Giuseppe Conte

avvocato, giurista, politico e accademico italiano

Giuseppe Conte (1964 – vivente), politico e giurista italiano.

Giuseppe Conte

Citazioni di Giuseppe ConteModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [Dopo aver ricevuto l'incarico di formare il Governo.] Sono professore e avvocato, nel corso della mia vita ho perorato le cause di tante persone e mi accingo ora a difendere gli interessi di tutti gli italiani, in tutte le sedi, europee e internazionali, dialogando con le istituzioni europee e con i rappresentanti di altri Paesi. Mi propongo di essere l'avvocato difensore del popolo italiano, sono disponibile a farlo senza risparmiarmi, con il massimo impegno e la massima responsabilità.[1]
  • [Dopo aver ricevuto la fiducia al Senato per formare il Governo] Un mese fa non ci avrei mai creduto.[2]
  • Le forze della maggioranza hanno sottoscritto un contratto che costituisce un rafforzamento dell'autonomia del presidente del Consiglio. Mi assumo la responsabilità di indirizzare la politica di questo esecutivo.[3]
  • [Sulla riforma delle regole di Dublino] Pensiamo a un approccio con i paesi di transito in primis che consenta alle persone di evitare di prendere rischi sconsiderati.[4]
  • [Dopo che il Ministro dell'interno Matteo Salvini ha dichiarato di voler procedere con un censimento della popolazione rom residente in Italia, aggiungendo che "i rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa"] Qui nessuno ha in mente di fare schedature o censimenti su base etnica, che sarebbero peraltro incostituzionali in quanto palesemente discriminatori. Il nostro obiettivo [del Governo Conte] è individuare e contrastare tutte le situazioni di illegalità e di degrado ovunque si verifichino, in modo da tutelare la sicurezza di tutti i cittadini.[5]
  • [Gaffe confondendo il suo incarico] Io come presidente della Repubblica sono il garante della coesione nazionale.[6]
  • Siamo - dovremmo essere - innanzitutto un popolo, il popolo europeo. Il progressivo avanzamento nel percorso di integrazione ci ha reso realmente popolo, comunità di destino, al di là di ogni finctio giuridica? [...] Abbiamo sempre più integrato i nostri sistemi economici, i nostri modelli educativi, le nostre legislazioni sociali, cedendo spazi di sovranità e trasferendo competenze via via sempre più importanti dagli Stati all'Unione.[7]
  • L'Italia ha un programma di ripresa incredibile. C'è tanto entusiasmo e tanta fiducia da parte dei cittadini e c'è tanta determinazione da parte del governo. Ci sono tutte le premesse per un bellissimo 2019 e per gli anni a venire.[8]
  • [Sull'offensiva turca nella Siria nordorientale del 2019] La Nato è stata informata dalle autorità turche delle operazioni nel nord est della Siria. È importante evitare azioni che destabilizzino la regione, aumentino la tensione e possano causare ulteriori sofferenze umane. Spero che l'azione della Turchia sia proporzionata e misurata per non indebolire la lotta comune all'Isis.[9]
  • [Sull'offensiva turca nella Siria nordorientale del 2019] Seguo con apprensione gli ultimi eventi nel Nord-Est della Siria. Esortiamo la Turchia a desistere subito dall'iniziativa militare unilaterale che può nuocere alla stabilità regionale e compromettere la lotta a Daesh. Va scongiurato il rischio di altre sofferenze alla popolazione.[10]
  • Personalmente al Consiglio Ue difenderò con massima convinzione la posizione dell'Italia a favore dell'apertura dei negoziati [di adesione all'Unione Europea dell'Albania], strumento migliore per garantire lo sviluppo dell'Albania e per l'interesse dell'Italia e dell'Ue.[11]
  • [In merito ai provvedimenti presi per la pandemia COVID-19] Siamo ben consapevoli di quanto sia difficile cambiare tutte le nostre abitudini. Ma non abbiamo più tempo: c'è una crescita importante dei contagi e delle persone decedute. Quindi dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell'Italia e lo dobbiamo fare subito.[12]
  • [In merito ai provvedimenti presi per la pandemia COVID-19] Ho fatto un patto con la mia coscienza, al primo posto c'è la salute degli italiani.[13]
  • [In merito ai provvedimenti presi per la pandemia COVID-19] Se i numeri dovessero continuare a crescere, cosa nient'affatto improbabile non significa che dovremo affrettarci a varare nuove misure. Non dovremo fare una corsa cieca verso il baratro. Dovremo essere lucidi e responsabili. [...] Restiamo distanti oggi per abbracciarci domani.[13]
  • [Indirizzando un messaggio al G20.] L'imperativo deve essere garantire l'accesso alla diagnosi, alle terapie, e ai vaccini a tutta la comunità mondiale: per l'Italia sono beni pubblici globali, diritto di tutti e non privilegio di pochi.[14]
  • [Riguardo l'approvazione della riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità] La cosa importante è che ieri c'è stato questo passaggio parlamentare che ha sancito la coesione delle forze di maggioranza, un passaggio che dà un chiaro mandato all'Italia a partecipare ai lavori del Consiglio europeo per completare questa riforma del Mes.[15]

Dalle Comunicazioni al Senato, 20 agosto 2019

Citato in Comunicazioni del Presidente Conte al Senato, Governo.it, 20 agosto 2019.Video disponibile su Youtube.com

  • Quando una forza politica si concentra solo su interessi di parte, non tradisce solo la vocazione più nobile della politica, ma finisce per compromettere interesse nazionale. Quando si assumono così rilevanti incarichi istituzionali, peraltro sottoscrivendo un contratto e dando avvio al governo del cambiamento, bisogna essere consapevoli che si assumano specifici doveri e responsabilità nei confronti dei cittadini e dello stato che non possono essere accantonati. Far votare i cittadini è l'essenza della democrazia, sollecitarli a votare ogni anno è irresponsabile.
  • Le scelte compiute, i comportamenti adottati in questi ultimi giorni dal Ministro dell'Interno, rivelano scarsa sensibilità istituzionale e grave carenza di cultura costituzionale, perché aprire la crisi in pieno agosto, quando ormai da molte settimane l'esito delle elezioni europee era chiaro e l'insofferenza per la prosecuzione dell'esperienza di governo giudicata limitativa per le ambizioni di chi ha chiesto pieni poteri, la scelta di rinviare fino a oggi la comunicazione di una scelta assunta da tempo, è un gesto di grave imprudenza istituzionale irriguardoso nei confronti del parlamento e suscettibile di precipitare il Paese in una spirale pericolosa di incertezza politica e instabilità finanziaria. La decisione è stata annunziata subito dopo aver incassato l'approvazione con la fiducia del decreto sicurezza bis con una coincidenza temporale che suggerisce opportunismo politico. Palesemente contraddittorio appare infine il comportamento di una forza politica che, pur dopo aver presentato al parlamento una mozione di sfiducia, non ritiri i propri ministri. È difficile oggettivamente direi che è difficile conciliare la presentazione e il mantenimento di una mozione di sfiducia con la permanenza in carica dei propri ministri.
  • [Rivolto a Matteo Salvini] In molte occasioni hai invaso le competenze degli altri ministri creando sovrapposizioni e interferenze che hanno finito per minare l'efficacia dell'azione. Hai criticato pubblicamente l'operato di singoli ministri, incrinando la compattezza della squadra di governo, quando io stesso ti avevo pregato, all'indomani delle elezioni europee, di riferirmi direttamente e riservatamente qualsiasi osservazione in ordine alla composizione della squadra. La cultura delle regole, il rispetto delle istituzioni non si improvvisano ma sono qualità fondamentali per aspirare al ruolo di Ministro dell'Interno e Presidente del Consiglio, cercando soluzioni credibili senza sollecitare le reazioni dei cittadini.
  • [Rivolto a Matteo Salvini] Chi ha compiti di responsabilità dovrebbe evitare, durante i comizi, di accostare agli slogan politici i simboli religiosi. Questi comportamenti non hanno nulla a che vedere con il principio di libertà di coscienza religiosa, piuttosto sono episodi di incoscienza religiosa che rischiano di offendere il sentimento dei credenti e, nello stesso tempo, di oscurare il principio di laicità, tratto fondamentale dello Stato moderno.

Citazioni su Giuseppe ConteModifica

  • Conte è un disperato, un trovatello, è uno che abbiamo ritenuto indispensabile ma ci saranno almeno 20.000 italiani che hanno le caratteristiche di Conte: bravi avvocati, con il fazzolettino bianco, di buon taglio Lubiam, adatti a fare il maître d'albergo che è la cosa che può fare meglio Conte e infatti suo suocero ha un albergo ed è un evasore fiscale da 2 milioni [di euro] che dovrebbe essere in galera secondo la legge che ha in mente lui [Conte]. Quindi non c'è niente che funziona nella vicenda umana e politica di Conte: non c'è storia, non c'è partito, non c'è credibilità; niente, è una finzione, carino, gradevole, è una maschera, un portavoce, un nulla. D'altra parte questo governo ha il padre di Di Maio indagato, i genitori di Renzi condannati, condannato il suocero di Conte con un patteggiamento e, ripeto, un'inchiesta seppure per presunto stupro ma con avviso di garanzia per [il figlio di] Grillo. (Vittorio Sgarbi)[16][17]
  • Oltre la pochette non c'è nulla, nel senso che le sue decisioni sono totalmente prive di ogni dignità umana, sono incostituzionali - come ha decretato il Tribunale di Roma - spero che venga condannato all'ergastolo per quello che ha fatto contro gli italiani e credo che non meriti nessuna pietà, se ci fosse la tortura meriterebbe anche di essere torturato. Per il resto, per quello che io penso, lui è una cripto-checca totale, l'elemento checchesco in lui è l'elemento prevalente, e infatti fa coppia perfetta con Casalino, con la velina Casalina. (Vittorio Sgarbi)[18]
  • È uomo di apparato e di potere. (Massimo Cacciari)
  • È doveroso dare un'apertura di credito a un presidente del Consiglio e nel caso, a Giuseppe Conte. (Valter Mainetti)
  • Giuseppe Conte è l'unico premier possibile in questo momento. Chi vuol fare i conti con lui deve aspettare un attimo, come si suol dire deve trattenere l'orgasmo. (Pier Luigi Bersani)
  • [Nel 2018] Il professore si è fatto aiutare dalle citazioni, l'avvocato ha fatto la relazione sul contratto, il politico ha guadagnato qualche punto nella replica. Ma è evidente che con Giuseppe Conte, il 65° governo della Repubblica cambia registro rispetto alle stagioni dei presidenti del consiglio leader unti dal popolo. (Norma Rangeri)
  • L'avvocato del popolo, in due giri di governo, ci ha mostrato che siamo una democrazia con gli anticorpi per affrontare l'uomo forte, ma non sappiamo come reagire se al comando ci va l'uomo debole, tantomeno se poi non lo è. (Michela Murgia)
  • [Nel febbraio 2019] Mi domando per quanto tempo ancora lei sarà il burattino mosso da Matteo Salvini e da Luigi Di Maio. (Guy Verhofstadt)
  • [Rispondendo alla domanda: "Chi è Conte?"] Vedovo di se stesso, una condizione molto infelice perché non si riacchiappa più. Diversa è la storia del Movimento 5 Stelle; la nostra storia è la nostra identità, chi cerca di entrare nei 5 stelle la deve ripassare: dal "vaffa" al governo al governismo, a destra o a sinistra purché si acchiappino poltrone di governo e Conte impersona questo trasformismo dei 5 Stelle, per cui non si sa domani dove sarà, che cosa farà, che cosa penserà. Intanto, risulta essere stato abbastanza modesto come Presidente del Consiglio, sia prima che dopo, e soprattutto nella gestione della pandemia che ci ha regalato una seconda ondata e per fortuna che è stato fermato, sennò ci regalava anche la terza con la strage dei vecchietti che non venivano neanche vaccinati. (Claudio Martelli)[19]

NoteModifica

  1. Citato in Alberto Custodero, Conte è il premier incaricato per il governo M5s-Lega: "Sarò l'avvocato difensore degli italiani", Repubblica.it, 23 maggio 2018.
  2. Citato in Conte ottiene la fiducia al senato?, Euronews.it, 5 giugno 2018.
  3. Citato in Governo, Conte: "Scarsa autonomia rispetto a Salvini e Di Maio? Sono io che indirizzo la politica dell'esecutivo", Ilfattoquotidiano.it, 10 giugno 2018.
  4. Citato in Conte e Macron: "Soluzione europea al tema migranti", Tpi.it, 15 giugno 2018.
  5. Citato in Salvini: "Sul censimento dei rom non mollo". Poi cambia idea: "Non è una priorità", Repubblica.it, 19 giugno 2018.
  6. Da un colloquio con i giornalisti a Potenza dell'11 febbraio 2019; citato in Giuseppe Conte si è confuso sul suo incarico, Il Post.it, 11 febbraio 2019.
  7. Dal discorso tenuto al parlamento europeo di Strasburgo, 12 febbraio 2019 Video disponibile su Youtube.com (min 3:44-4:56).
  8. Da un'intervista al programma televisivo Povera Patria, Rai 2, febbraio 2019; visibile su Twitter, 13 aprile 2019.
  9. Citato in Siria, Turchia dà il via all'offensiva di terra dopo i bombardamenti: “11 vittime, 8 sono civili”. Colpita anche Kobane, città che sconfisse Isis, Ilfattoquotidiano.it, 9 ottobre 2019.
  10. Da un tweet del 9 ottobre 2019.
  11. Citato in Ue: Conte, sostegno a negoziati per Albania, interesse di tutti, Ansa.it, 15 ottobre 2019.
  12. Dal discorso in diretta dal palazzo Chigi, 9 marzo 2020; citato in Conte: "Tutta Italia diventa zona protetta", Lastampa.it, 9 marzo 2020.
  13. a b Dal discorso in diretta Facebook dell'11 marzo 2020; citato in Tiziana Testa, Coronavirus, negozi e locali chiusi in tutta Italia fino al 25 marzo. Garantiti servizi essenziali, alimentari e farmacie. Possibili riduzioni trasporti. Conte: "Torneremo ad abbracciarci", Repubblica.it, 11 marzo 2020.
  14. Citato in Conte al G20: 'Vaccini e terapie siano un diritto per tutti', Ansa.it, 21 novembre 2020.
  15. Citato in Mes, Conte: «A Bruxelles con un chiaro mandato per completare riforma», ilmessaggero.it, 10 dicembre 2020.
  16. da Otto e mezzo, La7, 28 ottobre 2019)
  17. Vittorio Sgarbi contro Giuseppe Conte: "Un disperato, un trovatello" a Otto e mezzo, La7, 28 ottobre 2019
  18. Intervenendo nel programma televisivo Quarta Repubblica su Rete 4, 28 dicembre 2020
  19. Stasera Italia, puntata di venerdì 4 giugno 2021, su mediasetplay.mediaset.it. a partire da 23:54

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica