Calcio femminile

calcio giocato dalle donne

Citazioni sul calcio femminile.

  • Apprezzo gli sforzi delle ragazze, davvero [...]. Ma è chiaro che c'è una enorme differenza con i maschi. (Antonio Cassano)
  • Chi va vedere una partita di calcio femminile da subito se ne innamora. L'ho sentito dire da molte persone, questo avviene perché noi donne non facciamo calcoli, non pensiamo a metterci in mostra personalmente, ma il nostro gioco è passione pura senza che nessuna si tiri mai indietro. (Barbara Bonansea)
  • «Cioè, ora le donne le pagano per gioa' a pallone?». «Prima hanno voluto entra' ne' carabinieri, e ora vogliano mettessi a fa' ir carciatore di professione? Ora dìo io, ma ci sarà modo d'emancipassi senza fa' de' mestieri da stupidi...» (Marco Malvaldi)
  • Il calcio è una cosa seria e le donne non hanno nulla a che vederci. (Jack Charlton)
  • Il calcio femminile ha un Dio diverso, non minore, è un altro Dio. La cosa da ottenere è far diventare sempre più femminile il calcio femminile, che ha la circolarità come base, il gesto tecnico, il coraggio, la sincerità delle donne, la loro generosità. (Mario Sconcerti)
  • Il punto è squisitamente culturale: da noi il calcio femminile è soffocato da stereotipi che lo rendono poco appetibile, sì, parlo anche di sponsorizzazioni. Dunque, si deve cominciare a scuola, si deve far capire alle ragazze che anche nel calcio ci può essere una carriera e poi, naturalmente, ci si deve attivare perché questo si possa realizzare. E poi ci vuole qualità: il calcio femminile si merita gente intelligente, colta, preparata. Non gli scarti di un mondo, quello maschile, che non li vuole. (Carolina Morace)
  • [«Perché dovremmo vedere il calcio femminile?»] In quello maschile l'aspetto fisico ha superato quello tecnico. Da noi è il contrario, si possono apprezzare certi gesti. Un po' come guardare una gara degli Anni 60, quando c'era Rivera. (Sara Gama)
  • Le persone che seguono il calcio femminile in Italia sono probabilmente un po' limitate, non nell'accezione negativa del termine ma perché è tutto il movimento ora ad esserlo; mancano quasi le parole per parlare di calcio al femminile. (Regina Baresi)
  • Mi chiedono sempre se abbiamo un equivalente di Messi o Neymar nel calcio femminile. Sfortunatamente no. Non ho mai sentito di una calciatrice che abbia abbastanza soldi da anche solo pensare all'evasione fiscale... (Hope Solo)
  • [Sulle differenze tra calcio maschile e femminile] Noi uomini andiamo motivati insistendo sul valore della squadra avversaria, pungolando l'istinto competitivo, dicendo che gli altri sono più forti e sono pronti ad ammazzarti. Le ragazze invece hanno bisogno di sentire che hanno lavorato bene, che hanno qualità. Nella preparazione motivazionale, l'avversario non esiste, è un discorso con loro stesse. Poi, c'è un'altra differenza importante: la chiarezza. Se spieghi loro i motivi delle tue scelte [di allenatore], se sei trasparente e non nascondi nulla, continuano a dare il 100 per cento. Sempre. Prova a fare lo stesso con gli uomini, poi mi dici. (Maurizio Ganz)
  • Penso che il paragone [tra il calcio femminile] col calcio maschile sia antiquato. Stiamo sempre parlando di calcio. Non importa che siano uomini o donne. Le sole differenze sono nelle doti fisiche. Gli uomini sono più veloci, ma a parte ciò, la qualità è la stessa, il livello lo stesso, è la stessa cosa. (Linda Sembrant)
  • Per me non ha senso dire calcio "femminile". Mi considero invece una donna che gioca a calcio. (Ada Hegerberg)
  • Perché voi maschi guardate il campionato di calcio femminile? [...] Non state sostenendo un gioco innocente, cari amici. [...] Non si stanno giocando i mondiali di calcio femminile bensì i mondiali del livellamento sessuale. Senza lo strapotere dell'ideologia gender non si spiega il successo di questi campionati che prescrivono alle ragazze di tutto il mondo modelli contronaturali di forza, aggressività e ambizione capaci di distruggere la più delicata femminilità. [...] State attenti, tifosi maschi, il pallone rosa è una tentazione, un'esca: invece di gonfiarlo, bucatelo. (Camillo Langone)
  • [Nel 2016, «che realtà è quella del calcio femminile in Italia?»] Rispetto all'estero siamo ancora molto indietro. [...] In altri Paesi europei o in America il calcio femminile è una professione, in Italia no. Gli allenamenti all'estero sono giornalieri, in orari non serali, e le calciatrici possono dedicare tutto il tempo e tutte le energie al calcio. Noi ci alleniamo solo la sera dopo il lavoro, spesso dalle 20 alle 22. Inoltre in Italia i pregiudizi sono ancora molti e ne abbiamo avuto riprova anche di recente.... Le donne che giocano a pallone sono viste come dei "maschiacci". Del resto il calcio è considerato ancora uno sport prettamente maschile e la "leggenda" è che rovini il fisico femminile. Balle... (Regina Baresi)
  • [Sul divario tra calcio maschile e femminile] Se è una questione di cultura? Anche, di solito in Italia le donne sono in cucina. Se è una cosa gravissima? Non lo so, certo anche gli uomini devono mangiare. (Zdeněk Zeman)
  • Se uno viene a vedere una partita del femminile pretendendo di vedere il maschile, forse farebbe meglio ad andare a vedere il maschile. Noi a differenza del maschile trasmettiamo il cuore, la voglia, la passione, il sacrificio, la voglia di andare su ogni pallone, di non mollare un centimetro. (Elisa Bartoli)
Un'azione di gioco di calcio femminile (1997)

Milena BertoliniModifica

  • A me, come a tante mie colleghe, chiedevano sempre: "Come fai a giocare con le tette?". Ma perché questa domanda non la fanno a chi gioca a basket femminile, a tennis, a pallavolo? Perché il calcio viene considerato un ambito maschile. Se una donna decide di provarci bisogna per forza trovare qualcosa che non va.
  • Il calcio giocato dalle donne è un calcio bello per i suoi aspetti di fair play, di gioco, di sacrificio e impegno. Il giocare per il piacere di giocare. [...] È più fantasioso armonioso, piacevole. Non a caso i giocatori più forti [...] hanno avuto movenze per così dire femminili, penso a Baggio che univa eleganza, armonia, destrezza.
  • Il calcio maschile è più essenziale, lineare e potente; i calciatori vengono allenati per essere più concreti dell'avversario; l'uomo guarda più alla finalizzazione rispetto al calcio femminile dove invece c'è molta più costruzione e lavoro di squadra. Questo aspetto si può legare anche alla psicologia, che vede la donna padrona di un pensiero più circolare rispetto all'uomo. Non è un caso che il calcio di Guardiola sia stato raccontato anche come molto femminile; condivido il pensiero, quel Barcellona giocava sulla tecnica, sui fraseggi e sul gioco corto, era una squadra che arrivava al gol con tanta manovra; queste sono tutte caratteristiche che osserviamo nel calcio femminile.
  • [Sulla ritrosia verso il calcio femminile.] Sono le madri a fare più resistenza. C'è ancora qualcuno che ha paura che il calcio faccia venire i polpacci grossi. A quelli, altrettanto tonici della ballerine, non ci pensa nessuno invece.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne