Harry Potter e il principe mezzosangue

film del 2009 diretto da David Yates

Harry Potter e il Principe Mezzosangue

Immagine The Making of Harry Potter 29-05-2012 (7375512280).jpg.
Titolo originale

Harry Potter and the Half-Blood Prince

Lingua originale inglese
Paese Regno Unito, USA
Anno 2009
Genere avventura, fantastico
Regia David Yates
Soggetto J.K. Rowling
Sceneggiatura Steve Kloves
Produttore David Heyman, David Barron
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Harry Potter e il Principe Mezzosangue, film del 2009 di David Yates, con Daniel Radcliffe, Rupert Grint ed Emma Watson.

FrasiModifica

  • [Parlando con Silente] Posso spostare gli oggetti senza toccarli, far fare delle cose agli animali senza addestrarli, far capitare brutte cose a quelli cattivi con me, farli soffrire... se voglio... Parlo anche con i serpenti, loro mi trovano, sussurrano cose, è normale? Per uno come me? (Tom Riddle)
  • [Rivolto a Harry Potter] Quelli che stai guardando sono ricordi. In questo caso riguardano un solo individuo [Voldemort da giovane]. Questo è forse il ricordo più importante del mio raccolto, vorrei che lo vedessi. (Albus Silente)
  • [A Harry Potter, si tratta di un incontro privato tra Horace Lumacorno e Tom Riddle, ma il ricordo è stato manomesso da Lumacorno stesso] Senza questo ricordo lasciamo il destino del nostro mondo al caso. (Silente)
  • [Riferita alla Puffola Pigmea di Ginny] Che carini! Dicono che cantano a Natale! (Luna Lovegood)
  • [Dopo essere stato salvato da un veleno e, prima ancora, da un filtro d'amore] Queste ragazze... mi uccideranno! (Ron Weasly)
  • [Riferendosi a Silente, che è stato appena ucciso dallo stesso Piton] Piton! Lui si fidava di lei! (Harry Potter)
  • [Rivolto a Piton] Combatti! Codardo, combatti! (Harry Potter)
  • Tu osi servirti dei miei incantesimi contro di me, Potter?! Sì... io sono il principe mezzosangue! (Severus Piton)
  • Una volta, c'era un giovanotto che come voi sedeva proprio in questa sala, percorreva i corridoi di questo castello, dormiva sotto questo tetto, a ognuno sembrava uno studente come tutti gli altri. Il suo nome? Tom Riddle. (Albus Silente)
  • [Ultime parole] Severus... Ti prego. (Albus Silente)
  • [Riferendosi ad Hogwarts] Non mi ero mai reso conto della bellezza di questo posto. (Harry Potter)

DialoghiModifica

  • Albus Silente: Harry, presumo che a questo punto tu ti stia chiedendo perché ti ho portato qui. Dico bene?
    Harry Potter: Signore, dopo tutti questi anni mi adeguo e basta.
  • Prof. Lumacorno: Per la barba di Merlino! Non c'è bisogno di infilzarmi, Albus!
    Prof. Silente: Be' devo dire che sei alquanto convincente come poltrona, Horace.
    Prof. Lumacorno: Ma sì! È tutto nella tappezzeria, ho un'imbottitura naturale. Che cosa mi ha tradito?
    Prof. Silente: Il sangue di Drago.
  • Hermione Granger: Silente è alquanto invecchiato.
    Harry Potter: Ah, sciocchezze! Ha solo... Quanti anni ha?
    Ron Weasley: Centocinquanta? Anno più anno meno?
  • Bellatrix Lestrange: Vuoi tu Severus Piton vegliare su Draco Malfoy nel suo tentativo di adempiere ai desideri del Signore Oscuro?
    Piton: Lo voglio.
    Bellatrix Lestrange: E vuoi tu al massimo delle tue capacità proteggerlo da ogni danno?
    Piton: Lo voglio.
    Bellatrix Lestrange: E... se Draco dovesse fallire... vuoi tu stesso effettuare l'atto che il Signore Oscuro ha ordinato a Draco di eseguire?
    Piton: Lo voglio.
  • Ron: Questa quanto viene?
    Fred e George: 5 galeoni.
    Ron: Per me invece?
    Fred e George: 5 galeoni!
    Ron: Sono vostro fratello!
    Fred e George: 10 galeoni!
  • Ginny Weasley: Cos'è un gorgosprizzo?
    Luna Lovegood: Sono creature invisibili, ti entrano nelle orecchie e ti confondono il cervello.
  • Prof. Vitious: Ah! Era ora! Vi ho cercato dappertutto voi due! Bene. Nome?
    Harry: Prof. Vitious, lei mi conosce da 5 anni!
    Prof. Vitious: Nessuna eccezione, Potter!
  • Draco Malfoy: Bella faccia Potter!
    Luna Lovegood: Vuoi che te l'aggiusti io? Personalmente ti trovo un po' più... sbarazzino così, ma decidi tu.
    Harry Potter: Ehm... hai mai aggiustato un naso?
    Luna Lovegood: No, ma parecchie dita dei piedi sì. Quanto posso essere diversi?!
    Harry Potter: Ehm... va bene... sì provaci.
    Luna Lovegood: Epismendo!
    Harry Potter: Aah! Aah!... Co-come sto?
    Luna Lovegood: Straordinariamente ordinario!
    Harry Potter: Magnifico.
  • [Nella Sala Grande, Ron sta mangiando, ma Hermione gli sbatte per quattro volte un libro sul braccio, irritata] Hermione Granger: Vuoi smetterla di mangiare?! Il tuo migliore amico [Harry] è scomparso!
    Ron Weasley: Ma che... voltati, squinternata. [Harry è entrato, con un fazzoletto tutto insanguinato per asciugare il sangue che gli cola dal naso]
    Ginny Weasley: È di nuovo coperto di sangue. Perché è sempre coperto di sangue?
    Ron Weasley: Sembra che sia il suo stavolta!
  • Prof.ssa McGranitt: Potter!
    Harry Potter: Ah! Ah! Non si mette bene.
    Prof.ssa McGranitt: Ci divertiamo vero?
    Harry Potter: Avevo un'ora libera stamattina, professoressa.
    Prof.ssa McGranitt: Ah sì, l'ho notato! Penserei che tu voglia riempirla con Pozioni! Oppure non hai più l'ambizione di diventare un Auror?
    Harry Potter: Be', l'avevo, ma mi hanno detto che devo ottenere "eccezionale" nei G.U.F.O.
    Prof.ssa McGranitt: E così era, quando il Professor Piton insegnava Pozioni. Comunque il Professor Lumacorno è felicissimo di accettare allievi da M.A.G.O. con il voto "oltre le aspettative".
    Harry Potter: Magnifico! Ehmm... mi ci reco subito.
    Prof.ssa McGranitt: Ah! Bravo! Bravo! Potter? Porta Weasley con te, sembra fin troppo felice lassù!
  • Albus Silente: Che mi dici delle tue attività fuori dalle aule?
    Harry Potter: Signore?
    Albus Silente: Ecco, ho notato che trascorri molto tempo con la signorina Granger, non posso fare a meno di pensare che...
    Harry Potter: Oh! No, no! Voglio dire è bravissima e siamo amici ma... no!
    Albus Silente: Perdonami, ero semplicemente curioso.
  • McLaggen: Cosa sto mangiando?
    Harry: Palle di drago! [McLaggen vomita addosso a Piton]
    Prof. Piton: Ti sei appena procurato un mese di punizione, McLaggen! Non... tanta... fretta, Potter!
  • Prof.ssa McGranitt: Come mai quando succede qualcosa ci siete sempre voi tre?! [Dopo che Katie è svenuta e ha rischiato di morire a causa della collana maledetta. Potter, Weasley e Granger si trovavano poco dietro di lei]
    Ronald Weasley: Mi creda professoressa, mi faccio la stessa domanda da sei anni!
  • Ron Weasley: Voto Infrangibile!? Sicuro che ha detto così?
    Harry Potter: Sicurissimo, perché?
    Ron Weasley: Be', non puoi infrangere un voto infrangibile.
    Harry Potter: Fin-fin qui c'ero arrivato anch'io, guarda un po'...
    Ron Weasley: Tu non capisci.
  • Prof. Lumacorno: Qualcosa ti turba Tom?
    Tom: Sì, signore... Vede non sapevo a chi altro rivolgermi, gli altri professori... Be', non sono come lei, potrebbero fraintendere.
    Prof. Lumacorno: Va avanti.
    Tom: Ero in biblioteca l'altra sera, nel reparto proibito... e ho letto una cosa alquanto strana riguardo a una rara magia e ho pensato che magari lei poteva illuminarmi, si chiama se ho ben capito [la parola è stata corrotta]
    Prof. Lumacorno: Come hai detto scusa? Io non so niente di queste cose e anche se sapessi non lo direi a te, ora vattene subito da qui e non farti beccare a farne parola mai più!
  • Prof. Lumacorno: Ah! Ah! Ma guarda il principe delle pozioni in persona! A cosa devo questo piacere?
    Harry: Signore, mi chiedevo se potevo farle una domanda.
    Prof. Lumacorno: Chiedi pure caro ragazzo, chiedi pure!
    Harry: Vede, l'altro giorno ero in biblioteca nel reparto proibito e mi sono imbattuto in una cosa alquanto strana riguardo a un raro pezzo di magia.
    Prof. Lumacorno: Sì? E qual era questo raro pezzo di magia?
    Harry: Be', non lo so, non-non riesco a ricordare il nome con esattezza, ma mi ha fatto pensare. Esistono alcuni tipi di magia che non vi è concesso insegnarci?
    Prof. Lumacorno: Io insegno Pozioni, Harry, credo sia meglio che tu ponga le tue domande al Professor Piton.
    Harry: Ah! Sì... io e lui non la vediamo allo stesso modo, signore..quello che intendo dire è... be' non è come lei, potrebbe fraintendere.
    Prof. Lumacorno: Sì... non c'è luce senza oscurità e così è con la magia, personalmente io lotto sempre per vivere nella luce. Ti consiglio di fare altrettanto.
    Harry: È quello che ha detto a Tom Riddle, signore, quando è venuto a chiederglielo?
  • Ron Weasley: È bellissima, non è vero? La luna.
    Harry Potter:[A Ron, che ha mangiato dei cioccolatini intrisi di Filtro d'Amore] Divina. Ci siamo fatti lo spuntino della sera, eh?
    Ron Weasley: Era sul tuo letto, la scatola. Ho pensato di provarne uno, o due...
    Harry Potter: O venti.
    Ron Weasley: Non faccio che pensare a lei, Harry...
    Harry Potter: Francamente, pensavo che cominciasse a scocciarti. [si riferisce a Lavanda Brown, la fidanzata di Ron]
    Ron Weasley: Non potrebbe mai scocciarmi. [si siede sul letto, mentre Harry lo guarda perplesso] Credo di amarla...
    Harry Potter: Beh, magnifico.
    Ron Weasley: Credi che sappia che io esisto?
    Harry Potter: Lo spero bene, non fa che sbaciucchiarti da tre mesi. [si riferisce di nuovo a Lavanda]
    Ron Weasley: [confuso] Sbaciucchiare? Ma di chi stai parlando?
    Harry Potter: Tu chi stai parlando?
    Ron Weasley: Di Romilda, naturalmente. Romilda Vane.
    Harry Potter: D'accordo, molto spiritoso. [si abbassa per raccogliere le cartacce che avvolgevano i cioccolatini, e Ron, offeso, gli lancia addosso l'intera scatola di cioccolatini] Dai, e questo perché?
    Ron Weasley: Non è uno scherzo! Sono innamorato di lei!
    Harry Potter: Bene, bravo, sei innamorato di lei, l'hai mai conosciuta?
    Ron Weasley: No... me la puoi presentare?
    Harry Potter: [prende una lettera di Romilda e poi la rimette sul letto] Vieni, Ron. Ti voglio presentare Romilda Vane.
  • Prof. Lumacorno: Credevo avresti preparato tu il rimedio in quattro e quattr'otto, Harry.
    Harry Potter: Ho pensato che ci volesse una mano più esperta, signore.
    [Ron abbraccia Lumacorno]
    Ron Weasley: Ciao tesoro, bevi qualcosa?
    Prof. Lumacorno: Forse hai ragione.
  • Tom: Ero in biblioteca l'altra sera, nel reparto proibito... e ho letto una cosa alquanto strana riguardo a una rara magia, si chiama, se ho ben capito, un Horcrux.
    Prof. Lumacorno: Come hai detto scusa?
    Tom: Horcrux. Mi sono imbattuto nel termine leggendo e non l'ho capito appieno.
    Prof. Lumacorno: Non so cosa tu abbia letto, Tom, ma questa è roba molto oscura, molto oscura davvero.
    Tom: Perciò adesso sono da lei.
    Prof. Lumacorno: Un Horcrux è un oggetto in cui una persona ha nascosto parte della sua anima.
    Tom: Ma non capisco come funziona, signore.
    Prof. Lumacorno: Uno divide la sua anima e ne nasconde parte in un oggetto. Così facendo sei protetto se venissi aggredito e il tuo corpo distrutto.
    Tom: Protetto?
    Prof. Lumacorno: La parte nascosta della tua anima continua a vivere. In altre parole non puoi morire.
    Tom: E come si divide la propria anima, signore?
    Prof. Lumacorno: Credo che tu conosca già la risposta, Tom.
    Tom: Omicidio.
    Prof. Lumacorno: Sì. Uccidere fa a brandelli l'anima, è una violazione della natura.
    Tom: Si può dividere l'anima solo una volta? Per esempio, sette non è...
    Prof. Lumacorno: Sette?! Per la barba di Merlino, Tom, non è abbastanza orrendo pensare di uccidere una persona? Strappare l'anima in sette pezzi? Sono tutte ipotesi, non è così, Tom? Tutta accademia.
    Tom: Certo, signore. Sarà il nostro segreto.

Altri progettiModifica