Apri il menu principale

Metal Gear Solid: Peace Walker

videogioco del 2010

Metal Gear Solid: Peace Walker

Immagine Metal Gear Solid Peace Walker logo.png.
Titolo originale

メタルギアソリッド ピースウォーカ
Metaru Gia Soriddo Pīsu Wōkā

Ideazione Hideo Kojima
Sviluppo Kojima Productions
Pubblicazione Konami
Anno 2010
Genere stealth
Tema spionaggio, fantascienza, guerra
Piattaforma PlayStation Portable, PlayStation 3, Xbox 360
Serie Metal Gear
Preceduto da Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots
Seguito da Metal Gear Solid V: Ground Zeroes
Personaggi

Metal Gear Solid: Peace Walker, videogioco del 2010 ideato da Hideo Kojima.

Indice

IncipitModifica

Era il 1964. Il mondo era stretto nella morsa della Guerra Fredda, diviso tra Est e Ovest. Un'eroina americana disertò per l'Unione Sovietica. Era conosciuta come "The Boss", la madre di tutte le forze speciali, il soldato che si dice abbia guidato gli Alleati alla vittoria nella seconda guerra mondiale. Tuttavia la mini testata nucleare di produzione americana che aveva portato con sé, venne usata per distruggere un impianto di ricerca sovietico. Di fronte alla minaccia di una guerra mondiale nucleare, i leader delle superpotenze mondiali avviarono dei negoziati top secret per scongiurare l'Apocalisse. L'Unione Sovietica voleva rassicurazioni sulla totale estraneità dello Zio Sam dalla vicenda. Volevano che l'America eliminasse uno dei suoi soldati più leggendari, The Boss. La persona assegnata a questa missione era uno dei suoi allievi più fedeli, il soldato conosciuto come "Snake". Snake completò la sua tormentata missione in territorio nemico e alla fine affrontò e uccise The Boss presso una fortezza chiamata Groznjv Grad, dimostrando così l'innocenza americana e scongiurando l'olocausto nucleare. Avendo salvato il mondo, Snake venne acclamato come un eroe guadagnandosi il titolo di "Big Boss". Tuttavia, dopo la cerimonia di premiazione, Snake scomparve. (testo a schermo)

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Gli Stati Uniti vedono l'America centrale come il loro giardino personale... (Gálvez)
  • Il collegamento mancante tra fanteria e artiglieria. Il Metal Gear...[1] (Snake)
  • Devi morire per conoscere te stesso. (Strangelove)
  • In pratica, il concetto della deterrenza si basa sull'uso di armi nucleari per controllare le armi nucleari stesse. Se uno schieramento lanciasse delle armi nucleari, l'altro lancerebbe le sue come rappresaglia. Il che rende il lancio un attacco suicida. Alla fine nessuno dei due schieramenti può usare le sue armi nucleari. [...] Ma la teoria del deterrente nucleare esiste solo sulla carta. (Huey)
  • Mio padre ha lavorato al Progetto Manhattan. Ha dedicato tutta la sua vita a quella ricerca... E tutto ciò che ha creato è stata questa illusione di pace chiamata deterrente. E poi sono nato io... incapace di camminare. (Huey)
  • È ciò che la CIA fa meglio. Assicurarsi che le persone informate dei fatti tengano la bocca chiusa, oppure spedirle dove nessuno può ascoltarle. (Coldman)
  • La fine della vita... Non è magnifica? È quasi tragica. Ho aspettato, Snake, per tanto tempo. Non c'è altro che io possa darti. Non ti rimane che prendere la mia vita... con le tue stesse mani. Uno deve morire e uno deve vivere. Nessuna vittoria, nessuna sconfitta. Chi sopravvive porterà avanti la lotta. Chi sopravvive erediterà il titolo di Boss. Uccidimi... Uccidimi adesso... C'è spazio per un solo Boss... E per un solo Snake... (The Boss) [ultime parole]
  • Ti serve una rivoluzione? Manipola i locali per farla al tuo posto. [...] Hai agito molto bene. Hai preso un gruppo di guerriglieri, dei ragazzini, e li hai trasformati in un esercito completo e formidabile. E ora diventerai sicuramente "l'essere umano più completo del nostro secolo".[2] [...] Morto all'età di 39 anni... Proprio come El Che. Ironico, non trovi? Alla fine una leggenda è pura finzione. Morirai come è morta The Boss e diventerai un inganno eterno proprio come lei. (Gálvez/Zadornov) [a Snake]
  • Non impugnare un'arma a meno che tu non sappia come usarla. Un'arma puntata non è per forza un deterrente. (Kaz) [a Paz]
  • Alla fine, per le persone non conta di più la loro vita... Ma la loro reputazione! (Coldman)
  • Posso solo sperare... che la mia teoria... la mia pace... si dimostri corretta... Pa... ...ce. (Coldman) [ultime parole]
  • È meglio lasciare sepolte alcune verità. (Snake)
  • L'hai vista, vero? Quando sei stata nello spazio... La bellezza che esiste oltre la battaglia. Ora ho capito. Alla fine... Sei stata tu ad aver posato la tua arma... E aver scelto di cantare... (Strangelove) [a The Boss]
  • Non c'è alcuna pace da trovare, ovunque. E così possiamo solo continuare a sperare... Sperare per quell'illusione che noi chiamiamo pace. (Strangelove)
  • Il tuo cervello è l'ultima arma che ti è rimasta. Fai qualsiasi cosa per tenerlo attivo.[3] (Kaz)
  • "V come Vittoria". Razzo della pace! (Zadornov) [ultime parole]
  • C'erano una volta due giovani uomini che adoravano un'eroina chiamata The Boss. Un giorno persero improvvisamente il punto di origine, lo zero, che è stata quasi come una madre per loro. Incapaci di rassegnarsi al dolore, decisero di portare a termine la volontà della loro eroina. Ma non riuscirono a mettersi d'accordo su ciò che significava. Alla fine diventarono acerrimi nemici e lo zero da cui entrambi iniziarono fu diviso in due. (Paz)
  • Darete luogo a un nuovo ordine mondiale, un'era di deterrenza definita dal timore dell'influenza di un culto estremista. (Paz)
  • Ascoltami, Big Boss... Finché il tuo esercito sarà necessario, il mondo non conoscerà mai la vera pace. La pace che conoscerete sarà fugace, illusoria. Ti useranno, ti disonoreranno e poi, alla fine, ti scarteranno come se fossi un cancro della società. Questa è la strada che hai scelto! (Paz)
  • Se ti piaccio, allora vieni a camminare con me. Chi sa quali miracoli potrebbero accadere? Dopotutto l'amore è cieco. (Strangelove) [a Huey]
  • La Guerra Fredda non durerà per sempre. Prima o poi cederà il passo a un'era di conflitti locali e terrorismo. Un passaggio dall'anti-comunismo all'anti-terrorismo. Nella nuova era gli eserciti non saranno legati alle nazioni e la guerra diventerà un business. (Kaz)

DialoghiModifica

 
Il simbolo della pace, ricorrente nel gioco, fu ideato nel 1958 per la campagna contro gli armamenti nucleari. Rappresenta la sovrapposizione delle lettere N e D (Nuclear Disarmament) del codice nautico delle segnalazioni con le bandiere a mano

  Citazioni in ordine temporale.

  • Soldato: Grazie, Big Boss!
    Snake: Chiamami Snake.
    Soldato: Oh... chiedo scusa... Vic Boss!
    Snake: Ascoltami bene. Per noi non esiste alcuna vittoria.
    Soldato: Ma in una rivoluzione non si sceglie tra vittoria o morte?[4]
    Snake: Noi non scegliamo nessuna delle due.
  • Gálvez: Voi siete un esercito senza un paese...
    Snake: No... Noi abbiamo solo lasciato i nostri paesi alle spalle.
  • Gálvez: È un onore incontrare il leggendario Big Boss.
    Snake: È solo un nome in codice inventato dalla CIA.
    Gálvez: Allora forse dovrei chiamarti John?
    Snake: Non ho un nome. E ho smesso di usare quel nome in codice che apprezzi tanto, ben dieci anni fa.
  • Gálvez: "Una terra sottile come una frusta e rovente come la tortura."
    Kaz: È del poeta cileno, Neruda...
    Gálvez: [...] Noi vogliamo questo territorio. [...] Chi controlla l'America centrale, vincerà questa Guerra Fredda.
  • Paz: A scuola ho anche imparato che la pace è uno stato innaturale per la società umana.[5] E che la guerra è una minaccia costante alle nostre relazioni con gli altri.
    Snake: Giusto.
    Paz: Così, per raggiungere la pace, dobbiamo crearla noi stessi. Reclamarla non la porterà o non la farà durare. Ognuno di noi deve andare a cercarla.
    Snake: Non la troverai senza fare sacrifici. Senza offesa, ma non so cosa sia la pace. Non l'ho mai provata. Né me ne sono mai interessato.
  • Amanda: Il mi viejo, mio papà... Era la esperanza, la nostra speranza. [...] Serve un grande uomo per unire tutti las compas.
    Snake: Scusami se ti interrompo, ma i leader non si scelgono da soli. Neppure gli eroi. Tu porta avanti la tua eredità della esperanza e ti seguiranno. È sicuro.
    Amanda: Lo pensi davvero? I miei compas credono in me, ma nessuno di loro mi chiama comandante.
  • Amanda: Devi fare una cosa per me. Se... non riuscissi a salvare Chico, voglio che tu... lenisca il suo dolore... metta fine alla sua umiliazione... Se dovesse cedere, se stesse per tradire i suoi compas... Ti prego... Almeno non fargli perdere il suo onore.
    Snake: È una promessa che non posso farti.
    Amanda: Perché?
    Snake: Amanda, abbiamo abbandonato le nostre case. Ma siamo ancora vivi. Stiamo ancora combattendo. E c'è sempre un'altra ragione per continuare a vivere.
    Amanda: Ah, mi sento di nuovo viva...
  • Snake: Chico, crescere significa scegliere come vivrai la tua vita. Per fare la cosa giusta, a volte devi lasciarti alle spalle ciò a cui tieni, i genitori, la famiglia, la tua terra. [...] Fai tesoro delle tue memorie, Chico. Non importa cosa succederà, proteggile. Vuoi andartene da qui, Chico?
    Chico: Sì ma...
    Snake: Torna con me. Tua sorella ti sta aspettando.
    Chico: Non posso tornare indietro. Non posso affrontare tutti...
    Snake: Gli hai detto dove si trovano i tuoi compas? Capisco... Non hai nulla di cui vergognarti. Il dolore ha la meglio su tutti noi.
    Chico: Vorrei essere morto.
    Snake: OK, allora metterò fine alla tua sofferenza.
    Chico: Cosa...?!
    Snake: Qualche ultima parola? "Spara, stai solo per uccidere un uomo."[6]
    [spara a una foto di Chico] Ho appena sprecato un proiettile. Non sprecare la tua vita. Ascoltami, Chico. Oggi, qui, tu sei morto. Capisci? Sei un hombre nuevo. Un uomo nuovo. Ora dammi la tua nuova vita. Combatti con me, piccolo soldato. Mostrami quanto sei davvero forte. Asciugati le lacrime e poi promettimi una cosa. Niente fumo finché non sarai più grande. Ricorda, i veri eroi non sono mai perfetti come le leggende che li circondano.
  • Huey: Io... ho chiuso con la scienza. Ormai probabilmente sono già a metà strada per l'inferno.
    Snake: Rallenta. Perché non ti unisci a noi? Il nostro posto si chiama "Outer Heaven". Ti troverai bene. [...] Io ero uno strumento della Guerra Fredda, proprio come te.
  • Cécile: Mi hanno confiscato l'equipaggiamento, le provviste, il passaporto, i soldi... tutto quanto. [...] E ora non posso neppure dimostrare chi sono. Così non riuscirò di certo a tornare a casa a Parigi.
    Snake: In questo caso... vieni alla nostra base.
    Cécile: Eh...?
    Snake: Là non hai bisogno di un passaporto. Non ti serve neppure un nome. [...] e potrai avere tutte le sigarette francesi che vuoi.
    Cécile: Sembra il paradiso.
    Snake: Quasi, ma non abbastanza. Si chiama Outer Heaven.
    Cécile: Suona anche meglio.
  • The Boss: C'è un proverbio in Oriente: "Fedeltà fino alla fine"... Sai cosa significa?
    Snake: Essere... patriottici?
    The Boss: Significa sacrificarsi per il proprio paese.
  • Coldman: Ricordi durante la crisi dei missili cubani, quando il comandante di un sottomarino russo [Vasilij Aleksandrovič Archipov] rifiutò di lanciare un siluro con testata nucleare contro un cacciatorpediniere americano? A posteriori, quell'uomo è stato un eroe. Ha salvato il mondo da una guerra mondiale nucleare. Gli esseri umani sono incapaci di autodistruggersi.
    Snake: Ma un'IA non avrebbe esitato a premere quel pulsante. [...] Gli uomini esitano, perdono il loro sangue freddo. Non è proprio per questo che la teoria della deterrenza funziona?
  • Soldati [trionfanti]: Vic Boss... Vic Boss. Vic Boss! Vic Boss! Vic Boss!
    Snake [ad Amanda]: Sei una vera Giovanna d'Arco.
    Amanda: Sciocchezze, qui sei tu il vero eroe.
    Snake: Mi avete salvato la vita. Siete voi gli eroi.
    Amanda: Non avrei mai pensato che tu fossi una femminuccia, Snake.
  • Snake: Alla cerimonia, il capo della CIA cercò di stringermi la mano. Ma io rifiutai. [...]
    Capo degli stati maggiori: Perché si rifiutò di stringergli la mano?
    Snake: Perché sapevo a chi apparteneva la mia fedeltà.
  • Paz: Cipher controllerà le armi.
    Snake: Controllare le armi?
    Paz: Esatto. Non impedire, ma controllare. È l'approccio finale all'illusione della pace...
    Snake: Controllare il potere? Resterai delusa.
  • Snake: Fin quando i tempi si rifiuteranno di cambiare, dovremo fare un bel po' di baccano.
    Kaz: Allora chi combatteremo?
    Snake: Il sistema... chiunque cerchi di ripristinare il vecchio equilibrio, chiunque voglia farci fuori. [...] La caccia è aperta, Kaz, e il mondo intero è sulle nostre tracce. Raduna gli uomini!

ExplicitModifica

Explicit IModifica

Kaz: Snake? Sei ancora qui? Forza, torniamo indietro.
Snake: Io non torno indietro.
Kaz: Eh?
Snake: Sono stanco.
Kaz: Snake, non vorrai dirmi...
Snake: Sono stanco di cercare la verità.
Kaz: Cosa stai dicendo, Snake?
Snake: Mi sbagliavo.
Kaz: Forza, Boss. Tutti ti stanno aspettando.
Snake: ...Lei mi ha tradito, Kaz.
Kaz: Lei cosa?
Snake: Alla fine, ha posato la sua arma. E quando l'ha fatto... ha rinnegato tutta la sua vita fino a quell'istante... incluso me.
Kaz: Cosa vuoi dire?
Snake: Nel rinunciare alla sua vita, ha abbandonato tutto ciò per cui era un soldato...
Kaz: E tu lo consideri un tradimento?
Snake: Io non farò la sua stessa scelta. Il mio futuro sarà diverso.
Kaz: Allora...
Snake: Sì, esatto. D'ora in poi, chiamatemi Big Boss.

Explicit IIModifica

Abbandoneremo i nostri paesi. Lasceremo alle spalle la nostra madrepatria e diventeremo un tutt'uno con questa terra. Non abbiamo né nazione, né filosofia, né ideologia. Andiamo dove siamo necessari, combattendo non per un paese o un governo, ma per noi stessi. Non ci serve un motivo per combattere. Combattiamo perché siamo necessari. Saremo il deterrente per coloro che non hanno altra risorsa. Siamo soldati senza frontiere, il nostro scopo è definito dall'era in cui viviamo. A volte dovremo vendere noi stessi e i nostri servizi. Se i tempi lo richiederanno, saremo rivoluzionari, criminali, terroristi. E sì, forse andremo tutti dritti all'inferno. Ma quale posto migliore per noi di questo? È la nostra unica casa. Il nostro paradiso e il nostro inferno. Questo è Outer Heaven. (Snake)

Explicit IIIModifica

Sono io. Tutto bene, naturalmente. No, Big Boss non sa la verità... No, Langley non ha ancora deciso cosa fare. Sono troppo impegnati a sistemare i loro problemi. Esatto, anche la Lubyanka è sulla stessa barca... Sì, altri occhi continuano a osservarci, ma finora nessun segno di contatto. Esatto. È un esercito senza nazione a loro completa disposizione. Probabilmente hanno deciso che non avrebbe senso spazzarlo via. Meglio... approfittarne. Ne hanno approfittato... C'è un posto vicino all'Angola... E abbiamo completato anche l'IA. Concordo. Alla fine una macchina è solo una macchina. SIGINT aveva ragione. Sembra che sia arrivato il momento per un cambio di strategia. Le macchine sono più indicate per l'analisi e la raccolta di dati riservati. Sì... Ovvio. A proposito, qualche notizia dei "figli"...? Già due... Davvero... Ma sono solo una garanzia, no? Uhm... Così è questa l'idea... Chissà come la prenderà Big Boss... Sì. Ma a me interessa solo dal punto di vista del business. Come ho detto prima, non sono né un amico né un alleato. Sono solo un partner in affari. Non dimenticarlo. Sì, resterò in contatto... mio caro Zero (CIPHER). (Kaz) [al telefono]

Citazioni dall'archivio missioniModifica

 
Lancio di un missile balistico intercontinentale negli anni '60

[suddivise per personaggio interpellato, secondo la struttura presente nel gioco]

MillerModifica

  • Dicono che le armi nucleari siano il motivo per cui non abbiamo più assistito a una guerra mondiale dopo la seconda. Il timore che l'avversario possa lanciarti delle armi nucleari, ha reso più difficile lo scoppio di un conflitto armato. Specialmente ora che hanno a disposizione missili balistici intercontinentali. [...] l'unico modo di scoraggiare un attacco preventivo è sfoggiare la tua scorta di armi nucleari. E ciò ha portato il loro numero ad aumentare sempre più. Non solo in termini di potere distruttivo ma anche come tecnologia di puntamento. Ora possono colpire un bersaglio in tutto il mondo con la massima precisione. A suo modo, la corsa spaziale è stata una dimostrazione di questo progresso tecnologico. (Kaz: da Deterrenza nucleare e Distruzione mutua assicurata)
  • Snake: Così la Costa Rica ha abolito il suo esercito nel 1949? Una mossa coraggiosa per una nazione dell'America centrale di quel periodo.
    Kaz: Sì, ma erano appena usciti da una guerra civile. [...] I colpi di stato dell'esercito sono una consuetudine in molti paesi dell'America Latina. Da questo punto di vista...
    Snake: Niente esercito, niente colpi di stato... Ha senso. (da L'abolizione dell'esercito della Costa Rica)
  • Snake: Girando abbastanza, prima o poi incappi in qualche altra spia, che ti piaccia o meno. All'inizio ci si saluta e basta, ma presto ci si ritrova a cenare insieme...
    Kaz: Strani compagni di letto, eh? [...] La forza della HUMINT è il suo ricorso alle emozioni dell'uomo, ma il suo punto debole è la sua sensibilità a quelle stesse emozioni. Ecco perché nel mondo dell'intelligence si tende a passare al SIGINT. Una rete di freddi dati digitali dove i sentimenti non contano. (da Il rapporto CIA-KGB)
 
Che Guevara a Cuba nel 1958
  • Kaz: Ho sentito che Amanda ti ha scambiato per Che Guevara, Snake. Non è poi così male, no?
    Snake: Sì, hai ragione. Ma non sono neppure degno di lucidargli gli stivali.
    Kaz: Non essere così modesto. [...] Di sicuro il Che è stato la figura più importante di questi tempi. [...] Riesci a credere che quando andò per la prima volta a Cuba con Fidel, avevano con loro solo 12 uomini?
    Snake: Ma poi aumentarono. Portarono nuove reclute, conquistarono il supporto dei contadini [...]. Il popolo li seguiva perché erano onesti. Vinsero perché erano forti. Queste sono le qualità che rendono grandi gli uomini. (da Che Guevara)
  • Kaz: Forse il Che non è riuscito a trovare un suo ruolo oltre il campo di battaglia. [...] ha rinunciato a una famiglia e un posto nel governo per ributtarsi nella mischia. Prima in Congo e poi in Bolivia, dove ha trovato la sua fine.
    Snake: Stai dimenticando qualcosa. Il Che è tornato nella mischia perché avevano bisogno di lui. Leggiti la sua "Lettera d'addio" e poi capirai.[7] (da Le orme del Che)
  • Se ci pensi, la guerriglia esiste fin dai tempi antichi. Ci sono così tanti modi con cui un piccolo gruppo può sconfiggere una grande armata. (Snake: da La storia della guerriglia)
  • Kaz: Ragazzi, chiunque ci abbia pensato era un genio. Puoi portarlo sempre con te in una zucca vuota e c'è una specie di cannuccia con filtro per berlo quando vuoi.
    Snake: E non è tutto. È anche ricco di vitamine e minerali essenziali. Ottimo da avere in battaglia quando il cibo scarseggia. (da Tè mate)
  • Kaz: Snake, conosci la parola giapponese "kotodama"?
    Snake: Kotodama...?
    Kaz: Sfortunatamente non esiste un termine equivalente in inglese... Ma per semplicità, diciamo che è una specie di "grido di battaglia".
    Snake: Un grido di battaglia, eh?
    Kaz: Esatto. Ma il kotodama è in realtà un profondo concetto giapponese. "Koto" significa parola e "dama" spirito. Indica che le parole hanno il potere di influenzare la nostra realtà...
    Snake: Uhm... Ti senti bene?
    Kaz: Immagino che per te sia un gergo incomprensibile, eh? Seriamente, non ti sei mai sentito più carico quando un compagno di squadra ti incita? O al contrario, non ti sei mai sentito avvilito da uno scherno offensivo?
    Snake: Conosco la sensazione. Le parole possono avere un'influenza molto importante sulle persone. (da Effetti dei gridi di battaglia e kotodama)
  • C'è qualcosa che una scatola non possa fare? Ogni soldato dovrebbe averne una. (Snake: da Scatola di cartone)
 
Un cecchino con la Ghillie suit
  • Kaz: I ricognitori sono dotati di mimetica per nascondersi meglio. Alcuni di loro possono avere un aspetto strano, come se fossero ricoperti di alghe. [...] Li hai già incontrati prima d'ora?
    Snake: Sì. In Unione Sovietica... La prima volta ci misi un'ora per trovare il tipo [The End] ed eliminarlo... Kaz, sai se brillano? [...] Cosa mi dici dei capelli? Ne hanno molti? [...] E per caso hanno un pappagallo? (da Soldati con Ghillie suit)

PazModifica

 
Il vulcano Irazú in Costa Rica
  • Paz: Costa Rica significa "costa ricca" in spagnolo.
    Snake: È vero che è stato Colombo a pensare a questo nome?
    Paz: Può anche darsi. [...] Scrisse nel suo diario che quando approdò, gli indigeni lo ricoprirono di doni in oro. [...] La Costa Rica è abbastanza ricca anche senza. Guarda le foreste, gli animali e la gente così pacifica... (da "Costa Rica")
  • Paz: Si dice che in Costa Rica ci siano 87.000 specie di esseri viventi. [...] Voglio proteggere la diversità biologica. Quando si perde la diversità, l'ambiente s'indebolisce. Guarda solo alle piantagioni.
    Snake: Penso di sapere cosa vuoi dire. È come provare a formare un'unità con ragazzi simili; di solito non funziona. Mettici qualche outsider e tutto va a posto. (da Biodiversità)
  • Paz: Sono incredibili. I bradipi passano la maggior parte della vita sugli alberi, eccetto quando devono andare in bagno. In più, non mangiano quasi nulla. [...] Si muovono a malapena, quindi bruciano pochissima energia. Possono inoltre abbassare la loro temperatura corporea insieme al metabolismo in modo da poter sopravvivere con molto poco.
    Snake: Ma ciò non li rende più facili da catturare per i predatori?
    Paz: Stanno incollati agli alberi, mimetizzandosi e non facendosi notare. Si dice che ci siano dei bradipi che a una certa età iniziano a far crescere del muschio. Come un eremita della foresta in una fiaba, eh?
    Snake: Un tempo conoscevo un abile e vecchio cecchino [The End]. Evidentemente era ancora più in sintonia con la natura di quanto pensassi. (da Selva de la Muerte)

AmandaModifica

 
Augusto Sandino (al centro) con il suo entourage nel 1929
  • Fin dalla sua nascita, il mio paese non ha mai potuto scegliere la propria strada. Prima la Spagna, poi l'America. Oltre un secolo di tutto questo... (Amanda: da Nicaragua: storia)
  • Amanda: Noi siamo i sandinisti, gli eredi della volontà del generale Sandino.
    Snake: Sandino... Il padre della guerriglia moderna. (da FSLN)
  • Victoria o muerte. Per un rivoluzionario non c'è altro destino.[4] (Amanda: da FSLN)

ChicoModifica

 
Due statue-giocattolo di UMA
  • Chico: [Il Nahuelito] sono sicuro che sia fondamentalmente la stessa creatura di Nessie. Eccetto per una cosa...
    Snake: Cosa?
    Chico: Beh, secondo una teoria, è il risultato di un test nucleare degli anni '50...
    Snake: Cosa? [...] Mi sembra un po' improbabile.
    Chico: Credi? Allora forse il Nahuelito è davvero un dinosauro. (da Nahuelito)
  • Chico: Cacciare gli UMA... Quella è un'avventura per uomini veri! Cosa ne dici, Snake? Quando sarà tornata la pace in Nicaragua, vuoi venire con me ad esplorare?
    Snake: Vedremo... Non sarebbe poi una vita così malvagia. (da Ogopogo)
 
Un dinosauro nel parco tematico "Nahuelito" in Argentina
  • Il Mokèlé-mbèmbé vive nel fiume Congo. Ma non c'è nulla di misterioso a riguardo, perché hanno confermato che è un vero dinosauro vivente. La gente del luogo sa tutto di lui e se gli si mostra il disegno di un brontosauro dicono tutti che si tratta del Mokèlé-mbèmbé. [...] Mi domando se El Che abbia mai visto il Mokèlé-mbèmbé...? (Chico: da Mokèlé-mbèmbé)
  • Chico: Il Bigfoot è un uomo scimmia [...] alto più di tre vara (2,5 m)! Ci puoi credere?
    Snake: Allora è una specie di gorilla?
    Chico: Completamente diverso! Anche il gorilla più grande arriva solo a circa due vara (1,6 m). E cammina sulle nocche. Il Bigfoot... è grande. E cammina su due piedi come le persone.
    Snake: Allora è più uomo che scimmia?
    Chico: Probabilmente. I suoi antenati devono essersi divisi dall'uomo a un certo punto, tipo prima che iniziasse a usare strumenti e cose così. (da Bigfoot)
  • Snake: Devo ammetterlo, non ho mai sentito parlare di questo Mono Grande.
    Chico: Sì, non è famoso come il Bigfoot. È simile, ma vive in Venezuela. Non è tanto grande, è meno di due vara (1,6 m), ma è molto più feroce del Bigfoot. Chissà quanto è cattivo? [...] Penso che gli UMA debbano essere pericolosi. Altrimenti dov'è il gusto nel cacciarli? (da Mono Grande)
   
Un ritratto di Quetzalcóatl e uno scheletro di pterosauro
  • Snake: Quetzalcoatl? [...] Un serpente alato...
    Chico: Strano, vero? Scommetto che è un UMA. [...] dicono che il Quetzalcoatl è un quetzal nella forma di un dio. Ma è impossibile che qualcuno confonda un serpente con un uccello. Penso che la leggenda del Quetzalcoatl sia venuta prima. Qualcuno l'ha visto e l'ha adottato come dio prima di vedere il quetzal. Dopo di che, qualcuno ha visto un uccello che sembrava l'immagine del dio e l'ha chiamato "quetzal".
    Snake: Vuoi dire che è successo il contrario?
    Chico: La mia opinione è che il quetzalcoatl fosse probabilmente un pterosauro sopravvissuto. Voglio dire, ha le ali, è un rettile, perciò sembra una specie di serpente, giusto? (da Rovine)

CécileModifica

 
Un uccello quetzal, tipico delle foreste montane del Centroamerica
  • Non era minimamente interessata agli uomini. [...] Carina, con molto stile, ma di gusti piuttosto rigidi. Una donna... fuori dal comune. [...] Sai, ha detto qualcosa di interessante: che l'uomo non dovrebbe andare nello spazio, che è troppo pericoloso. (Cécile: da Dott. Strangelove)
  • Cécile: Le ali e il dorso del quetzal sono di colore verde smeraldo, una splendida miscela di verde che sfuma nel blu. L'addome è rosso brillante e le piume della coda sono bianche. È davvero un uccello magnifico... Inoltre il maschio ha due lunghe penne decorative ma solo nella stagione degli accoppiamenti. Negli uccelli i maschi di solito sono più appariscenti delle femmine.
    Snake: Come la coda del pavone.
    Cécile: Sì, proprio come quella. (da Quetzal)
  • Kaz: Hai davvero un bellissimo nome... Cécile Cosima Caminades. [...] Suona quasi come la frase "Kojima, kami nandesu" in giapponese.
    Cécile: E cosa significa, s'il vous plaît?
    Kaz: Beh, in giapponese "kami" significa "dio". Mentre "Nandesu"... ecco, è difficile da spiegare ma messo dopo "dio" il tutto diventa "è Dio".
    Cécile: OK. Quindi?!
    Kaz: "Kojima è Dio"... Il nome di Cécile è un messaggio! (da Cécile Cosima Caminades)

StrangeloveModifica

  • Strangelove: Se possiamo creare una macchina che fa algebra avanzata, perché non possiamo crearne una che pensa come un uomo? [...] Credo che la creazione di un essere intelligente con le proprie mani sia uno dei sogni più antichi dell'umanità.
    Snake: Allora l'IA è un prodotto dei sogni della gente.
    Strangelove: Non solo l'IA. La civiltà stessa fa parte di un processo nel quale l'umanità dà forma ai propri sogni. Ma non tutti i sogni sono piacevoli. C'è chi ha espresso paure sulla "intelligenza non umana". (da La necessità di una IA)
  • Strangelove: Sempre più sistemi d'IA si stanno specializzando nel processare informazioni in massa, senza intelligenza, pensiero o emozioni umane. Una macchina che non ha una propria individualità, ma che si comporta come un collettivo, esibendo le qualità di una società.
    Snake: Come un alveare?
    Strangelove: Sì. Aggrega i dati raccolti dagli individui e determina come agirebbe un gruppo, proprio come le api che viaggiano fra l'alveare e i fiori. La chiave per raggiungere questo sarà la creazione di una rete di IA.
    Snake: Non so come dirlo, ma... questa cosa mi dà i brividi.
    Strangelove: Ma se il tuo obiettivo è controllare la società, questo è il miglior modello da usare. Ti consente di filtrare i dati e disseminare solo ciò che vuoi disseminare. (da La "direzione opposta" nell'evoluzione dell'IA)
  • Il modo in cui è stato ritratto HAL è assolutamente superbo. Ad HAL sono stati dati degli ordini segreti ignoti anche al capitano della navicella. Naturalmente, non gli è consentito divulgarli all'equipaggio. Lo stress che ne deriva lo fa impazzire. [...] Il film offre un fantastico sguardo nell'IA, la sua crescita, la sua utilità, i suoi difetti e la sua paura di morire. [...] Il ritratto di HAL non è l'unica cosa meravigliosa del film. È pieno di accenni al futuro dell'evoluzione umana. (Strangelove: da 2001: Odissea nello spazio)
  • Essere strano significa avere un tuo punto di vista unico. Io lo considero un onore. (Strangelove: da L'origine del nome "Strangelove")
  • Strangelove: Una sua frase su due inizia con "Potrei sbagliarmi, ma..." Perché non fa quello che sa fare con più sicurezza?! [...] E ciliegina sulla torta, gli piace farsi chiamare con quel soprannome che gli ho dato io. Non lo capisco. Come si può essere così remissivi?
    Snake: Allora Huey è un soprannome che gli hai dato tu...
    Strangelove: Esatto. L'ho preso dal nome di un drone in un film di fantascienza, "2002, la seconda odissea". [...] Il modo in cui segue la gente, aspettando che gli diano degli ordini, è davvero simile. (da Huey)

Citazioni di CO-OPS CommsModifica

[gridi di battaglia utilizzabili dal giocatore, specialmente quando si gioca online]

  • Fedele fino alla fine![8]
  • I migliori muoiono giovani...
  • La pace non verrà da sola.[9]
  • Mi ricorderò di dirlo ai tuoi parenti.
  • Non è ancora finita![10]
  • Prendiamola con calma...
  • Raccoglierò le tue ossa quando avrò finito.
  • Sento la forza dentro di me!
  • T'ho fatto aspettare, eh?[11]
  • VIC VOS![12]

Citazioni su Metal Gear Solid: Peace WalkerModifica

Frasi promozionaliModifica

  • Chi dev'essere forte per permetterci di non esserlo?
Who must be strong so that we don't have to be?[13]
  • Chi paga per la nostra ignara tranquillità?
Who's to pay so that we can just drift?[13]
  • Il sacrificio di un eroe è il prezzo per la pace.
A hero's sacrifice is the price for peace.[13]
  • Una nazione senza una milizia, un esercito senza un governo!
A nation without a military, an army without a government![14]

NoteModifica

  1. Cfr. Metal Gear Solid 3: «Sì, un carro armato ambulante – un robot! Sai qualcosa della teoria del legame mancante tra i primati e gli umani? Be', questa invenzione sarà il legame mancante tra la fanteria e l'artiglieria».
  2. Cfr. Jean-Paul Sartre, su Che Guevara: «Non era solo un intellettuale, era l'essere umano più completo del nostro tempo».
  3. Via codec, all'inizio della missione 045 Infiltrazione perfetta.
  4. a b Cfr. Che Guevara: «In una rivoluzione, se è vera, si vince o si muore».
  5. Cfr. Immanuel Kant: «Lo stato di pace tra gli uomini, che vivono gli uni a fianco degli altri, non è uno stato naturale, il quale è piuttosto uno stato di guerra».
  6. Cfr. Che Guevara, ultime parole: «Stia tranquillo, lei sta per uccidere un uomo».
  7. Cfr. Che Guevara, nella lettera d'addio a Fidel: «Altre terre del mondo reclamano il contributo dei miei modesti sforzi».
  8. Cfr. Metal Gear Solid 3: Snake Eater: «C'è un detto in Oriente: "Fedeltà fino alla fine"».
  9. Cfr. Paz nei dialoghi del gioco: «Così, per raggiungere la pace, dobbiamo crearla noi stessi. Reclamarla non la porterà o non la farà durare. Ognuno di noi deve andare a cercarla».
  10. Cfr. Metal Gear 2: Solid Snake: «Non è... ancora finita...!».
  11. Cfr. Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty: «Ti ho fatto aspettare, eh?».
  12. Forma storpiata di «Vic Boss!», anch'esso presente nei CO-OPS Comms e usato da un soldato, con riferimento a Big Boss, nei dialoghi del gioco.
  13. a b c Da una pubblicità pubblicata in Europa, riprodotta nel libretto Metal Gear Solid: The Legacy Book accluso alla raccolta Metal Gear Solid: The Legacy Collection, Konami, 2013.
  14. Dal retro della confezione del gioco per PSP in lingua inglese.

Altri progettiModifica