Max Verstappen

Pilota automobilistico neerlandese con cittadinanza belga della Red Bull Racing

Max Emilian Verstappen (1997 – vivente), pilota automobilistico olandese.

Max Verstappen (2017)

Citazioni di Max VerstappenModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [«Max il pilota con più talento, Lewis il più completo: sei d'accordo?»] Non sono d'accordo! Ma è la mia opinione...[1]
  • La Formula 1 è cambiata molto nel corso degli anni, si è trasformata in uno sport più atletico. Come piloti, siamo sottoposti ad alte temperature, a una forza di gravità da tre a sei volte maggiore, a molto rumore e vibrazioni. Durante la corsa, la frequenza cardiaca può arrivare al 90% del suo massimo e la temperatura corporea aumenta fino a un massimo di 39,8 gradi. Sono sicuramente tanti di numeri ma, in breve, durante una gara si bruciano circa lo stesso numero di calorie che bruceresti correndo una mezza maratona. [«Qual è, dunque, la sfida più impegnativa?»] Senz'altro mantenere la concentrazione durante la corsa. Questo significa prendere continuamente decisioni ad alto rischio per la guida, ma anche comunicare costantemente con il team per la strategia e premere oltre 20 diversi pulsanti del volante durante i giri. Direi quindi che bisogna essere sicuramente in forma per riuscirci.[2]
  • Una volta che finisco la gara mi concentro solo sulla famiglia e sugli amici. Se mi collego ai social, non voglio vedere nessuna vettura. E anche se ci sono polemiche dopo un Gran Premio, non influenzeranno nulla di ciò che faccio nel fine settimana, è solo una perdita di tempo.[3]
  • Non ho idoli, l'unica figura di riferimento è mio padre [Jos, anche lui pilota di Formula 1]. Sono qui per vincere, di assomigliare ad altri non mi interessa.[4]
  • I circuiti stradali sono belli per le foto, ma non per le corse.[5]

Come Max Verstappen è diventato uno dei campioni più infallibili della Formula 1

Intervista di Daniel Riley, gqitalia.it, 14 novembre 2022.

  • Non penso sia possibile andare forte se dentro covi la paura.
  • [Sul padre Jos Verstappen] Appena chiuse con la Formula 1 dedicò fondamentalmente il resto della carriera a farmi diventare una persona migliore e più veloce di lui.
  • [Parlando della sconfitta nel mondiale kart 2012 all'ultima gara] Di fatto, feci una cazzata. Valutai male il punto del circuito dove volevo superare il pilota che era in testa e ne scelsi uno troppo rischioso. Avrei potuto aspettare ancora un giro o due, l'avrei superato senza problemi, ce l'avrei fatta. In realtà, andò male. Mi schiantai. Finì tutto lì, niente campionato del mondo. Mio padre ha investito ogni energia fisica e mentale nel corso degli anni per arrivare a quel punto. Tutto doveva essere pronto per cogliere l'occasione. Ed è per questo che era così arrabbiato. [Sul furgone] io continuavo a cercare di avviare una conversazione con lui riguardo al perché l'avevo fatto e che cosa pensavo della situazione. A un certo punto mi avvertì: "Max, se non chiudi il becco ti sbatto fuori". Naturalmente, non pensavo che l'avrebbe fatto. Così continuai a discutere, a tentare di parlare con lui. Alla stazione di servizio successiva si fermò e mi disse: "Fuori!". [...] [Il ragazzo scese e chiamò la mamma che era venuta in Italia per la corsa e aveva lasciato il circuito dopo di loro. Alla fine, però, fu Jos a tornare a prenderlo] Così guidammo fino a casa per 17 ore, senza parlare. Abbiamo mangiato, ignorandoci. Per fortuna pagò il conto. [...] non parlammo per qualcosa come una settimana intera. Era arrabbiatissimo e allo stesso tempo si rifiutava di parlare con me. Mi sono sentito malissimo per una situazione di cui ero responsabile. Eppure, in un certo senso, quel silenzio mi ha anche aiutato molto, perché ho iniziato a pensare di più alle conseguenze dell'esito negativo di una gara e a come debba essere gestita. Bisogna essere più pazienti.
  • [Su Formula 1: Drive to Survive] Capisco che vogliano attirare più tifosi verso la F1 e funziona. Però, molte scene sono fatte letteralmente con il copia e incolla, persino le frasi: cose dette che io so non sono state pronunciate all'epoca. Senza contare le riprese. In fin dei conti, sono dettagli poco importanti se vuoi creare entusiasmo in chi non capisce tanto di Formula 1. Ma se sei un tifoso incallito, non è realistico.

Citazioni su Max VerstappenModifica

 
«Per Max o la va o la spacca. Ti scontri o non lo sorpassi. Credo che si spinga sempre al limite e forse oltre» (Lewis Hamilton)
  • Devo dire che in tanti anni da inviato di F1, dove ho visto correre dal vero e battagliare piloti come Senna, Prost, Mansell, Schumacher — e sentire pure a volte le loro giustificazioni per certi azzardi — io uno scorretto nella guida come Verstappen non l'avevo mai visto prima. Ogni volta che va dritto in staccata per un sorpasso insiste per spostare l'avversario e tenersi la posizione. È sempre al di là delle righe. Quelle metaforiche, ma anche quelle bianche che delimitano la pista. Verstappen è un pilota fantastico, lo riconosco. E lo ammiro. Uno col piede di Senna e la grinta di Mansell. Un campione di talento. È bravo bravo bravo. Ma per me è troppo scorretto. È come uno che grida sempre per avere ragione. Lui non duella e basta; lui aggredisce e spintona l'avversario. Tira delle staccate impossibili per resistere al rivale, va fuoripista e quando rientra ostruisce l'avversario pensando di avere il diritto di restare lì davanti. Nel duello con Verstappen è sempre "l'altro", è sempre il suo avversario del momento che deve preoccuparsi di evitare il contatto e l'incidente. Lui non ci pensa: si butta dentro e sta al suo avversario del momento evitare la collisione. Non si guida così. Anche se sei il più bravo del mondo! [...] Lui non desiste mai. Questo sentimento è bello in un pilota, ma fino a un certo punto. Quando la manovra va male, con la staccata finisci lungo oppure l'altro ti mette le ruote dentro, devi imparare a mollare. Fa parte del gioco delle corse. Invece Verstappen non desiste anche quando la partita è persa. E questo comportamento ne fa un irresponsabile in tante occasioni. (Alberto Sabbatini)
  • [«Verstappen le ricorda Schumacher?»] Gli assomiglia perché mette al centro tutto ciò che fa in pista. È maturato tanto, ha imparato a gestire le proprie emozioni. È un cannibale, non guarda in faccia nessuno. E in questo mi ricorda tanto Michael. (Stefano Domenicali)
  • Ha molti punti di forza, ma in particolare il fatto che non ha bisogno di riscaldarsi. Scende in pista e va forte, anche sul bagnato o su un circuito nuovo [...]. L'altra sua qualità è l'aggressività. Se c'è anche la minima possibilità di sorpasso non la spreca e poi ha un velocità naturale che è semplicemente incredibile. Sul giro secco mi ricorda Senna. Va oltre i limiti dell'auto. Assomiglia molto ad Ayrton, l'unico dei grandi con cui posso paragonarlo. (Helmut Marko)
  • Il talento del secolo. (Niki Lauda)
  • La miglior forma di difesa di Max è l'attacco. (Christian Horner)
  • Max dice sempre quello che pensa e non segue i temi politici nei paesi dove andiamo a correre [...]. Mio figlio è un pilota e fa il proprio mestiere, al contrario di qualcun altro. (Jos Verstappen)
  • Max è fondamentalmente un ragazzo molto simpatico e dolce. Molto più in controllo. Io ero molto più estremo, ma Max ha davvero un cuore. Quindi, quando si mette il casco, è un leone. Non spingere Max in un angolo o esploderà. (Jos Verstappen)
  • Per Max o la va o la spacca. Ti scontri o non lo sorpassi. Credo che si spinga sempre al limite e forse oltre. (Lewis Hamilton)

NoteModifica

  1. Dall'intervista di Mara Sangiorgio, Leader Max, Sky Sport F1, 3 giugno 2021; citato in F1, Verstappen a Sky: "Hamilton più esperto di me, ma non per questo più completo", sport.sky.it, 1º giugno 2021.
  2. Dall'intervista di Pierfrancesco Catucci, Verstappen: "Ecco come alleno corpo e mente. E se devo scegliere tra cardio e pesi...", gazzetta.it, 11 settembre 2021.
  3. Da un'intervista al Telegraph; citato in Max Verstappen: "Il rapporto con Hamilton? Non devo andarci a cena. C'è stata tensione, ma...", eurosport.it, 29 ottobre 2021.
  4. Citato in Chiara Pizzimenti, Chi è Max Verstappen, il nuovo campione del mondo di Formula 1, vanityfair.it, 12 dicembre 2021.
  5. Da un'intervista a formule1.nl; citato in Valerio Barretta, Verstappen: "I cittadini? Buoni per le foto, non per le gare!", formulapassion.it, 27 novembre 2022.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica