Apri il menu principale

Sigaretta

cartina contenente, in genere, foglie di tabacco tritate e lavorate
Un pacchetto di sigarette

Indice

Citazioni sulla sigaretta.

CitazioniModifica

  • Ah! Ah! Ti avevo detto che avrei convinto Donna a fumare una sigaretta. Maddy le ha tirate fuori e ne ha accesa una, poi me l'ha passata perché provassi. Mi piace soffiare il fumo dalla bocca: è come se uscisse da me uno spirito, uno spirito che ondeggia e danza. Come se fossi una donna che tutta la gente intorno guarda desiderando essere come me. (Jennifer Lynch)
  • Ahh, non c'è cosa migliore di una sigaretta... a meno che non sia una sigaretta accesa da un centone! (I Simpson)
  • – Che bello... non c'è che una sigaretta!
    – Ma se non fumi!
    – Lo so, non fumo. Io non aspiro perché fa venire il cancro, ma divento così incredibilmente bello con la sigaretta che non posso non averla in mano. (Manhattan)
  • Cerco il punk in una lametta, | la felicità ed il dolore | nel fumo di una sigaretta. (Rino Gaetano)
  • Chi c'ha una sigaretta e nun me la vo' dà, gli possa morire il padre e la madre. [silenzio] Tutti orfani... (I soliti ignoti)
  • [Il governo rema] contro la sigaretta elettronica, con una incredibile tassazione del 58 per cento che ha fatto sparire molti produttori [...] [mentre grazie alla sigaretta elettronica] potrebbero essere salvate 30 mila persone all'anno solo in Italia. [...] Certo lo Stato ci guadagna di più con le sigarette tradizionali, lucra su questa tragedia, ma poi è costretto a spendere ogni anno tre miliardi per curare i 50 mila tumori che si sviluppano in Italia a causa del fumo. (Umberto Veronesi)
  • Don Rafè, vuje cu' 'a sicarrètta e io cu' 'o muzzone, cacciammo 'o stesso fummo.[1] (proverbio napoletano)
  • È difficile smettere di fumare, ora mi sembrano tutte il massimo. Ogni sigaretta sembra sia fatta da Dio, arrotolata da Gesù e sigillata dalla passera di Claudia Schiffer. (Bill Hicks)
  • – E le sigarette servono a questo?
    – Servono a spacciare nicotina.
    – Un mezzo per spacciare la nicotina. La metti in bocca, poi l'accendi e prendi la tua dose?
    – Prendi la tua dose, sì. [...] Pur non aumentando la dose di nicotina, essa viene chiaramente manipolata. C'è un uso esteso di questa pratica, nota come "processo ammoniacale", e fa in modo che la nicotina venga assorbita più rapidamente dai polmoni, danneggiando cervello e sistema nervoso centrale. Ma quello che ha oltrepassato il limite [...] era un composto chiamato "cumarina" [...] che dagli studi fatti sapevamo essere simile alla cumadina, un cancerogeno per i polmoni. (Insider - Dietro la verità)
  • Fresca come l'erba dei campi. Fumate anche voi le deliziose sigarette Green. Le uniche sigarette alla clorofilla che non sanno di tabacco ma che hanno il profumo e l'aroma dell'erba fresca dei campi. Green. La sigaretta che ha il profumo della primavera. (Ai confini della realtà)
  • Fumo un'altra sigaretta | perché è facile buttarsi via. (Baustelle)
  • – Fumo una sigaretta ogni tanto. Mi rilassa quando sono tesa.
    – Da quando ti senti tesa?
    – Da quando ho cominciato a fumare. (I segreti di Twin Peaks)
  • Ho fumato solo due sigarette, okay? E continuerò con due, se non superi le tre nell'arco delle ventiquattr'ore non è vera dipendenza. (How I Met Your Mother)
  • Ho fumato una sigaretta, Alice. Brutta esperienza. Proverò una pipa in argilla. (Alice: Madness Returns)
  • Ho sconfitto ben altro, cose che l'uomo comune neppure sa che esistono. E ora sono fottuto per questa... (Constantine)
  • Io non fumo neanche, e quelli che lo fanno sono stupidi. Sarebbe stupido da parte vostra non ascoltare il ministro della salute, specialmente quando fa stampare l'etichetta di avvertenze sul pacchetto di sigarette. Dovreste essere davvero sciocchi. E noi possiamo parlare di quanto siano divertenti quelle sigarette, e ovviamente sapete quello di cui sto parlando perché voi le esaltate, e questo è veramente triste. Questo è patetico. Io... Io non posso sempre riempire la mia testa con la vostra falsa allegria, perché quando fumate quelle sigarette divertenti, non è soltanto azzardato per la vostra salute, è anche illegale. Quindi quelli che hanno fatto un tiro di sigaretta, non solo hanno avvelenato se stessi, ma hanno anche infranto la legge, di conseguenza la maggior parte di questa arena stasera è un criminale. Io non sono un criminale-non lo sono mai stato, e non lo sarò mai. (Phil Brooks)
  • La sigaretta è il tipo perfetto di un piacere perfetto. È squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più? (Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray)
  • La sigaretta è la candela dell'Anticristo. (proverbio russo)
  • La sigaretta fu inventata dagli scrittori per collocare un asterisco fra due periodi. (Pitigrilli)
  • – Lisa, Lisa Simpson! È ora di fumare.
    – Senti, lo so che le sigarette sono l'apoteosi del gusto e una scelta rinfrescante per una notte calda ma sono per gli sfigati!
    – Sfigati? Vuoi dire sfigati come Simone de Beauvoir, Margaret Mead, la Regina Elisabetta I, Lauren Bacall...
    – Le mie eroine femministe!
    – Non ti scordar di me: Lillian Hellman. Il fumo mi ha dato l'energia di cui avevo bisogno per scrivere drammi. Metti fuori la Hellman e troverai il meglio. (I Simpson)
  • Lo sai cosa può farti quella roba? E se non mi credi, guarda! Sta scritto qui! Forse la frase "È nocivo per la tua salute" ti fa ridere. Ma quello che dovrebbe dire è... che le cicche possono causare cancro a naso, bocca, ghiandole salivari, faringe, gola, esofago, reni, pancreas... perfino a parti del corpo alle quali preferiresti non pensare. Ed è solo l'inizio! Enfisemi, bronchiti croniche, disturbi cardiaci, melanomi e carcinomi... per non dire di come riducono udito, vista, pelle, dita e capelli. Anche se, senza offesa... non mi sembra che ti curi molto del tuo aspetto. Le sigarette, sai... qui le chiamiamo "chiodi da bara", perché questa roba... ti ammazza. (Wolverine)
  • Nascondiamo una piccola bugia e ne mettiamo una manciatina. | Lavoriamo e fabbrichiamo sigarette. | La gente si prende una pausa dallo stress della vita | rilassandosi con le sigarette di giorno e di notte.
    Mi piace avere le sigarette, sempre e comunque. | Mi fanno sentire calmo quando la giornata sta per finire.
    E se mi fanno venire il cancro prima dei novanta, me ne frego. Chi diavolo vuole arrivare ai novanta, in fondo?
    Così con una piccola bugia e una piccola manciatina, | lavoriamo e fabbrichiamo sigarette. | La gente si prende una pausa dallo stress della vita | rilassandosi con le sigarette di giorno e di notte. (South Park)
  • Nell'altra tasca le mie dita urtarono contro le sigarette. Ne presi una e l'accesi. Mi sentivo come chi, ultimato un lavoro, si siede a tirare una meritata boccata di fumo. Volevo vivere. (Yukio Mishima)
  • Nelle prove cruciali la sigaretta è un aiuto più efficace dei Vangeli. (Emil Cioran)
  • – Noi non vendiamo TicTac, vendiamo sigarette. Sono fiche, disponibili e danno assuefazione. Il lavoro è praticamente già fatto. Questo ambientalista ci sta sfidando. Dobbiamo trovare una risposta. Io vi domando: "quando quello stronzo ci metterà Capitan Uncino sui pacchetti, noi che cazzo faremo?"
    – BR.
    – Si, Nick.
    – Se mi permetti. Nel 1910 producevamo dieci miliardi di sigarette l'anno. Nel 1930 siamo arrivati a centoventitré miliardi. Che è successo nel frattempo? Tre cose: la guerra mondiale, le diete e il cinema.
    – Il cinema?
    – 1927, nasce il cinema sonoro. All'improvviso i registi devono dare agli attori qualcosa da fare mentre parlano. Cary Grant, Carole Lombard fumavano. Bette Davis, una ciminiera. E Bogart? Vi ricordate il primo film con Lauren Bacall?
    – Be', sì... cioè, non precisamente...
    – Oh... Lei entra ancheggiando sinuosamente, ha diciannove anni, puro sesso. E dice: "Qualcuno ha un fiammifero?" Bogey gli lancia la scatola... e lei la prende. La più grande storia d'amore del secolo, come è iniziata? Accendendo una sigaretta.[2] Oggi quando qualcuno fuma in un film, o è uno psicopatico o è un sudamericano.[3] Il messaggio che Hollywood deve mandare è: "fumare è fico". Ci serve il cast di-di Will & Grace che fuma in salotto. Forrest Gump che da un tiro tra un cioccolatino e un altro. Hugh Grant che riconquista l'amore di Julia Roberts con un pacchetto della sua marca preferita: le sue Virginia Slims. La maggior parte degli attori già fuma, se cominciano a farlo sullo schermo, possiamo riportare il sesso nelle sigarette. (Thank You for Smoking)
  • Non c'è nessuno che smetta di fumare. Si sospende, al massimo. Per giorni. O per mesi; o per anni. Ma nessuno smette. La sigaretta è sempre lì, in agguato. Qualche volta salta fuori nel bel mezzo di un sogno, magari cinque, o dieci anni dopo aver «smesso». Allora senti il contatto delle dita sulla carta; senti il leggero, sordo, rassicurante rumore che fa quando la batti sul piano della scrivania; senti il contatto delle labbra sul filtro ocra; senti lo scratch del fiammifero e vedi la fiamma gialla, con la base azzurra. Senti addirittura la botta nei polmoni, e vedi il fumo che si diffonde fra le carte, i libri, la tazzina di caffè. (Gianrico Carofiglio)
  • Non conto mai le sigarette che fumo ogni giorno, altrimenti mi innervosirei e fumerei di più. (Zdeněk Zeman)
  • Per l'entusiasmo mi accendo | ma devo ammetterlo | un soffio e mi spengo a metà | come la sigaretta | di chi vuole smettere. (Caparezza)
  • Poche persone al mondo sanno cosa sia essere veramente disprezzati. Ma chi può biasimarle? Io mi guadagno da vivere rappresentando un'organizzazione che uccide milleduecento esseri umani al giorno. Milleduecento persone. Stiamo parlando di due jumbo stracarichi di uomini, donne e bambini. Praticamente c'è Attila, Genghis Khan... e io, Nick Naylor, il volto delle sigarette, lo Zio Sam della nicotina. (Thank You for Smoking)
  • Porta sempre con te sigarette e un accendino, rompono il ghiaccio. (Spy Game)
  • Quando cominci a ciondolarti sulle gambe, quando ti accendi un'altra sigaretta per far passare altri cinque minuti anche se hai la gola che ti brucia e la bocca talmente impastata da credere di aver mangiato un copertone, così anche gli altri se ne accendono una e si sta lì ancora un po', insomma quando è così è veramente ora di andare a letto. (Marco Malvaldi)
  • [Tigre prende un piccolo razzo a forma di sigaretta]
    – Questo è il nostro speciale minirazzo. È molto utile per la gente che fuma troppe sigarette come lei. [Aki accende la sigaretta e Tigre la prende e lancia un razzo] Preciso fino a trenta metri.
    – Molto carino.
    – Può salvarle la vita, questa sigaretta.
    – Sembra un annuncio pubblicitario. (Agente 007 - Si vive solo due volte)
  • Riaccendere un amore è come riaccendere una sigaretta. Il tabacco s'invelenisce; l'amore, anche. (Gabriele D'Annunzio)
  • Sicarrètte cu 'o sfizio.[4] (modo di dire napoletano)
  • So fare figure di fumo. È il mio lavoro. Porto alle labbra la sigaretta, aspiro con calma e concentrazione, inclino la testa un po' all'indietro e, quasi sospeso sulla punta dei piedi, soffio lentamente nell'aria una sottile colonna di fumo che poi modello a mio piacimento. (Antonio Albanese)
  • – Spendi più di quattro dollari per un pacchetto di sigarette?
    – Ci mettono meno sostanze chimiche dentro.
    – Cioè, sono sigarette salutari?
    – Cose del genere.
    – Oh, ma se hanno meno sostanze chimiche, dovrebbero anche costare di meno, non trovi?
    – Ci mettono il salnitro nelle tue sigarette, le fa bruciare più in fretta in modo che tu ne fumi di più. Vuol dire che a conti fatti, le tue sigarette in realtà ti costano di più, non di meno. (Certamente, forse)
  • – Ti hanno mai spento una sigaretta addosso?
    – Perché, dove si spegne sennò? (Deadpool)
  • Tu morirai giovane perché fumi trenta sigarette al giorno dall'età di quindici anni; e andrai all'Inferno perché ti sei tolto la vita. Sei fottuto. (Constantine)
  • Una volta erano ottanta sigarette al giorno. La dottoressa mi ha detto che devo ridurle a cinque perché il fumo riduce la quantità di ossigeno che va al cervello, e quindi istupidisce: un tempo invece aguzzava l'ingegno. Non so se crederle. Il mondo è proprio cambiato. (Valentino Parlato)
  • Vivi in bilico | e fumi le tue Lucky Strike | e ti rendi conto | di quanto le maledirai. (Vasco Rossi)

Italo SvevoModifica

  • Adesso che son qui, ad analizzarmi, sono colto da un dubbio: che io forse abbia amato tanto la sigaretta per poter riversare su di essa la colpa della mia incapacità? Chissà se cessando di fumare io sarei divenuto l'uomo ideale e forte che m'aspettavo? Forse fu tale dubbio che mi legò al mio vizio perché è un modo comodo di vivere quello di credersi grande di una grandezza latente.
  • Le mie giornate finirono coll'essere piene di sigarette e di propositi di non fumare più e, per dire subito tutto, di tempo in tempo sono ancora tali. La ridda delle ultime sigarette, formatasi a vent'anni, si muove tuttavia. Meno violento è il proposito e la mia debolezza trova nel mio vecchio animo maggior indulgenza. Da vecchi si sorride della vita e di ogni suo contenuto. Posso anzi dire, che da qualche tempo io fumo molte sigarette.... che non sono le ultime.
  • Ma fumai subito l'ultima sigaretta; e non era la mezzanotte, ma le ventitré, un'ora impossibile per un'ultima sigaretta.
  • Penso che la sigaretta abbia un gusto più intenso quand'è l'ultima. Anche le altre hanno un loro gusto speciale, ma meno intenso. L'ultima acquista il suo sapore dal sentimento della vittoria su sé stesso e la speranza di un prossimo futuro di forza e di salute. Le altre hanno la loro importanza perché accendendole si protesta la propria libertà e il futuro di forza e di salute permane, ma va un po' più lontano.

SloganModifica

  • Comincia dalla prima sigaretta... il lento suicidio dei coglioni.
  • Tenete lontani i bambini dalle sigarette.

Slogan pubblicitariModifica

  • Come vivere a lungo fumando 145 sigarette al giorno. [frase pronunciata da un teschio]
  • Farei chilometri per una Camel.
  • La Winston ha il buon sapere che la sigaretta deve avere.
  • Nella vostra città ci saranno più cammelli che in Africa e in Asia. [slogan della Camel]

NoteModifica

  1. «Don Raffaele, voi con la sigaretta e io col mozzicone facciamo (tiriamo fuori) lo stesso fumo.» Quel che conta è il risultato, che si può ottenere anche con mezzi modesti e perciò con maggior merito.
  2. Riferimento al film del 1944 Acque del sud (To Have and Have Not), regia di Howard Hawks.
  3. Nella versione originale: «These days, when someone smokes in the movies, they're either a psychopath or a European.»
  4. «Sigarette con lo sfizio.» Sigarette di contrabbando esposte nel seno o nelle calze della venditrice e prelevate, in modalità self-service, dal cliente stesso.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica