Apri il menu principale

Wikiquote β

Sniper Wolf

personaggio della serie di videogiochi Metal Gear

Sniper Wolf

Universo Metal Gear
Nome originale

スナイパー・ウルフ
Sunaipā Urufu

Affiliazione Fox Hound
Autore Hideo Kojima
Disegni Yoji Shinkawa
Ashley Wood
Studio Konami
1ª apparizione in Metal Gear Solid (1998)
Ultima apparizione Metal Gear Solid: Digital Graphic Novel (2006)
Voce italiana

Sniper Wolf, personaggio della serie di videogiochi Metal Gear.

Indice

Citazioni di Sniper WolfModifica

  Citazioni in ordine temporale.

Metal Gear SolidModifica

  • Non lo sai che due terzi dei migliori assassini del mondo sono donne? [a Snake]
  • Sono nata su un campo di battaglia e lì sono cresciuta. Proiettili, sirene e urla... sono stati la mia ninna nanna...
  • I governi del mondo hanno chiuso gli occhi di fronte alla nostra tragedia. Poi... è arrivato lui. Il mio eroe... Saladino... che mi ha portato via da quell'orrore...
  • Sono diventata un cecchino... nascosta, osservavo tutto attraverso il mio mirino. Ora potevo vedere la guerra non da dentro, ma da fuori, da osservatrice... Guardavo la brutalità e la stupidità della razza umana dal mirino del mio fucile.
  • Finalmente ho capito. Non aspettavo per uccidere la gente... aspettavo che qualcuno uccidesse me...
  • Ok, eroe, liberami! [ultime parole, rivolte a Snake]

Metal Gear Solid: Digital Graphic NovelModifica

  • [Il diazepam] è inevitabile per la professione. Supporto integrale della dieta di un cecchino.
  • Tu mi piaci, mi piaci molto [...]. Questo fazzoletto apparteneva a mia madre. Morì quand'ero una bambina. Conservalo tu per me, in caso mi accadesse qualcosa... [a Otacon]
  • Otacon: È tutta colpa mia. Perdonami...
    Wolf [ultime parole]: No... non lo è. Tu mi hai mostrato il volto della compassione. Un volto che credevo... di non vedere mai più. Il mio cuore era diventato di pietra... in questi ultimi anni. Volevo solo... uccidere. Ho perso di vista... l'unica cosa importante. L'unica luce della mia vita... Hal...

Citazioni su Sniper WolfModifica

  Citazioni in ordine temporale.

Metal Gear SolidModifica

  • Otacon: È un fazzolettino. Me l'ha dato Sniper Wolf.
    Snake: Perché?
    Otacon: Non lo so, ma è stata carina con me.
    Snake: Hm. Questa mi sembra la Sindrome di Stoccolma.
    Otacon: Ero io che mi prendevo cura dei cani, qui. Quando sono arrivati i terroristi, volevano abbatterli tutti. Ma Sniper Wolf li ha fermati... Mi ha persino permesso di nutrirli, quando gliel'ho chiesto. Se ama i cani, dev'essere una brava persona.
  • È vero, siamo tutti in vendita per un prezzo o per un altro. Ma tu sei diversa... indomita... solitaria. Tu non sei un cane... tu sei un lupo. (Snake)
  • Campbell: Una storia triste... non avremmo dovuto voltare le spalle ai Curdi, dopo la Guerra del Golfo...
    Snake: Noi non siamo responsabili delle sue scelte. Ognuno si crea il proprio destino, non importa dove sia nato.
  • Non c'è soldato al mondo che non si ponga delle domande. E se c'è, non è nient'altro che un assassino. Ma una persona come Wolf... un soldato che cerca solo la propria morte, non serve a nessuno. Una volta iniziata la sua ricerca della morte, per lei era già finita. (Master)
  • Neanche Wolf è stata contagiata [dal virus FoxDie]. Forse a causa di tutti i tranquillanti che prendeva. (Liquid)
  • Otacon: Snake... la gente muore, ma la morte non è una sconfitta. Questo era quello che diceva Hemingway. Anch'io ho perso Wolf, ma non è stata una sconfitta. Io e lei saremo insieme per sempre. Non abbiamo perso niente.
    Snake: Insieme per sempre?
    Otacon: Wolf è morta, è vero, ma il nostro amore non è morto con lei...

Metal Gear Solid 2: Sons of LibertyModifica

  • Sono sempre io a sopravvivere... perché, Wolf? (Otacon)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica