    Agente hazmat: E come ciliegina un buon tampone si è infilato dentro e ha fatto una cagata trionfale sul sedile del conducente. Era sicuro che sia della polizia, perché questo è il classico "stronzo per dispetto".
    Allen Gamble: E voi avete stabilito tutto questo da campioni di fluidi e peli?
    Agente hazmat: Certo.
    Terry Hoitz: Che mi dici delle impronte? Trovato delle impronte?
    Agente hazmat: No, no. Neanche una.
    Investigatore: Trovato un cellulare.
    Allen Gamble: Sì, quello è il mio...
    Terry Hoitz: Segni di colluttazione? Bossoli?
    Agente hazmat: No. Dammi retta, chiunque si sia trovato in quell'orgia era più che consenziente. Anzi, vi ha lasciato un ricordino: "Grazie per l'orgia interculer, con affetto, Mike il Porco Felice". Ecco che abbiamo trovato all'interno: dozzine di gratta e vinci ancora intatti, neanche un impronta, niente. Dagli un'occhiata. Sì, è un vero peccato ragazzi, anch'io ho una Prius, è una gran macchina.
    Allen Gamble: È la mia prima macchina nuova... Mai avuto un'auto nuova...
    Agente hazmat: C'era la vagina di un cervo.
    Allen Gamble: Urgh... Cosa??
    Agente hazmat: Sembravano labbra umane, ma dopo un esame più attento abbiamo capito che era vagina di cervo.
  • Allen Gamble: Si fermi, la dichiaro in arresto, okay?
    David Ershon: Cosa?!
    Allen Gamble: Hai il diritto di rimanere in silenzio, qualsiasi cosa tu dica o faccia potrebbe essere usata, ehm... Ehi, usata come?
    Terry Hoitz: Come un salvagente.
    Allen Gamble: Esatto, come un salvagente. Sai una cosa? È davvero divertente, non ho mai detto i diritti a nessuno prima d'ora.
    Terry Hoitz: Ma va?
    David Ershon: Ma voi due siete veri o siamo su Scherzi a parte?
  • Allen Gamble: Se dobbiamo lavorare insieme ci sono delle questioni da chiarire: hai detto che ho il mento da codardo, che faccio pipì come una femmina... Come dovrei sentirmi, hai una lista di cose che odi di me, devi averci riflettuto e parecchio!
    Terry Hoitz: Hai ragione. Okay, allora ricominciamo. Da zero.
    Allen Gamble: Ci sto. [si stringono la mano] Da zero. Potremmo definirci "gli agenti 002" dal momento che dobbiamo ricominciare da due zeri! [Terry gli sorride] Carina?
    Terry Hoitz: ...Ricominciamo un altra volta, volevo spaccarti la faccia!
  • Allen Gamble: È arrabbiato con noi, Jim?
    Capitano Mauch: Primo non chiamarmi "Jim", sono il tuo capitano. Ragazzi, vi avevo raccomandato di tenere gli occhi aperti, no?
    Allen Gamble: Certo.
    Capitano Mauch: Ebbene, che avete fatto? Su, che avete fatto?
    Allen Gamble: L'opposto, non gli abbiamo aperti, capitano Jim.
    Capitano Mauch: Solo capitano. Solo "capitano", non "capitano Jim", non sono un marinaio e neanche un eroe dei fumetti!
  • [Dopo aver evitato per poco una bomba detonata da Wesley]
    Allen Gamble: Oh mio dio!!! Non sento più! Non ci sento, non ci vedo! Ho le mani piene di vesciche di sangue!! Oh mio dio del cielo, che cannonata, come fanno gli attori a sopravvivere a un'esplosione senza battere ciglio, non è possibile! È veramente una cazzata! È quando il Millennium Falcon si allontana dalla Morte Nera e poi avviene l'esplosione, anche quello è una cazzata!
    Terry Hoitz: Non parlare male di Guerre Stellari, era tutto veritiero!!
  • Allen Gamble: Io mi sono rotto, va bene? Sono stanco di esplosioni e pistole puntate, voglio tornare alla mia scrivania!
    Terry Hoitz: Sai, a volte la vita fa un casino infernale e ti tormenta le orecchie! E non è onesto evitarlo nascondendoti dietro una scrivania.
    Allen Gamble: È onestissimo, invece! Sono anni che lo faccio, non c'è nessuna esplosione alla mia scrivania! Non ci sono esplosioni dove abito con la mia comunissima moglie nella mia comunissima casa!
    Terry Hoitz: Allen, di che hai paura? Sono il tuo partner, dimmelo, da che cosa ti stai nascondendo?
    Allen Gamble: Ero al secondo anno di università, mi segui? Quell'anno il rettore aveva deciso di aumentare i costi... A una mia amica, Brenda, venne in mente un piano nel tentativo di guadagnare e continuare a pagare la retta. Così usciva coi ragazzi e si faceva pagare. Cioè, voleva assicurarsi che filasse tutto liscio, che i ragazzi la pagassero... Avevo anche una percentuale.
    Terry Hoitz: Non mi dire, facevi il pappone?!
    Allen Gamble: Cosa? Che stai dicendo? No, stavo aiutando un'amica! Cominciammo a fare un sacco di soldi e com'era prevedibile molte amiche di Brenda decisero di mettersi con noi. Così mi ritrovai a proteggere quattordici ragazze che mi versavano una quota.
    Terry Hoitz: Cioè una scuderia di puttane.
    Allen Gamble: Decisi di non usare il mio vero nome... E così optai per "Gator".
    Terry Hoitz: Lo vedi che eri un pappone?
    Allen Gamble: No! Ma stai ascoltando la storia? Comunque un giorno mi sveglio, mi guardo allo specchio e vedo una cosa che non mi piace: in pratica avevo perso il controllo senza capire che cosa mi stesse succedendo.
    Terry Hoitz: Non avevi la stoffa del vero pappone.
    Allen Gamble: Una sera due delle mie ragazze preferite, Candy e Joline, capirono la situazione e mi scaricarono al pronto soccorso. Lì conobbi Sheila, stavo di merda e... Insomma, promisi a me stesso e a lei che non avrei mai più perso in controllo della mia vita... Così una volta laureato mi impiegai come contabile del dipartimento di polizia. Il lavoro più stabile che potessi immaginare... Il contabile delle forze dell'ordine. Non voglio più sentirmi fuori controllo come in quella occasione.
    Terry Hoitz: Tranquillo, ti copro le spalle. E adesso affrontiamo Ershon e vediamo se cede, sono stanco di andare in punta di piedi!
    Allen Gamble: Va bene.
  • Sheila Gamble: Allen, aspetto un figlio!
    Allen Gamble: Ho capito... Di chi è!? [Sheila ansima esterrefatta] Chi è l'uomo che ti ha fregato?!? Le puttane di Gator devono usare il guanto!!!
  • Mike il Porco Felice: Come andiamo, gente? Noi stiamo andando a fare una bella orgietta in quella Prius rossa, se volete raggiungerci...
    Allen Gamble: Non dovete neanche guardarla la Prius, okay?
    Mike il Porco Felice: Ecco di che stiamo parlando, stiamo parlando di un gruppo di barboni che si infilano le dita nel culo a manetta nell'auto di uno sconosciuto dove c'è la radio che spara stronzate, goduria garantita!
    Allen Gamble: Non intendiamo partecipare all'evento, non ci interessa.
    Mike il Porco Felice: Okay, te la rigiro: abbiamo una scatola di mostarda e abbiamo un barboncino, entreremo là e metteremo qualche pisello in qualche culetto!
    Allen Gamble: Ehi, tu non sei Mike il "Porco Felice"?
    Mike il Porco Felice: Come sai chi sono?
    Allen Gamble: Hai lasciato un foglio in quella macchina.
    Terry Hoitz [tira fuori il distintivo]: Polizia, testa di cazzo!
    Mike il Porco Felice: È uno sbirro, filiamo, via! [scappano] Forza ciurmaglia, sono sbirri! Pulitevi il pisello sulla macchina prima di scappare!
    Allen Gamble: Hai trasformato la mia Prius rossa in un bordello!
    Mike il Porco Felice [in lontananza]: Faremo ancora sesso nella tua macchina, succederà di nuovo!
  • [Terry distrugge furiosamente il suo computer]
    Allen Gamble: Che diavolo fai?!
    Terry Hoitz: Abbiamo consegnato tutte le nostre prove all'avvocato del cattivo!
    Allen Gamble [con la voce di Gator]: Ehi, spaccamontagne, ehi! Ce l'ho con te!
    Terry Hoitz: Cosa?
    Allen Gamble: La mattina ti infili i pantaloni da spaccamontagne!! Guarda che bella cinta, è da spaccamontagne anche quella?!?
    Terry Hoitz: No!
    Allen Gamble: Infili il giacchetto e al lavoro! Ti senti figo col pantalone da spaccamontagne?! Col pantalone da spaccamontagne e uno snack?!? Anch'io so parlare ad alta voce!! Anch'io riesco a gesticolare!!!
    Terry Hoitz: Calma!
    Allen Gamble: Noi-non-facciamo-così!!!
    Terry Hoitz: Me la sto facendo sotto dalla paura, smettila!
    Allen Gamble: È il modo di relazionarsi? In una democrazia?!
    Terry Hoitz: Allen, che ti prende?
    Allen Gamble [normale]: È che sono stufo di te che ti incavoli e che gridi continuamente. Così esaurisci... Mi sembra di stare con Hulk!
  • Capitano Mauch: Ehi, ragazzi... Che Danson e Highsmith fossero scarsi lo sapevate?
    Terry Hoitz: In un certo senso lo sapevamo ma è un peccato. Chi altri può diventare un eroe?
    Capitano Mauch: Non per essere sdolcinato... Ma potreste essere voi.
  • Allen Gamble: Dove andiamo? Dove andiamo??
    David Ershon: I-Io avrei un appartamentino, non lo sa nessuno. Lo uso sopratutto per i miei genitori e per le prostitute. Non contemporaneamente, sarebbe un errore!
  • Terry Hoitz: Dall'inizio con tutti i dettagli.
    David Ershon: Il segreto per raccontare una storia è iniziare dalla fine, con pochi tratti e poi tornare al principio e periodicamente andare alla fine, magari fornendo i diversi punti di vista dei personaggi, così dai un tocco di dinamismo alla tua storia, sennò diventa una noia...
    Allen Gamble: Ha finito coi preamboli?
    David Ershon: Ho fatto degli investimenti sbagliati e i miei clienti rivogliono i soldi.
  • Capitano Mauch [circondano Wesley]: Polizia! Non vi muovete! Gettate le armi! Armi a terra!
    Martin: Oppure ci finirà il tuo culetto!
    Fosse: Spero che ti piaccia il cibo del carcere oltre al pisello!

ExplicitModifica

Siamo sinceri, ognuno di noi vuole essere una superstar e un vincente. Ma quelli che fanno il lavoro di tutti i giorni, quelli che mandano avanti un ufficio, quelli... Non li vedrete mai in televisione o in prima pagina. Sto parlando di quelli che fanno un lavoro di routine e che sgobbano. Andiamo, lo sapete di chi parlo, di quelli di riserva. (Voce narrante)

Altri progettiModifica