Apri il menu principale

Renato Scarpa (1939 – vivente), attore italiano.

Da Renato Scarpa: grazie a Cechov sono diventato "abbastanza russo"

Intervista di Bella Shakmirza, Moscovita.it, 26 marzo 2012.

  • Cechov è un drammaturgo particolare, delicato, lascia molto di ciò che vuole intendere tra le righe, e per capirne meglio il senso dobbiamo servirci della profondità della natura. Forse per questo Cechov è interessante per noi: ci fa capire meglio l'anima russa.
  • [Su Nel nome del padre] Questo film è molto difficile da capire quarant'anni dopo la sua uscita. Ma perfino oggi provoca delle forti emozioni.
  • In una società ci sono delle priorità: la giustizia, la fede, la libertà e la solidarietà. Equilibrarli sempre tutti è impossibile, dunque qualcuno sarà più intelligente, qualcuno più ricco, qualcuno più stupido. Ma ognuno di loro deve avere gli stessi diritti e gli stessi obblighi.
  • La gioia si manifesta ogni volta che vince la giustizia. E non dobbiamo aspettare gli altri per far sì che ciò succeda.
  • La bellezza apre l'anima e ci fa vedere il paradiso. Solo lì troveremo tutte le risposte.
  • In Nel nome del padre [...] durante una messa, un ragazzo si sta masturbando, e la Madonna arriva accanto a lui, ad abbracciarlo. È il simbolo che tutti possono sbagliarsi, ma che devono essere "corretti" con l’amore, la carità e la fiducia.

FilmografiaModifica

Altri progettiModifica