Apri il menu principale

Wikiquote β

Il Grande Torino

Il Grande Torino

Miniserie TV

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno

2005

Genere drammatico, sportivo
Episodi 2
Regia Claudio Bonivento
Rete televisiva Rai 1
Interpreti e personaggi

Il Grande Torino, miniserie tv diretta da Claudio Bonivento, trasmessa da Rai Uno in due puntate nel 2005.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Prima puntataModifica

  • [Sul Grande Torino] Erano però per me, e non soltanto per me, come una luce in un tempo buio. Io non so se lei si ricorda il dopoguerra, l'Italia in ginocchio, distrutta. Questi ragazzi erano armonia.... in tutti questi contrasti. Loro come altri campioni, Coppi, Bartali o gli olimpionici del '48, avevano dato una speranza al nostro Paese. Una speranza di ricostruire. Erano lievi ma invincibili. Un sogno erano. (Angelo) [da anziano all'intervistatore]
  • Signor Pautasso: Comunque sarà forte la tua Juventus, va...
    Signora Pautasso: Cos'hai da dire sulla mia Juve?
    Signor Pautasso [ultime parole famose]: Ah, io niente. Non ho niente da dire io! Il tempo mi darà ragione: è una squadra senza futuro.

Seconda puntataModifica

  • Angelo: Signor Mazzola, le posso chiedere una cosa?
    Valentino: Dimmi!
    Angelo: Che cos'è il quarto d'ora granata?
    Valentino: Questa è proprio una bella domanda, Angelo. Vedi, è quando le cose succedono, tutto qui. Hai capito? [Angelo scuote la testa] Non so se si può spiegare meglio di così ma vedrai che un giorno lo capirai da solo.
  • Sono Ferruccio Novo, orgoglioso di essere il presidente di questa grande squadra. Questa è la prova più difficile che mi aspetta, che aspetta tutti noi. Quei ragazzi che sono morti erano come dei figli per me e nulla potrà mai consolarmi del dolore di averli persi. Ma c'è una cosa che voi potete fare per me, per la squadra e per voi stessi. Lo scudetto ci sarebbe stato assegnato comunque ma io ho voluto che voi, i ragazzi del Toro, giocaste queste quattro partite che mancano alla fine del campionato. Anche gli altri club, come sapete, schiereranno le formazioni giovanili. Forse disputando queste partite potremmo accettare meglio quello che è successo. Forse ci convinceremo che la vita continua. Loro avrebbero voluto così! Perciò giocate e fatevi onore! (Ferruccio Novo) [discorso in occasione della prima partita dopo la tragedia di Superga]
  • E poi avevo... avevo finalmente capito qual era il segreto di Valentino Mazzola, quel famoso "quarto d'ora" non esiste soltanto sui campi di calcio. Vede, esiste anche nella vita ed è quando ti devi rimboccare le maniche, quando... proprio come faceva lui, il capitano... quando capisci che tutto quello che fai deve andare nella direzione giusta. (Angelo) [da anziano all'intervistatore]

Altri progettiModifica