Danilo De Girolamo

attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista italiano

Danilo De Girolamo (1956 – 2012), attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista italiano.

Citazioni di Danilo De GirolamoModifica

  • Di Vittorio Gassman io ricordo […] questa sorta di massima che secondo me è una regola veramente aurea per il mestiere dell'attore e di conseguenza anche quella del doppiatore perché io credo che il doppiaggio sia una specializzazione, e lui diceva sempre: "Massimo controllo, massimo abbandono." È una sorta di dichiarazione, bella anche, ma è proprio la codificazione di quello che è la condizione schizofrenica, parlo sul serio, quasi una condizione patologica, che è quella tipica dell'attore che sceglie appunto di calarsi in quella condizione e che è anche quella del doppiatore. Noi teniamo conto di tante cose, e qui entro magari un po' più nello specifico del doppiaggio, facciamo uno sforzo che in un certo senso che è innaturale perché […] noi respiriamo addirittura in una maniera diversa dalla nostra, perché dobbiamo respirare per forza con il ritmo e con la cadenza dell'attore che stiamo doppiando. Quindi ci poniamo in una condizione che è totalmente innaturale, però quello che dobbiamo poi realizzare è una assoluta naturalezza di quella frase, di quel verso, di quel grido. Quindi è effettivamente una condizione dissociata, però il mestiere è questo.[1]
  • Non ti puoi riposare, devi spendere tutto quello che hai, che non ti puoi fermare a quello che sai e a quello che sei. Se vuoi fare bene questo lavoro devi accettare sia la condizione appunto dissociata che una fame continua di capire com'è la vita perché a questo serve l'attore.[1]
  • Un attore serve a capire di più quello che è proprio la vita perché in tutti i suoi aspetti, in tutti i suoi aspetti serve a questo. È un compito immane e sulle spalle di un individuo insomma, è terribile anche soltanto immaginarlo. Ci facciamo carico di questo perché vogliamo che delle storie (tutte le storie sono importanti, non soltanto quegli degli eroi o soltanto quelli dei Santi) tutte quante sono importanti se alla fine dello spettacolo (al teatro, al cinema, per radio, dopo aver visto un film doppiato) se la vita di ogni spettatore cambia di un millimetro, ma cambia. Quella è la nostra missione.[1]

NoteModifica

  1. a b c Dall'intervista di Andrea Razza, EnciclopediadelDoppiaggio.it , 28 ottobre 2011. Video disponibile su Youtube.com.

DoppiaggioModifica

FilmModifica

Film d'animazioneModifica

Serie televisiveModifica

Altri progettiModifica