Apri il menu principale

La leggenda di Beowulf

film del 2007 diretto da Robert Zemeckis

La leggenda di Beowulf

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Beowulf

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2007
Genere fantastico
Regia Robert Zemeckis
Soggetto Beowulf
Sceneggiatura Neil Gaiman, Roger Avary
Produttore Robert Zemeckis, Jack Rapke, Steve Starkey
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La leggenda di Beowulf, film statunitense del 2007, regia di Robert Zemeckis.

FrasiModifica

  • È così che funziona, Aesher. Dopo la morte, non sei morto veramente, a patto che tu abbia accettato Lui come solo e unico Dio. (Unferth)
  • Miei nobili, miei magnifici nobili, un anno fa, io, Hrothgar, vostro re, giurai che avremmo celebrato le vittorie in una nuova sala, possente e magnifica. Non ho mantenuto il giuramento? In questa sala, ci spartiremo il bottino delle nostre conquiste, l'oro e i tesori. E questo diverrà il luogo di baldoria, gioia e fornicazione. Da ora, fino alla fine dei tempi, chiamerò questa sala Herot! (Hrothgar)
  • Il mare è mia madre. Non mi riprenderebbe mai nel suo scuro grembo. (Beowulf)
  • Se noi moriremo, sarà per la gloria, non per l'oro. (Beowulf)
  • Molti valorosi sono venuti a gustare l'idromele del mio signore. E molti hanno giurato di affrancare la sua reggia dal nostro incubo. Ma al mattino, di costoro non rimaneva che sangue da pulire sul pavimento, sulle panche e sui muri. (Wealhtheow)
  • Io, Beowulf, ho ucciso una tribù di giganti nelle Orchadi, frantumato il cranio di serpenti di mare. E questo... questo vostro troll non vi darà più disturbo. (Beowulf)
  • C'è un punto debole sotto la gola, lì. Vede? Devi trafiggerlo con un coltello o una daga. Zak! È l'unico modo per uccidere un drago. (Hrothgar)
  • La creatura non ha né spada, né armatura. E io non ho armi capaci di abbattere un mostro. Combatteremo alla pari. E sarà il Fato a decidere. (Beowulf)
  • L'astinenza prima della battaglia è essenziale. (Wiglaf)
  • Io sono squartatore, trucidatore, distruttore, sgozzatore. Io sono le zanne nelle tenebre, gli artigli nella notte. La mia è forza, lussuria e potere. Io sono Beowulf! (Beowulf)
  • Beot ðæt bordstæðu on baswe flodas. (Madre di Grendel)
[Ricopri la riva di rosse maree.]
  • Siamo noi uomini mostri adesso. Il tempo degli eroi è morto, Wiglaf. Il Cristo dio lo ha ucciso, e ha lasciato l'umanità con nient'altro che martiri piangenti, paura e vergogna. (Beowulf)
  • Il re non deve mai impegnarsi in uno scontro diretto. (Wiglaf)
  • Gli dei non permetteranno che io muoia sulla tua debole lama. Gli dei non permetteranno che io muoia di spada o inghiottito dal mare. Gli dei non mi lasceranno morire nel sonno consumato dal tempo. (Beowulf)
  • Sai, Ursula, quando ero giovane, io pensavo che essere re volesse dire andare in battaglia ogni mattina, contare l'oro e il bottino nel pomeriggio e giacere con bellissime donne ogni notte. Ma ora, niente è piacevole come avrebbe dovuto essere. (Beowulf)
  • Guardati! Non sei niente. Sei un niente vuoto. [...] Anche con tutte le tue ricchezze, il tuo regno, il tuo potere, la tua gloria e le tue donne. Quale dovrei uccidere prima secondo te? La tua graziosa piccola scaldaletto o la tua saggia regina? (Il drago)

DialoghiModifica

  • Madre di Grendel: Grendel, che cos'hai fatto? Hwæt hafast ðū dōn, Grendel?
    Grendel: Mōdor?
    Madre di Grendel: Pesci e lupi e orsi, e una pecora o due, ac nān menn!
    Grendel: Uomini ðē līcað. Tieni.
    Madre di Grendel: Uomini, Grendel. Hanno fatto scempio di noi, della nostra specie.
    Grendel: Man faceva tanto frastuono. Man bellode on glæmōd. Man ha fatto male, hearmode me, hearmode, hearmode mīn orecchio.
    Madre di Grendel: E c'era anche Hrothgar lì?
    Grendel: Non gli ho fatto male, no. Ic hearmode him noht.
    Madre di Grendel: Bravo. Bravo bambino, e tenero.
  • Unferth: Mio re, per la nostra salvaguardia, il popolo sacrifica capre e pecore a Odino e a Heimdallr. Con il tuo permesso, ritieni che dovremmo pregare anche al nuovo dio romano, Cristo Gesù? Forse lui può liberarci da questa afflizione.
    Hrothgar: No, Unferth. No. No, gli dei non faranno per noi ciò che noi non faremo per noi stessi. Quello che ci serve è un eroe.
  • Wealhtheow: È l'onta di mio marito, quel demone.
    Beowulf: Non è un'onta. È una maledizione.
    Wealhtheow: No, è un'onta. Mio marito non ha altri. Non ha figli. E non ne avrà più per quanto dica.
  • Madre di Grendel: Grendel, mīn sune. Mio povero figlio.
    Grendel: Mōdor. Mi ha fatto male, mōdor.
    Madre di Grendel: Dormi ora, figlio.
    Grendel: Hē amyrðred mē, mōdor.
    Madre di Grendel: Chi ti ha ammazzato, figlio?
    Grendel: Hē ripped mio braccio.
    Madre di Grendel: Pagherà, mio diletto. Hwā wæs se man?
    Grendel: Era così forte. Swā strang.
    Madre di Grendel: Chi era quest'uomo?
    Grendel: His nama wæs... Bēowulf.
    Madre di Grendel: Beowulf...
  • Hrothgar: Non è Grendel.
    Wiglaf: Non è Grendel? E chi è?
    Hrothgar: Sua madre. È Grendel quello che hai ucciso. Speravo che sua madre se ne fosse andata molto tempo fa.
    Beowulf: Quanti mostri devo ancora annientare? La madre di Grendel? Il padre? Lo zio di Grendel? Per voi devo forse sterminare un intera stirpe di demoni?
    Hrothgar: Lei è l'ultima. Scomparsa lei, la genìa dei demoni tornerà nelle tenebre da cui proviene.
    Wiglaf: È quello il suo posto.
    Beowulf: E il maschio della madre? Dov'è finito il padre di Grendel?
    Hrothgar: Il padre di Grendel non può nuocere all'uomo.
  • Madre di Grendel: Vedo che mi hai portato un tesoro.
    Beowulf: Mostrati a me! Che cosa sei?
    Madre di Grendel: Sei colui che chiamano Beowulf? Il bell'orso? Il lupo? Che uomo forte sei. Hai la forza di un re. Il re che un giorno diverrai.
    Beowulf: Che cosa sai di me, demone?
    Madre di Grendel: Io so che sotto il tuo fascino apparente, sei un mostro tanto quanto mio figlio, Grendel.
    Beowulf: Il mio fascino!
    Madre di Grendel: Serve molto fascino per diventare re. Un uomo come te potrebbe ispirare il più grande poema mai cantato. La tua storia continuerebbe a vivere anche quando tutto ciò che ora è vivo sarà cenere.
  • Hrothgar: E così hai riportato la testa di Grendel. Ma la testa della madre?
    Beowulf: Dal momento che è morta stecchita nella palude, non è sufficiente riportare la testa di un solo mostro?
    Hrothgar: L'hai uccisa o no?
    Beowulf: Vuoi ascoltare tutta la storia della mia lotta contro quella strega mostruosa?
    Hrothgar: Non è una strega, Beowulf. Lo sappiamo tutti e due. Ma rispondimi. L'hai dunque uccisa o no?
    Beowulf: Sarei mai stato in grado di sfuggirle se così non fosse?
    Hrothgar: Grendel è morto. È ciò che più conta per me. Non può più affliggermi. La madre, la "strega", non è la mia maledizione. Non più ormai. Non più.
  • Ursula: Non andate, vi supplico.
    Beowulf: Sei libera. Ti lascio andare. Trova un brav'uomo e dagli dei figli, ma dagli un maschio.
    Ursula: Non voglio nessun altro. Voglio voi.
    Beowulf: Io non sono l'uomo che tu credi io sia.
    Ursula: Siete un grande uomo e un eroe. Questo lo so per certo.
    Beowulf: Allora sei stolta come tutti loro!
  • Wealhtheow: Era davvero tanto bella, Beowulf? Una bellezza così gravosa?
    Beowulf: Bellissima e piena di belle promesse. Io fui debole. Mi dispiace. Mi dispiace tanto. Io ti ho sempre amata, mia regina.
    Wealhtheow: E io ho amato te.
    Beowulf: Serba un ricordo di me. Non come re o eroe, ma come uomo, fallibile e imperfetto.

Citazioni su La leggenda di BeowulfModifica

Neil GaimanModifica

  • Abbiamo cercato di creare una storia sulla fine di un'era. L'idea che l'era dei mostri e l'era degli eroi stiano arrivando al termine.
  • Alcuni di loro si sono indignati prima di vederlo e hanno scritto su Internet che non sarebbero andati a vedere il film. Altri si sono offesi perché la nostra versione della Danimarca era troppo montuosa. Si sono lamentati anche per per il tallone dai tacchi alti di Angelina Jolie, dal momento che le donne non avevano talloni dai tacchi alti in epoca medioevale. Ad essere onesti, le donne non hanno mai avuti talloni con i tacchi alti; questo è stato qualcosa che gli animatori hanno fatto come uno strano ornamento. In nessun punto ho scritto 'lei ha dei piedi con i tacchi alti' ma allora mi sono dato la spiegazione che lei è un mostro che cambia la sua forma e così può avere dei piedi con i tacchi alti se vuole.
  • Chi è il drago? Perché c'è un drago? E il parallelo tra ciò che succede tra Beowulf e il drago e tra Hrothgar e Grendel sembrava troppo buono per non sfruttarlo.
  • Il più grande problema che abbiamo avuto nelle nostre prime bozze è che a 3 quarti del film c'è la necessità di abbandonare l'intero cast ed essere introdotti ad un completo cast nuovo. Bob disse come regista che sarebbe stato più facile per me vedere loro anziani e farli invecchiare e mostrare i loro bambini... Sai uno dei passi da me preferito, che non abbiamo fatto sullo schermo, è quando un vecchio Beowulf sta parlando con Ursula, lui dice mi ricordi tua madre Ursa e lei risponde quella era mia nonna, e tu realizzi come il tempo sia passato.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica