Crozza nel Paese delle Meraviglie

Crozza nel Paese delle Meraviglie, programma televisivo italiano satirico in onda su LA7 tra l'ottobre 2012 e il dicembre 2016.

Prima stagioneModifica

Puntata 1, 19 ottobre 2012

Video disponibile su Youtube.com.

  • Cos'è? Cos'è? Ma che Paese è? | Cos'è? Che incanto intorno a me! | Cos'è? Guarda che meraviglia, che stupore, che allegria! | Ma cos'è? Cos'è? | [...] Cos'è? Cos'è? Qualcosa qui non va! | Cos'è? La 'ndrangheta in città. | Cos'è? Eppur dovremmo essere i migliori per cultura e per tesori | ed invece solo orrori, ma cos'è? | Forse avevamo un sogno che un giorno si esaurì, | siam diventati furbi, tutto è cominciato lì, | un morbo oppure un virus oppure una malattia | e ora c'è un merdone invece che democrazia. | Oh no, cos'è? Aumenta tutto un po', | eh sì, le paghe invece no! | E poi c'è truffa e corruzione, | malaffare ed estorsione, coma mai? Cos'è? | Cos'è? Magia. Questi banditi che stan lì, decidono per me, | sicché si danno stipendioni da magnate, | troie, ostriche a palate, | arroganza e ruberia, | viene voglia di andar via. | Potremmo essere la Svizzera | e invece siamo sempre qua, ma va! | Oddio, che c'è? Non ne potete più? | Eh già, lo dicono in tivù. | Lo so ci son tante altre cose che dipendono da loro | tipo il posto di lavoro, chi ce l'ha?! | [...] Ma forse questi mostri, che ci crediate o no? | In fondo, sotto sotto, noi gli assomigliamo un po', | furbetti e paraculi siamo fatti un po' così, in fondo son talenti di chi è sempre stato qui. (Cappellaio Matto[1], min. 00:00:20-00:02:15) [sulle note della canzone Cos'è? di Nightmare Before Christmas]

Puntata 4, 9 novembre 2012

Video disponibile su Youtube.com.

  • Ragazzi, non è che se ti pesti un dito mentre appendi un quadro poi fai causa al pittore. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:01:50-00:01:55)
  • Siam mica qui a chiamare i RIS di Parma per indagare sulla morte del cigno, eh ragazzi. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:02:50-00:02:55)
  • Siam mica qui a convincere la zanzara che quando la schiacci stavi facendo un applauso per commemorarla. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:05:30-00:05:35)

Puntata 18, 22 marzo 2013

Video disponibile su Youtube.com.

  • Devo chiamare Bersani, lo so. Ma chillo non ha i numeri, non ce li ha. Anche quando andava a scuola, sua madre mi diceva che quando andava a parlare con la maestra diceva: "suo figlio si applica ma non ci arriva." Non ha i numeri. (Giorgio Napolitano[1], min. 00:05:15-00:05:35)
  • Siam mica qui a mettere la sveglia alla Bella Addormentata, eh. Presidente, non è che se c'hai la glicemia alta devi vestirti solo Gabbana. No perché parliamoci chiaro, non è mica che Pinocchio va a trovare i parenti all'Ikea. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:07:10-00:07:25)
  • Siam mica qui a regalare il tagliaunghie a Edward mani di forbice. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:10:50-00:11:00)
  • Un anno fa pensavamo che gli unici in grado di salvare questo Paese sarebbero stati i tecnici, no? Ve li ricordate i tecnici? Non hanno fatto niente i tecnicci, a volte hanno anche peggiorato la situazione. Cioè è come se tu avessi un graffio in una macchina su una portiera, la porti dal carrozziere e dici "Eh be', adesso me la farà ritornare blu com'era, no?" Invece poi la vai a prendere e la macchina è tutta un graffio. "Eh, gliel'ho fatta color graffio così non si nota..." (Maurizio Crozza, min. 00:20:40-00:21:05)

Puntata 19, 29 marzo 2013

Video disponibile su Youtube.com.

  • Siam mica qui a cercare Via Crucis su tutto Città, eh. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:00:55-00:01:00)
  • Siam mica qui a mettere la tuta blu alle api operaie, eh ragazzi. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:01:35-00:01:40)
  • C'ho provato a fare i miracoli, eh... C'ho provato. Però se cammino sulle acque mi dicon che non so nuotare, se moltiplico i pani e i pesci mi dicono che non penso ai celiaci, se cambio l'acqua in vino chiamano i NAS, se dico a uno "Alzati e cammina" mi dicono basta con Veltroni, ragazzi... (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:03:55-00:04:20)
  • Siam mica qui a fare i sindacalisti ai Sette Nani. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:05:10-00:05:15)
  • Se te vai all'Oktoberfest, l'orzata non la trovi mica, eh. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:05:20-00:05:25)
  • Perché ragazzi diciamolo, non è che alla gallina a Pasqua ci fai ingoiare il portachiavi per far l'uovo con la sorpresa, eh. (Pier Luigi Bersani[1], min. 00:06:05-00:06:15)

Puntata 20, 5 aprile 2013

Video disponibile su Youtube.com.

  • "Decrescita felice" sembra un ossimoro tipo "ghiaccio bollente", "illustre sconosciuto", "Bersani premier". [...] Sono parole che non sono fatte per stare insieme, no? Decrescita felice cioè "tutti un po' più poveri, ma tutti un po' più felici". Che bello, eh? (Maurizio Crozza, min. 00:34:20-00:34:50)
  • La decrescita felice è una filosofia di vita interessante perché propone una riduzione selettiva del PIL. Ci dice in pratica che non possiamo continuare a crescere, a produrre sempre di più, in modo sfrenato, no? Se ci pensate la decrescita felice è una teoria giusta e fantastica. È una teoria giusta e fantastica, però per chi è già cresciuto. (Maurizio Crozza, min. 00:35:30-00:35:55)

Seconda stagioneModifica

Puntata 11, 21 marzo 2014

Video disponibile su Youtube.com.

  • Carlo Cottarelli detto anche "il cacciatore di tagli". L'uomo che ha fatto del risparmio una leggenda. Porta la stessa cravatta da ventisei anni. Guardate che faccia da duro che ha. [...] Sembra veramente un attore dei film di Leone. Sembra Tex Willer, la volta che gli hanno ammazzato il cavallo però, guarda un po'. Anzi lui non è Tex Willer, lui è Tax Willer. "Quando un uomo con lo stipendio incontro un uomo con la spending review, l'uomo con lo stipendio è un uomo morto." Cioè se Clint Eastwood incontra Cottarelli, te lo giuro che se la fa addosso, si caga addosso. (Maurizio Crozza, min. 00:15:40-00:16:25)
  • Pensate che il negozio di Eataly a New York è quello più visitato insieme a quello della Apple. Quando esce la bistecca 5S c'è la gente che fa la fila davanti la vetrina tre giorni prima. E dire che la bistecca costa più dell'Iphone. Però ne vale la pena, c'è gente che appena esce si fa la foto con la bistecca. [...] L'unico difettuccio di Eataly è che costicchia un po' però, la qualità non si discute, ragazzi. L'ultima volta che io c'ho mangiato ho ordinato bresaola su letto di rucola e il letto era della Flou. E anche sulla spesa si va sul sicuro, se tu prendi gli hamburger. Sulla confezione degli hamburger di manzo c'è scritto "per realizzare questo prodotto non è stato maltrattato nessun animale". Cioè è la mucca che si è offerta, ha detto "senti...". Perché nella religione delle mucche, se sei stata brava nella vita entri negli scaffali di Eataly. [...] Chi se l'è inventata Eataly? Se l'è inventata questo signore [Oscar Farinetti] qua, che è identico a Japino. [...] L'idea originaria di Eataly però non era proprio la sua, era un vecchio pallino di Carlo Petrini. Era lo slow food, il mangiare lento, mentre mangi lento, Farinetti fa il grano veloce. No ma è un tipo interessante Farinetti perché vede lontano, fiuta le cose. Guarda che prima si è inventato Unieuro, poi ha lanciato Eataly e adesso è diventato uno dei grandi ideologi di Renzi insieme a Baricco, Fonzie e gli One Direction. Guarda che Farinetti è un personaggio curioso perché è mezzo imprenditore e mezzo santone. [...] Parla come Mosè, solo che Mosè aveva meno tavole di lui. Cioè ha la verità in tasca. Cioè in una tasca c'ha il lardo di colonnata e nell'altra c'ha la verità. quando lo incontri tu ti accontenteresti anche del lardo di colonnata e invece ti becchi un pippone sulla lezioncina dell'onestà. (Maurizio Crozza, min. 00:39:15-00:43:00)
  • La furbizia è in antitesi all'onestà. È come vestirsi in frac con una merda in testa. Cioè puoi farlo, eh, puoi farlo e da lontano sembri anche bello, solo che quando ti avvicini senti una puzza tremenda. (Maurizio Crozza, min. 00:43:50-00:44:15)
  • Enigmi irrisolti del mondo animale. Scoperto a Vienna un orangotango che si faceva chiamare "orangovalzer". (Roberto Giacobbo[2], min. 01:10:30-01:10:40)
  • I mariachi se cantano per troppo tempo sotto il sole diventano i "mariacidi"? (Roberto Giacobbo[2], min. 01:11:00-01:11:15)

Puntata 14, 11 aprile 2014

Video disponibile su Youtube.com.

  • Ma io mi chiedo: ma perché gli architetti fanno 'ste robe qua? Ma ce l'hanno col mondo? Hanno subito dei traumi all'università? Per cinque anni li hanno menati con dei righelli? Cos'è successo? "Appena esco di qua me la pagate tutti, bastardi! Vi progetto una merda davanti a casa, te lo giuro!" (Maurizio Crozza, min. 00:32:40-00:33:00) [In merito alle piramidi di largo Beltrami, all'ingresso principale del Castello Sforzesco di Milano, progettate da Alessandro Scandurra in occasione dell'Expo 2015]

Terza stagioneModifica

Puntata 2, 10 ottobre 2014

Video disponibile su Youtube.com.

  • Però alla fine è uscito il capolavoro, il vero capolavoro, la Panda. [...] Era il 1980, ne hanno vendute più di sei milioni, eh raga. Un successo mostruoso: a un certo punto in Italia c'erano più Panda che italiani. Non s'è mai capito se gli ingegneri della FIAT avessero progettato prima la Panda o prima il rumorino. Bella 'sta vibrazione assurda a trenta all'ora – che figata! – costruiamoci una Panda intorno. È stata un'intuizione straordinaria: far rivivere dopo duemila anni il mito di Sparta, bellissimo. Dentro non c'era niente [...] non c'era il cruscotto. [...] C'era una sacca della spesa, ve lo ricordate? Era una macchina fantastica: mettevi gli occhiali e gli occhiali andavano direttamente nel motore. Consumava più occhiali che benzina. Era bellissima. I sedili, ve li ricordate che erano sdraiette da mare. Sai quelli col perno: era un pezzetto di legno, tiravi giù [il sedile] e mettevi il perno. (Maurizio Crozza, min. 00:05:05-00:06:25)

Puntata 4, 25 ottobre 2014

Video disponibile su Youtube.com.

  • Mo bevo un caffè | che è sempre bono e tira su l'umore, | bono sto caffè | che te dà 'n senso come de calore, | dateme 'n caffè giuro | che nun me farà male ar core, | beve caffè è quasi magia, | al cinquantesimo è tachicardia. (Maurizio Crozza, min. 00:56:15-00:56:40) [sulla note di Tanto pe' canta']
  • Il caffè espresso [...] per noi italiani è un rito. Il caffè espresso regola la nostra vita di italiani. Prendi il lavoro. Che cos'è il lavoro? Il lavoro in Italia è quella cosa inutile che si fa tra una pausa caffè e l'altra. Se in Italia togliessero la pausa caffè, il nostro PIL raggiungerebbe quello della cina in due settimane, ve lo giuro. (Maurizio Crozza, min. 00:57:40-00:58:15)

Puntata 7, 14 novembre 2014

Video disponibile su Youtube.com.

  • Una volta ho sentito una storiella che si adatta benissimo al populismo di destra. Ci sono un politico di destra, un immigrato e un elettore intorno a un tavolo con dodici biscotti. Il politico arraffa undici biscotti e dice all'elettore "Attento, l'immigrato vuole prendere il tuo!" (Maurizio Crozza, min. 00:10:35-00:11:00)
  • La teoria delle stringhe è che alla fine nella scarpa ti ritrovi sempre con un laccetto più corto dell'altro. E questa è scienza? No, è stupidità. Che potremmo comprarci tutti i mocassini. (Antonino Zichichi[1], min. 00:26:15-00:26:30)

Puntata 12, 27 febbraio 2015

Video disponibile su Youtube.com.

Puntata 16, 27 marzo 2015

Video disponibile su Youtube.com.

  • [Conchita Wurst] può fare il testimonial sia delle autoreggenti che del rasoio bilama. (Maurizio Crozza, min. 00:08:30-00:08:40)
  • Io non sono qui a vantarmi perché non sono le dimensioni del PIL che contano, ma come lo usi. (Matteo Renzi[1], min. 00:24:35-00:24:45)
  • Il lusso vero è fingere di essere poveri. (Sergio Marchionne[1], min. 00:43:00-00:43:05)

Puntata 17, 10 aprile 2015

Video disponibile su Youtube.com.

  • [Sulle note di Alla fiera dell'est] [...] Alla fiera dell'Expo, per tre anni neanche un mattone però si spostò. | E venne un commissario che fu cacciato, | ne venne un altro che fu indagato | e intanto pompava milioni all'Expo. | Alla fiera dell'Expo quanti appalti: | ce n'è per tutti e di più per le coop. | Ma c'è un ritardo, e allora emergenza e pochi controlli e subappalti, la corruzione. | C'era tutto e non c'era l'Expo. | Alla fiera dell'Expo dopo anni un padiglione alla fine spuntò. | E venne la finanza, chiamò il tribunale, che fece la retata, le perquisizioni, che trovò le prove e arrestò tutti. | E un'altra volta l'Expo si fermò. | Alla fiera dell'Expo molti soldi eran spariti già da un bel po'. [...] E passa il tempo, lavorano di notte, niente collaudi, fanno i camuffi, regalano i biglietti, sequestrano i cinesi, ti portano lì a forza, se no sei un gufo | Dai coraggio ancora sei mesi e poi finisce... 'sto cazzo d'Expo! (Angelo Branduardi[1], min. 00:45:05-00:47:15)

Puntata 18, 17 aprile 2015

Video disponibile su Youtube.com.

  • Le FEMEN sono un gruppo di ragazze che in tutta l'Europa si batte per i diritti civili e umani. Usano dei metodi alle volte un po' provocatori per lanciare i loro slogan. Per esempio, vedete, si scrivono sul petto. Praticamente sono come dei Salvini senza felpa. A me le FEMEN piacciono un po' perché adoro il loro stilista e un po' perché ogni tanto ci azzeccano. (Maurizio Crozza, min. 00:02:05-00:02:40)

Puntata 20, 8 maggio 2015

Video disponibile su Youtube.com.

  • L'Expo, finalmente! La grande esposizione universale dei cavi elettrici scoperti. [...] L'Expo è bellissimo. Appena arrivi all'ingresso ti regalano una copia del Corriere della Sera. Ve lo giuro. Ma non per leggerlo. Per farci un cappellino da muratore e ti metti lì, con gli altri, a finire i lavori, gli dai una mano. Appena arrivi, l'impatto è impressionante. Più che "Nutrire il pianeta", il tema dell'Expo sembra che sia "Nutrire gli architetti". Ci sono centinaia e centinaia di padiglioni meravigliosi tra i quali, tra l'altro... un paio già visibili. Architetture assurde: legno, acciaio, vetro, forme curve. È a metà tra Disneyland e Fukushima. (Maurizio Crozza, min. 00:33:55-00:34:45)

Puntata 21, 15 maggio 2015

Video disponibile su Youtube.com.

  • Andrea Zalone: Lei è in Senato e nella commissione sulle politiche dell'Unione Europea...
    Antonio Razzi[1]: Ah... No, questo non credo...
    Andrea Zalone: Sì-sì, no-no... Guardi che c'è anche sul...
    Antonio Razzi[1]: Io non credo che adesso per prendere il vitalizio in cambio il Senato mi chiede di fare qualcosa.
    Andrea Zalone: Come no? Certo.
    Antonio Razzi[1]: Non credo, perché sarebbe ricatto. (min. 00:31:30-00:31:50)

Quarta stagioneModifica

Puntata 9, 6 dicembre 2015

Video disponibile su Youtube.com.

  • Le pensioni continuano a calare, chi lavora smetterà sempre più tardi e aumentano i ragazzi a spasso. In una parola: disastro. In due parole: Giuliano Poletti. Ecco, un ministro del lavoro che ti porta questi risultati, in un'ipotetica classifica di gradimento fra gli italiani come me lo piazzi? Come minimo te lo aspetti all'ultimo posto dopo i maroni incastrati nella zip dei jeans. [...] Invece Poletti piace. [...] tra tutti lui è il ministro più gradito dagli italiani. Come se Garcia fosse l'allenatore più gradito dai romanisti. Sembra assurdo. Eppure sapete cosa vi dico? Non lo è. C'è una logica. Perché Poletti ha una dote che agli italiani piace tantissimo: stupisce Poletti, sorprende, spiazza. Quando parla non sai mai dove finisce la provocazione e dove inizia la follia. A modo suo è un artista, surrealista. Tipo Salvador Dalí. Infatti "da lì" Poletti se ne dovrebbe andare subito. (Maurizio Crozza, min. 00:09:15-00:10:30)

Puntata 10, 11 dicembre 2015

Video disponibile su Youtube.com.

  • Kim Jong-un: un dittatore sanguinario che è in guerra con tutto il mondo, soprattutto il mondo dei parrucchieri. (Maurizio Crozza, min. 00:14:10-00:14:20)
  • [Le lenticchie] Ma certo portano soldi, lo sanno tutti. Come i ragni in casa, il topino dei denti, schiacciare una merda. Immagino che lei le feste le passi a calpestare topi immerdati circondati da ragni giganti! [...] Da quanti anni è che lei mangia lenticchie a capodanno? [...] Quindi adesso sarà ricco come Bill Gates, Zuckerberg, Murdoch... tutti grandi mangiatori di lenticchie e schiacciatori di merde, evidentemente. (Iothin Cook[3], min. 00:35:10-00:35:40)
  • Capisce ora perché i Re Magi portavano oro invece che panettoni? Perché costava meno. (Iothin Cook[3], min. 00:36:40-00:14:20)
  • [L'oroscopo] Ma certo che c'azzecca! Lei pensi che nell'universo ci sono miliardi e miliardi di stelle che si spostano nello spazio solo per far sapere a lei come andranno amore, salute e soldi! (Iothin Cook[3], min. 00:37:25-00:37:35)
  • Hai mai riflettuto sul fatto che nel 2016, secondo l'oroscopo, a lei e a un aborigeno australiano nato nel suo stesso giorno succederanno le stesse cose? Lavoro: evitate contrasti col vostro capo ufficio. Che minchia di capo ufficio ha mai avuto un aborigeno australiano?! (Iothin Cook[3], min. 00:38:00-00:38:20)
  • [Sulla catena di sant'Antonio] Noi la chiamiamo "la catena di San Gestore". Non dimentichi che i messaggini rappresentano cerca il 20% del fatturato globale di una compagnia telefonica. (Iothin Cook[3], min. 00:38:35-00:38:45)
  • Semina maldicenza: riga la macchina del Re di Spagna e di' in giro che è stata la Merkel, poi metti il Guttalax nella birra alla Merkel e dille che è stata la regina d'Inghilterra, vai in Olanda dove c'è scritto "zoccoli" ci metti la "e" e togli la "i" e gli dici che sono stati gli svedesi. E quando tutti si mandano affanculo tu ci vendi le bombe atomiche! (Antonio Razzi[1], min. 01:01:35-01:02:00)

Puntata 11, 26 febbraio 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • L'alimentazione non è una scienza, è una teoria esoterica. Non ci sono certezze, ci devi credere e basta: è fede. E infatti nel cibo ci sono le sette come nelle religioni, no? Ci sono i vegetariani che non mangiano carne, ma mangiano uova e latte; poi ci sono i crudisti che mangiano solo roba cruda; i fruttaliani, che mangiano solo frutta sia cotta che cruda; i fruttariani poi – con la "r" – che mangiano solo frutta cruda e poi ci sono anche i fruttariani simbiotici, anche loro mangiano solo frutta cruda però direttamente dagli alberi. Li riconosci perché sono quelli che nei parchi pubblici si litigano le noci con gli scoiattoli. Avete mai sentito parlare del respirianesimo? Ve lo giuro, esiste. Gente che si nutre di aria, si alimenta con la fotosintesi. In Italia sono circa 1300... 1299... 1298... 1297... [...] Sai, non mangiando tendono ad estinguersi. Comunque la setta più agguerrita in questo periodo è sicuramente quella dei vegani, quelli che non mangiano animali né derivati. Sono dappertutto, si mimetizzano fra gli esseri umani e hanno un'unica missione nella vita: cagarti il cazzo mentre mangi. Hanno sempre questo approccio aggressivo: non ti dicono come fa bene quello che mangiano loro, ti dicono quanto fa male quello che mangi tu. Se ne porti uno a pranzo, belìn, ti guarda come se, belìn, fossi Hannibal Lecter! Cioè lo capisci che ti odia. Che tra l'altro l'aggressività dovrebbe essere tipica dei cannibali, non di chi mangia erba, giusto? Ti viene anche il dubbio che ti detesti perché sei fatto di carne. Se fossi fatto di seitan ci sarebbe più empatia. Lui mangia tofu, ma in realtà quello che lo nutre davvero è l'odio verso di te: è un odiariano. Ho detto "lui", ma in realtà il veganesimo è più diffuso nel genere femminile. E lì, se trovi il combinato "donna+vegana" ti conviene veramente diventare respiriano. Ecco chi sono i respiriani: sono i fidanzati delle vegane che si sono rotti i coglioni. Preferiscono lasciarsi morire pur di non discutere. (Maurizio Crozza, min. 00:42:00-00:44:25)
  • Guardi che la zucca è molo sensibile, sa? Se non le chiede scusa rilascia il "gangarone". [...] È una tossina che quando la mangia le fa cadere gli arti. Io avevo questo mio amico che ad Halloween ha preso una zucca, l'ha scolpita col coltello senza chiederle scusa, anzi raccontava pure delle barzellette sulle mamme delle zucche. E a un certo punto l'ha mangiata e hanno iniziato a cadergli gli arti, le braccia, poi le gambe. Adesso fa il fermaporte al comune di Sondrio. Non si scherza col "gangarone"! (Germidi Soia[4], min. 00:48:05-00:48:40)
  • Visto che vivrò cinquant'anni in più rispetto ai mangiacadaveri cosa vuole che mi importi a me della... [sospiro nostalgico] pancetta. (Germidi Soia[4], min. 00:49:25-00:49:35)

Puntata 12, 4 marzo 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • Vendola è l'uomo più prolisso che esista, ve lo giuro. E adesso sta per sposarsi con Eddy. Per rispondere "sì" ci metterà quattro settimane, ci saranno gli invitati che dormiranno nelle tende della protezione civile, i testimoni si terranno in piedi con le anfetamine. (Maurizio Crozza, min. 00:36:55-00:37:15)
  • [Passeggiando nel parco] Adoro, nell'aria fresca prodotta dalle piante quando non emettono anidride carbonica, spostare gli arti inferiori alternativamente uno davanti all'altro. (Nichi Vendola[1], min. 00:38:10-00:38:15)
  • [Sedendosi] [...] è opportuno mutare la condizione delle nostre membra affinché traggano giovamento da una condizione di ozio. (Nichi Vendola[1], min. 00:38:25-00:38:35)
  • [Cantando al figlio] Per fare un albero... ci vuole un elemento organico contenuto all'interno di un frutto che interrato e opportunamente annaffiatogli da il germoglio. (Nichi Vendola[1], min. 00:38:45-00:38:55)
  • [Dopo aver cantato una ninna nanna al figlio] Ho appena assemblato una manciata di note sperando che Morfeo lo accogliesse tra i suoi prolungamenti degli arti. (Nichi Vendola[1], min. 00:39:25-00:39:35)
  • La classica famiglia all'italiana: quella costituita da un babbo, da un altro babbo, un ovulo norvegese, lo spermatozoo canadese e una clinica californiana. (Nichi Vendola[1], min. 00:40:30-00:40:45)
  • Cari amici, io voglio rassicurarvi: in questo ristorante tutti i cereali, gli ortaggi e la frutta che cucineremo sono volontari. (Germidi Soia[4], min. 00:55:25-00:55:35)

Puntata 13, 11 marzo 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • Io penso che la democrazia è un errore. Infatti l'hanno inventata i greci e guarda che fine hanno fatto i greci! (Antonio Razzi[1], min. 00:32:55-00:33:10)
  • Hitler, Mussolini, Stalin e Ollio, Pol Pet... erano tutte persone pulite, di una educazione... salutavano sempre i vicini. (Antonio Razzi[1], min. 00:37:30-00:37:45)
  • [Noi per] non ferire la natura abbiamo detto "stop" a quegli orribili strumenti di tortura medievale che sono le posate. Secondo Amnesty International il 100% del cibo subisce ogni giorno mutilazioni permanenti dovuti a coltelli e forchette. [...] È la filosofia lecchista: [...] non masticare mai i cibi, leccarli finché si consumano, è un approccio molto meno invasivo. E poi così un piatto lo gusti molto di più. È capace che una melanzana ti può durare anche per sei o sette settimane. (Germidi Soia[4], min. 00:58:45-00:59:35)

Puntata 14, 18 marzo 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • Però non dimentichiamo anche il mio periodo briciolista. [...] Per due anni mi sono nutrito solo di briciole che raccoglievo dove capitava. Questo per evitare gli sprechi alimentari. Quando volevo cenare fuori andavo al parco coi piccioni. [...] Ho smesso quando uno stormo ha capito che gli stavo rubando le briciole e mi ha sommerso di guano. Sono passati due anni e ancora un po' si sente. [annusandosi] (Germidi Soia[4], min. 01:02:35-01:03:10)
  • Andrea Zalone: Il latte di soia che deve bollire a 79° come lo calcola? Col termometro?
    [...]
    Germidi Soia[4]: La mia cucina è completamente naturale, non uso termometri, nulla deve andare in contatto con gli alimenti. [...] Be', sì, nella cucina ayurvedica infilare un termometro in un alimento è considerato violenza carnale. [...] Lei forse non sa che le carceri sono piene di termometri. (min. 01:07:20-01:07:50)
  • Figlio di soia! [imprecazione dopo essersi ustionato per sentire la temperatura del latte di soia in ebollizione] (Germidi Soia[4], min. 01:08:25-01:08:30)

Puntata 15, 1º aprile 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • Edward Luttwak, l'uomo con la guerra nel sangue. Da bambino la prima parola che ha detto non è stata "mamma" ma è stata "mitra". (Maurizio Crozza, min. 00:22:45-00:22:55)
  • Per gli americani la pace è quell'intervallo di tempo che serve per ricaricare il bazooka. (Maurizio Crozza, min. 00:24:45-00:24:55)
  • Guerra fa parte di natura umana. Non l'ho inventata io. Io sono soltanto suo buon agente marketing. (Edward Luttwak[1], min. 00:26:00-00:26:20)
  • Papa re dei bugiardi. [...] Uno che non usa suo vero nome, ma nickname fa capire che non è sincero. (Edward Luttwak[1], min. 00:30:35-00:30:50)
  • Le persone buone sono come pop corn su carbonara: inutili nel migliore dei casi, tante volte sono anche idiote. (Edward Luttwak[1], min. 00:30:55-00:31:10)
  • [Tinder] ti segnala le persone single più vicino a te all'interno di una circonferenza di due chilometri e se tua moglie ti entra nel raggio di venti metri ti segnala anche l'avvocato divorzista più vicino. (Maurizio Crozza, min. 00:36:25-00:36:40)
  • [Parlando dei simil-cannelloni al quasi-ragù con finta besciamella]
    Andrea Zalone: Mi pare di capire che sia del tutto simile al piatto originale.
    Germidi Soia[4]: Sì-sì, a parte gli ingredienti, l'aspetto, il sapore, la soddisfazione nel mangiarlo. (min. 00:54:45-00:54:55)
  • [Parlando del tempeh] Si tratta di una poltiglia di semi di soia fermentati grazie ad un fungo che salda i semi in un viluppo di miceli bianchi. Si possono formare sulla superficie delle macchie, vede, e di spore nere o grigie. Ed è possibile percepire un leggero odore di ammoniaca. Dica la verità, non vede l'ora di assaggiarlo, vero? (Germidi Soia[4], min. 00:57:20-00:57:45)
  • Germidi Soia[4]: [...] come dice il proverbio "di alga hijiki non si butta via niente".
    Andrea Zalone: No, sarebbe "Del maiale non si butta via niente."
    Germidi Soia[4]: Noi vegani diciamo basta con questi proverbi che maltrattano gli animali.
    Andrea Zalone: Ah, pure i proverbi.
    Germidi Soia[4]: Infatti noi diciamo "Il seitan perde il pelo ma non il vizio".
    Andrea Zalone: Ma non ha senso...
    Germidi Soia[4]: "Mogli e piante di egoma dei paesi tuoi".
    Andrea Zalone: Ma non ha senso...
    Germidi Soia[4]: Ma soprattutto per buon augurio diciamo "In culo al tofu". (min. 00:58:20-00:58:55)

Puntata 16, 8 aprile 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • [Lo scandalo dei Panama Papers] è il più grande sputtanamento fiscale da quando hanno inventato i soldi. (Maurizio Crozza, min. 00:03:00-00:03:10)

Puntata 17, 15 aprile 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • Enrico Letta: il Papa Luciani della politica. È durato 33 giorni. Cioè, la carriera di una farfalla è durato. Sai, fai tanti anni da larva... appena ha aperto le ali gli è passato sopra Renzi con l'Hammer. (Maurizio Crozza, min. 00:16:20-00:16:35)

Puntata 18, 22 aprile 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • Bertolaso ragazzi, comunque è uno tosto eh, non si deprime mai. Il suo segreto è che ha un'altissima considerazione di sé [...]. C'è chi nasce numero uno e poi c'è lui [...]. Bertolaso obiettivamente non sarebbe il numero uno nemmeno su un'isola deserta. Se ci fosse lui, Robinson Crusoe perderebbe il ballottaggio con Venerdì. (Maurizio Crozza, min. 00:17:40-00:18:25)
  • Germidi Soia[4]: [Gli ingredienti] non vanno scelti. È il grosso errore della cucina tradizionale occidentale. Sono loro che devono scegliere noi. È il principio della cucina chattista.
    Andrea Zalone: Chattista?
    Germidi Soia[4]: Prendete un telefonino, chattate con un ortaggio, poi se accetta di incontrarvi potete usarlo.
    Andrea Zalone: Ma, scusi, è un po' complicato e anche un po' lunghetto...
    Germidi Soia[4]: Ma infatti, pure io dopo un po' mi sono rotto l'anima e sono passato alla cucina escortista.
    Andrea Zalone: Cos..?! No, cos'è?
    Germidi Soia[4]: Chiami un alimento, paghi e lo cucini in un motel. (min. 00:58:40-00:59:10)
  • Tutti sanno che l'azuki va masticato quarantotto volte prima di deglutirlo. Basta una volta in più o una volta in meno che l'azuki scatena il "baikun tengo". Il "baikun tengo" è un termine indonesiano dove "tengo" sta per "apocalittico, catastrofico, ira degli dei" e [baikun] "cagotto istantaneo". (Germidi Soia[4], min. 00:59:45-01:00:10)

Puntata 19, 29 aprile 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • Ma Salvini è così, non si è accontenta mai, è molto esigente con se stesso, deve sempre sparare una minchiata dopo l'altra, no cioè... deve sempre spararla più alta della precedente. È il Sergei Bubka della cazzata. (Maurizio Crozza, min. 00:06:25-00:06:45)

Quinta stagioneModifica

Puntata 1, 7 ottobre 2016

Video disponibile su Youtube.com.

  • Ci tengo a dire che non ho niente contro quel filone di film che hanno la trama... [...] Credo che sono mode, anche se fanno discreti incassi. Io credo che allo spettatore gli piace quando nel film c'è un'altalena con sopra un tipografo nudo che suona la cetra. Stacco. Nuvole. Stacco. Un'herpes. Stacco. Una suora nana che fuma. Stacco. Una lenta zoommata di venti minuti su Matt Damon che piange su un water d'oro. (Paolo Sorrentino[1], min. 00:28:55-00:29:45)

NoteModifica

  1. a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af Personaggio parodistico di Maurizio Crozza.
  2. a b Personaggio parodistico, conduttore della trasmissione Kazzenger, parodia di Voyager.
  3. a b c d e Personaggio parodistico, immaginario direttore della Inc. Cool 8, che trae spunto da Tim Cook.
  4. a b c d e f g h i j k l m n o p q r s Personaggio parodistico, immaginario chef crudista del ristorante Satut de Carton, ispirato allo chef Simone Salvini.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica