Apri il menu principale

Mario Pappagallo

giornalista e scrittore italiano
Mario Pappagallo (2011)

Mario Pappagallo (1954 – vivente), giornalista e scrittore italiano.

Indice

Citazioni di Mario PappagalloModifica

  • Senza voce, dipendenti dall'uomo, «schiavi», con una coscienza anche se impossibilitati a difendere i loro diritti. Capaci di gioire e soffrire, di accudire con amore i loro «figli» che l'uomo prende, mette in gabbie ristrette, ingozza di cibo per aumentare il loro peso rapidamente... e che libera solo per farli passare dalla gabbia al macello. Da una non vita alla morte. Uccisi senza dignità né attenzione alla sofferenza. Eppure gli animali urlano, urlano nel silenzio. (da Il manifesto vegetariano per salvare animali e salute, Corriere della sera, 3 luglio 2011, p. 22)

Il tumore si previene anche a tavolaModifica

IncipitModifica

È praticamente finita l'era del "mangio ciò che voglio", perché una cattiva alimentazione è pericolosa quanto il fumo, sebbene non ci sia la stessa consapevolezza nell'assumere abitudini alimentari sbagliate.

CitazioniModifica

  • La soia, poi, può essere considerata uno degli alimenti base della prevenzione, a differenza degli isoflavoni (suoi estratti) che possono invece essere controindicati nella donna che ha contratto un tumore della mammella oppure della donna in menopausa. (p. 27)
  • È ormai noto che un tumore su tre dipende da cattive abitudini alimentari: è a tavola quindi che si crea un potentissimo scudo anticancro, anche per i soggetti più a rischio e non solo per quel 30% di neoplasie che dipendono direttamente dai cibi. Il sovrappeso e, ancor più, l'obesità sono alleati del male quando questo è in via di sviluppo. (p. 29)
  • La dieta migliore? Senz'altro quella mediterranea, più tendente allo stile vegetariano e da seguire soprattutto con l'avanzare dell'età. Anche la dieta vegana, ossia una dieta vegetariana più rigida (anche se definirla vegetariana è riduttivo, essendo più una filosofia che uno stile di vita), può rappresentare una buona scelta, sebbene la sua applicabilità dipenda da caso a caso. (p. 29)
  • Quel che appare certo, stando alle attuali conoscenze, è che una percentuale compresa tra il 30 e il 70% dei tumori potrebbe essere evitata grazie a una dieta corretta. (p. 32)
  • Con la soia, invece, è meglio iniziare da giovani: i suoi fitoestrogeni, che proteggono dai tumori dipendenti dagli ormoni (come quelli al seno e alla prostata), agiscono di più se il loro consumo è costante nel tempo. (p. 35)
  • I medici militari dell'Impero romano avevano pianificato la dieta dei legionari per essere invincibili contro i barbari: cavolo contro carne rossa, vittoria assicurata come con la pozione magica di Asterix e Obelix. (p. 42)
  • È interessante sottolineare che alcune ricette tradizionali prevedono l'utilizzo, accanto ai legumi, di cipolla, cumino, mirto e timo, utili a facilitarne la digestione e moderare la fermentazione intestinale. (p. 47)
  • Anche i legumi sono semi così come lo sono noci, mandorle, nocciole, noccioline, semi di zucca, ecc.: tutti ricchi di vitamina E, flavonoidi, fattori di crescita e grassi "buoni". Se si assumono tutti i giorni, senza esagerare, rappresentano un elisir di giovinezza. (p. 47)
  • La vera dieta mediterranea è basata su una porzione, un unico piatto a pasto accompagnato dalla verdura. Il segreto sta, insomma, oltre che negli ingredienti, nella quantità moderata. (p. 50)
  • [...] l'aglio: una vera superpillola con proprietà antinfiammatorie, antibiotiche, anti-impotenza, salvacuore e abbassa pressione. Insomma: un piatto di spaghetti aglio, olio e peperoncino è un vero toccasana. (pp. 59-60)
  • Sulle tavole dei Paesi industrializzati il cibo non è mai stato così abbondante come in questi ultimi anni ma, nonostante ciò, la qualità degli alimenti è spesso insufficiente a mantenere l'ottimale efficienza della preziosa macchina umana perché i cibi che consumiamo più frequentemente sono ipercalorici e poveri di principi nutritivi come sali minerali e vitamine. Tale paradosso è alla base del crescente tasso di obesità [...]. (p. 66)
  • Attenzione poi alla sedentarietà che, specialmente con l'avvento dei videogiochi, comincia fin dall'infanzia. In tal senso è bene sapere che per difendersi dai radicali liberi non solo servono gli antiossidanti alimentari, ma occorre anche allenare i sistemi naturali dell'organismo, dato che questo è in grado di produrre autonomamente antiossidanti. Il modo migliore per allenarli e potenziarne l'azione è la regolare pratica di attività fisica, salutare abitudine che spiega come mai l'esercizio fisico faccia apparire più belle e giovani le persone che lo praticano (senza contare che lo sport contribuisce a costruire una mentalità vincente e a migliorare il rapporto mente-corpo). (p. 67)
  • La regola del due in fatto di bevande potrebbe essere alla base di una buona dieta anticancro, antigrasso e antietà: due bicchieri di vino rosso, due bicchieri di latte, due tazze di tè verde, due litri d'acqua, due bicchieroni di spremuta di arance rosse [...]. (p. 70)

BibliografiaModifica

  • Mario Pappagallo, Il tumore si previene anche a tavola, in Umberto Veronesi, Mario Pappagallo, Verso la scelta vegetariana: il tumore si previene anche a tavola, Giunti, Firenze – Milano, 2011. ISBN 978-88-09-76687-7

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica