Davide (miniserie televisiva)

miniserie TV del 1997 diretta da Robert Markowitz

Davide

Miniserie TV

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

David

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America, Italia, Germania
Anno

1997

Genere biblico
Episodi 2
Regia Robert Markowitz
Soggetto Libri di Samuele
Sceneggiatura Larry Gross
Rete televisiva Rai 1
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Davide, miniserie televisiva del 1997 con Nathaniel Parker, regia di Robert Markowitz.

IncipitModifica

O mio Signore, hai dato in dono questa città al tuo fedele servo Davide. Grazie per Gerusalemme, un luogo dove le mie mogli, i miei figli e tutte le mie deboli e disperse tribù d'Israele potranno riposare e vivere unite in una sola nazione, per servirti, o Signore. Noi faremo della città di Gerusalemme un luogo degno del tuo amore. (Davide)

Episodio 2Modifica

  • Davide: Tu pensi che una volta che Dio ha cominciato a punire un uomo, può mai smettere?
    Natan: Forse sono proprio coloro che Dio ama di più, coloro con i quali è prodigo di doni, quelli che corregge più severamente.

ExplicitModifica

Tu hai combattuto grandi guerre e versato sangue in grande abbondanza, di conseguenza non sarai tu a costruire il mio tempio. Tuo figlio Salomone siederà sul trono d'Israele, gli concederò respiro dai suoi nemici così che possa essere un uomo di pace.
E quindi sarà Salomone a costruire il mio tempio.
Tuo figlio sarà mio figlio, e io sarò suo padre. E affermerò il suo regno per sempre.[1] (Dio)

NoteModifica

  1. Cfr. Libri delle Cronache: «Tu hai versato troppo sangue e hai fatto grandi guerre; per questo non costruirai il tempio al mio nome, perché hai versato troppo sangue sulla terra davanti a me. Ecco ti nascerà un figlio, che sarà uomo di pace; io gli concederò la tranquillità da parte di tutti i suoi nemici che lo circondano. Egli si chiamerà Salomone. Nei suoi giorni io concederò pace e tranquillità a Israele. Egli costruirà un tempio al mio nome; egli sarà figlio per me e io sarò padre per lui. Stabilirò il trono del suo regno su Israele per sempre».

Altri progettiModifica