Oligarchi russi

magnati degli affari delle ex repubbliche sovietiche che hanno rapidamente accumulato eccezionali ricchezze durante l'era della privatizzazione russa in seguito allo scioglimento dell'Unione Sovietica negli anni '90

Citazioni sugli oligarchi russi.

Alcuni oligarchi russi

Citazioni modifica

  • Il patto tra lo Stato russo e gli oligarchi era piuttosto chiaro: tenete i vostri becchi ficcanaso fuori dalla politica, fuori dal potere, e godetevi il vostro denaro. Ma se fate le domande sbagliate, le cose non andranno bene per voi. Era una ricetta per la zombificazione della Russia. (John Sweeney)
  • La storia ricevuta degli oltre due decenni di Putin al potere era quella della sua tolleranza verso un sistema mostruosamente corrotto. Il patto con gli oligarchi era che potevano tenersi gran parte della loro fortuna purché rendessero omaggio e decime al padrone del Cremlino. E dovevano tenere il naso fuori dalla politica, altrimenti... Ma questa descrizione cela ciò che sta veramente succedendo. Putin sta rubando la ricchezza della Russia, di grosso, personalmente, ma non può farsi vedere mentre lo fa – psicologicamente, detesta l'idea di essere colto in fallo – così incarica dei delegati di rubare al suo posto. È vero, gli oligarchi emersero dal disastro dell'implosione dell'Unione sovietica e dall'incompetenza da alcolista di Boris El'cin. Ma con El'cin fuori gioco, un nuovo presidente aveva l'opportunità di privare gli oligarchi delle loro oscene e illecite ricchezze e ricominciare da zero. Invece, Putin cementò il sistema oligarchico perché si adattava meglio alla sua bramosia segreta di ottenere le cose che per diritto appartenevano ad altri. (John Sweeney)
  • Non è normale che delle persone che vìolano i principi della società democratica in Russia vogliano godere dei privilegi delle società democratiche occidentali, poiché mandano i loro figli nelle scuole occidentali, depositano i loro soldi nelle banche occidentali, acquistano case e vetture nei paesi occidentali. È un'enorme ipocrisia da parte di quelle persone, ma anche da parte dei paesi occidentali che li accettano. (Vladimir Kara-Murza)
  • Non sto affatto giudicando quelli che hanno una villa a Miami o in Costa Azzurra, che non possono fare a meno del foie gras, delle ostriche o delle cosiddette libertà di genere. Questo non è assolutamente il problema, ma, ripeto, il problema è che molte di queste persone sono mentalmente lì e non qui, non con il nostro popolo, non con la Russia. Questo è, secondo loro – secondo loro! – un segno di appartenenza a una casta superiore, a una razza superiore. Queste persone sono pronte a vendere le loro madri per avere il permesso di sedersi nell’anticamera di questa casta molto alta. (Vladimir Putin)
  • Nonostante alcuni oligarchi siano stati spinti all'esilio e qualcuno in prigione, la categoria continua ad arricchirsi, con la connivenza di Putin. Dopo i primi miliardari arricchitisi grazie alla propria furbizia e intelligenza, nasce una nuova generazione di oligarchi. Si tratta di quarantenni che non avevano conosciuto il vecchio regime, entrati nella vita produttiva già nel postcomunismo, salvo alcuni che avevano cominciato a lavorare nei servizi segreti nell'ultimo scorcio dell'impero. Molti di loro, quasi tutti, hanno avuto sia la fortuna di nascere a Leningrado-San Pietroburgo, sia quella di sfruttare la scia del professor Sobčak e del suo vice Putin. (Demetrio Volcic)
  • Paragonare l’oligarchia ucraina a quella russa è come paragonare un cagnolino da salotto ad un elefante. (Leonid Kučma)
  • Purtroppo, l’associazione imprenditore russo uguale oligarca è facile e semplicistica. Ci sono decine e decine di imprenditori che come me non hanno mai avuto a che fare con il Cremlino e a cui non piace essere definiti oligarchi. Sono un imprenditore che si è fatto da sé, senza sponde politiche. (Oleg Tinkov)
  • Sotto Putin in Russia il numero degli oligarchi è cresciuto in maniera esponenziale, ma gli oligarchi di Putin non sono uomini brillanti che hanno fatto i soldi con il proprio lavoro, bensì ufficiali del Kgb che sanno solamente sottrarre e dividere. Non sono capaci di dare alla Russia ed al suo popolo alcunché di buono. Sono gente che vive alla giornata. (Aleksandr Val'terovič Litvinenko)
  • Tutti gli oligarchi sono dei semplici portafogli per la verticale del potere russa. Possono acquistare cose di lusso per se stessi e per i gerarchi, ma non decidono nulla. (Mychajlo Podoljak)

Bill Browder modifica

  • A un certo punto negli anno Novanta ventidue oligarchi controllano il 40 per cento della Russia, mentre oggi sono un migliaio che complessivamente si sono appropriati di vari trilioni di dollari.
  • Bisogna sottolineare che gli oligarchi non sono attori politici: chiunque creda che in qualche modo gli oligarchi complotteranno per rovesciarlo resterà amaramente deluso, questo non accadrà mai.
  • Quando vuoi scoprire dove Putin tiene i suoi soldi devi partire dagli oligarchi: perché quella gente custodisce i soldi per lui. Stimo che il 50% delle ricchezze degli oligarchi sia in realtà di Putin. Chi sono? Nella lista di Forbes ci sono 118 miliardari in Russia: e 110 di loro sono fiduciari di Putin.

Michail Gorbačëv modifica

  • Eltsin e il suo gruppo hanno costruito un sistema oligarchico che si rivela tenace e ostile a ogni forma di rinnovamento e di sviluppo. Non c'è spazio per i piccoli imprenditori, per il ceto medio. C'è una concentrazione di ricchezze in poche mani, ricchezze improduttive per il Paese, che infatti emigrano all'estero. Portare ordine è necessario.
  • Il collasso dello Stato privò milioni di cittadini del loro lavoro, dei loro risparmi e della loro prospettiva di vita, favorendo invece il crimine organizzato, la corruzione e la conquista del potere reale da parte di oligarchi.
  • Il regime non cambia, non ci sarà lotta alla corruzione, gli interessi e i privilegi dell'oligarchia saranno tutelati in pieno.

Nicolai Lilin modifica

  • È come se gli oligarchi avessero preso in affitto il Paese: a loro non interessa la politica estera o interna della Russia. A loro interessano solamente gli affari.
  • Non sono come i capitalisti occidentali, Non sono come Elon Musk che è per molti versi un oligarca ma deve i soldi a se stesso. Putin li usa come portafogli per mettere dei soldi. Il portafoglio si rompe? Tu lo cambi.
  • Putin parla con gli oligarchi e non può fare altrimenti. In Russia, si può arrivare al potere solo in due modi: ottenendo l'appoggio delle famiglie degli oligarchi oppure facendo come i comunisti, massacrando, giustamente o ingiustamente, milioni di persone.

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica