Data (Star Trek)

personaggio della serie televisiva Star Trek

Data

Immagine Data ST.jpg.
Universo Star Trek
Autore Gene Roddenberry
Interprete
  • Brent Spiner

Data, personaggio androide di Star Trek.

Citazioni di DataModifica

Star Trek: The Next GenerationModifica

  Citazioni in ordine temporale.

Prima stagioneModifica

  • Io sono superiore, sotto molti aspetti, ma ci rinuncerei volentieri per essere un uomo.
  • Un mistero rimane un mistero finché non si svolgono delle indagini.
  • Potreste continuare con le scaramucce? Le trovo di estremo interesse.
  • [Sulla automobile] Un vecchio congegno terrestre usato essenzialmente per il trasporto, considerato simbolo di status sociale e di virilità, spesso elemento primario nei riti adolescenziali di accoppiamento.
  • Il suo amore per l'etichetta è ammirevole, signore. Tuttavia, i suoi metodi lasciano molto a desiderare.
  • Difetto di alcune esperienze umane fondamentali, come ad esempio starnutire.
  • Che tristezza, caro fratello. Mi fai desiderare di essere figlio unico.
  • Come può la stimolazione del nervo olfattivo riguardare le gioie del sesso?
  • L'assunzione volontaria di droghe è un tema ricorrente in molte culture.

Seconda stagioneModifica

  • Holmes non collezionava niente, né pensieri, né oggetti che non fossero particolarmente significativi per lui.
  • L'attrazione sessuale non fa assolutamente parte della mia programmazione.
  • L'uso dei gesti e della mimica ha preceduto il linguaggio verbale in parecchie culture. L'unica eccezione è quella dei leyron di Malkus IX che hanno sviluppato prima la lingua scritta.
  • È il talento che distingue la qualità artistica dalla semplice competenza.
  • In solitudine, non c'è niente che scateni comportamenti insoliti.
  • Se non fossi un professionista consumato, e un androide, troverei tutta questa procedura offensiva.
  • La vera prova di forza klingon consiste nell'ammettere i propri sentimenti mentre si è sottoposti al dolore.
  • [Su Deanna Troi] Il nostro consigliere betazoide a volte è cosciente di cose al di fuori delle nostre capacità percettive.
  • Giudicare un essere dal suo aspetto è l'ultimo grande pregiudizio umano.
  • Nel gioco della politica militare, l'aspetto fisico individuale è meno importante dell'intuito di una specie nel suo complesso.

Terza stagioneModifica

  • Mi hanno addestrato per assumere funzioni di comando su una nave. Come attaché culturale, mi sto dimostrando meno che esemplare.
  • Nella loro lunga storia di guerre, i romulani hanno raramente attaccato per primi. Preferiscono saggiare la determinazione dei loro nemici.
  • Quindi vuoi dire che una persona può riuscire a trovare gli anelli mancanti anche con la propria personalità, col risultato di una conclusione basata tanto sull'istinto e sull'intuizione che sui fatti? [...] Ma allora che cosa fa uno che è privo sia di istinto che di intuizione?
  • Ho riguardato la storia delle ribellioni armate e sembra che il terrorismo sia un metodo efficace per promuovere i cambiamenti politici. [...] Ci sono numerosi esempi del suo successo: l'indipendenza dello stato messicano dalla Spagna, la riunificazione dell'Irlanda del 2024, la ribellione Kenzie. [...] Allora sarebbe più preciso dire che il terrorismo è una pratica accettabile quando tutte le possibilità per una soluzione sono precluse.
  • La razza umana ha un desiderio permanente di conoscenza e di nuove opportunità per potersi migliorare.
  • Vede, io non provo nulla. Questo è parte del mio problema. Ho la stessa curiosità degli umani, ma ci sono delle domande a cui non avrò mai risposta. Che cosa si prova nel ridere o nel piangere? O nello sperimentare le emozioni umane?
  • Le forme di vita più intelligenti considerano la coercizione un trattamento ingiusto e offensivo.
  • Lei è un abile parlatore, signore. È un peccato che usi la sua parlantina solo per il commercio ambulante e per accrescere la sua cupidigia.
  • Il suo passato non giustifica un comportamento immorale e privo di etica.
  • La tecnologia borg ha dato ai membri della sua società la capacità di interfacciarsi e funzionare collettivamente. È probabile che abbiano costruito la loro nave con la stessa filosofia.

Quarta stagioneModifica

  • Probabilmente per gli umani le cose vecchie rappresentano un legame col passato.
  • Gli umani sono mortali. Sembra abbiano bisogno di un senso di continuità.
  • È molto interessante l'importanza che gli umani danno al festeggiamento del loro compleanno, visto che è un giorno che non possono ricordare.
  • Dato che non sono soggetto a considerazioni di carattere emotivo, sono più simile a un vulcaniano che a un umano. Comunque, mentre il loro amore per la logica ha un certo fascino, trovo che la loro rigida filosofia sia in qualche modo limitata.
  • Anche se io sono androide, non escludo del tutto la possibilità che un giorno mi possa sposare.
  • Credo di avere molto da offrire ad una eventuale compagna. Solo che non potremo invecchiare insieme, perché... Perché io non invecchierò.
  • Ci sono ancora molte emozioni umane che non capisco pienamente: la rabbia, l'odio, la vendetta; ma non ho confusioni riguardo al desiderio di essere amati, o al bisogno di amicizia. Queste sono cose che sono certo di capire.
  • Se essere umano non significa solo nascere di carne e sangue, se è invece un modo di pensare, di agire e di sentire, allora spero di scoprire un giorno la mia parte di umanità. Fino ad allora, comandante Maddox, continuerò ad imparare, a cambiare, a crescere e a cercare di diventare migliore di quanto sia adesso.
  • "Tu non sei mia madre". Questa è la risposta più appropriata all'accusa di comportarmi in maniera strana.
  • Ho approfondito lo studio sulle dinamiche interpersonali, e ho scoperto che un conflitto seguito da una distensione emotiva molto spesso rafforza il legame tra due persone.
  • È evidente che le mie aspirazioni hanno superato la mie capacità di raggiungerle. Forse non sono così simile agli umani quanto desidererei esserlo.

Quinta stagioneModifica

  • [Su Jean-Luc Picard] Il capitano è da sempre il mio modello nel tentativo di essere più umano.
  • Sono stato creato per superare le potenzialità umane, sia quelle mentali che quelle fisiche.
  • "Migliore" è un termine altamente soggettivo. Io, per esempio, non ho la capacità di vivere esperienze emotive come gli umani.
  • Io studio attentamente gli umani e cerco di copiare il più possibile i loro comportamenti. [...] Ma io non posso sentirmi orgoglioso delle mie qualità e non riesco a provare gioia per i miei successi. [...] Ti confesso che sarei anche disposto a stare male, qualche volta, se questo poi significasse poter gustare il mio dessert.
  • Ho riflettuto spesso sulla mia mortalità, guardando quelli intorno a me crescere e invecchiare. Fino a questo momento, in teoria io avrei potuto vivere per un periodo di tempo illimitato, e sebbene ad alcuni possa piacere, a me serve soltanto a ricordarmi che sono artificiale.

Sesta stagioneModifica

  • Felis catus, così suona il tuo epiteto tassonomico, | Carnivoro per natura, quadrupede endotermico. | La tua vista, il tuo udito, il tuo olfatto superiore, | Ti hanno reso da sempre un provetto cacciatore. | Trovo così intriganti le tue subvocali oscillazioni, | Le tue armoniose esigenti comunicazioni | Che si accompagnano alla tua edonistica necessità | di essere accarezzato con affetto, simpatia e bontà. | La tua coda è essenziale alle tue acrobatiche evoluzioni | E spesso ci rivela il reale stato delle tue emozioni. | Senza di essa, come sarebbero i tuoi movimenti? | Certo meno facili, sicuramente meno eleganti. | Oh Spot, i tuoi complessi livelli di comportamento | Denotano un'apprezzabile capacità di ragionamento. | Io sono più che certo, Spot, che comprendi se ti dico | Che io ti considero un leale, un sincero, un vero, grande amico. ("Ode per Spot")
  • Capisco che non vuoi offendere i miei sentimenti ma ascolta, visto che io non ne ho, preferisco che tu sia sincero. La crescita di un'artista dipende molto alle critiche appropriate.
  • Una volta ho avuto quella che può essere considerata una crisi spirituale. [...] Gli ufficiali che mi attivarono su Omicron Theta mi dissero che ero un androide, niente di più che una macchina sofisticata con forma umana. Tuttavia, compresi che se ero solo una macchina, non sarei mai stato nient'altro. Non sarei cresciuto oltre la mia programmazione. Lo trovai difficile da accettare, così scelsi di credere che ero una persona, che avevo la capacità di essere di essere di più che una collezione di circuiti e subprocessori. È una condizione che continuo a credere. [...] Ho fatto un salto di fede.

Settima stagioneModifica

  • Ritengo che sia durante le mie attività creative che mi avvicino di più a comprendere che cosa si prova ad essere umani.

GenerazioniModifica

  • Ritengo che la mia crescita come forma di vita artificiale sia giunta ad un'impasse. Per 34 anni mi sono sforzato di diventare più umano, più di quanto prevedesse la mia programmazione originaria. Eppure, sono incapace di afferrare un concetto basilare come l'umorismo.
  • Il pagliaccio può restare, ma il ferengi travestito da gorilla deve andarsene!
  • Oh, merda...
  • All'inizio, ero impreparato alla natura imprevedibile delle emozioni. Tuttavia, dopo aver sperimentato 261 stati emotivi diversi, io ritengo di aver imparato a controllare i miei sentimenti. Non saranno più loro a controllare me.

Primo contattoModifica

  • Capitano, credo di parlare a nome di tutti qui, signore, quando dico: al diavolo gli ordini!
  • È paradossale che il dottor Cochrane abbia scelto uno strumento di distruzione di massa per inaugurare un'era di pace.
  • I borg hanno una coscienza collettiva. Non ci sono individualità.
  • I borg non si evolvono. Conquistano.
  • Ritenere se stessi perfetti spesso è indice di una mente maniacale.
  • Zero virgola sei otto secondi. [...] Per un androide, è quasi un'eternità.

Star Trek - L'insurrezioneModifica

  • Le specifiche di un bambino non sono mai le stesse. Cambiano continuamente. È un miracolo che non inciampiate nei vostri stessi piedi.
  • Le mie gambe sono lunghe esattamente 87.2 centimetri. Erano 87.2 centimetri il giorno che sono stato creato. Saranno 87.2 centimetri il giorno che sarò disattivato. Il mio funzionamento dipende da specifiche che non cambiano. Io non vivrò mai l'esperienza di crescere o di inciampare nei miei piedi.

Star Trek: La nemesiModifica

  • Non smetterò mai di meravigliarmi per l'umana predilezione a pilotare veicoli a velocità così rischiose.
  • Anche se voi avete la stessa struttura genetica, gli eventi della vita hanno fatto di lei un individuo unico.
  • [Ultime parole poco prima di distruggere la Scimitar] Addio...

Citazioni su DataModifica

  • Lo conoscete tutti. Una creatura intransigente, dispotica, che non mi permetterà mai, mai di partecipare a missioni di ricognizione! (Jean-Luc Picard, Star Trek: La nemesi)
  • Nel suo tentativo di somigliare di più a noi, ci ha aiutato a capire cosa significa essere umani. [...] Col suo entusiasmo e la curiosità che provava verso tutti gli aspetti della natura umana, ha consentito a tutti noi di cogliere le parti migliori di noi stessi. È andato avanti, è cambiato, e si è evoluto perché ha sempre desiderato essere migliore di quello che era. (Jean-Luc Picard, Star Trek: La nemesi)

Brent SpinerModifica

  • Data è più simpatico e gentile di quanto sia io. [...] Io mi sentivo più vicino a Lore, il fratello gemello cattivo di Lore. Nella vita io sono un po' il fratello cattivo di Data...
  • Data – per come è stato pensato – è una figura dalle possibilità illimitate che desidera sperimentare il numero maggiore possibile di qualità umane e che agisce quasi come una sorta di specchio della condizione degli esseri umani.
  • Personalmente sono convinto che ci sia un po' di Data in ogni essere umano.
  • Quando Gene Roddenberry mi ha comunicato che avevo passato il provino e che il ruolo di Data era mio, ha aggiunto: "Ricordati Brent, Data è colui che porta un po' di sollievo comico alle puntate". L'ho fatto e in termini tragicomici vedo Data come una specie di clown tragico, una sorta di Pierrot post moderno. Un personaggio involontariamente comico che aspira ad essere quello che non può diventare. In più – nel suo cuore di androide – è infelice della sua condizione o – almeno – da un punto di vista logico insoddisfatto.
  • [Sul trucco di Data] Questo proprio non sentirò la mancanza: né del trucco sul viso, né tanto meno delle lenti a contatto gialle sui miei occhi. Ogni giorno ci voleva un'ora e venti per diventare Data e circa mezz'ora – quaranta minuti per tornare ad essere me stesso.

Star Trek: The Next GenerationModifica

  • Data non è un semplice androide. È una forma di vita, del tutto unica. [...] È diverso, certo, ma questo non lo rende un sottoprodotto, non ne diminuisce il significato. (Jean-Luc Picard)
  • È stato programmato per essere un'enciclopedia vivente del sapere umano e non sa che cosa significa "ficcanasare". (Jean-Luc Picard)
  • La tua esistenza deve sembrare un eterno purgatorio, non sei morto né vivo, non provi nessun sentimento, proprio niente, esisti e basta.
  • Lei ha un intelletto molto efficiente, capacità fisiche superiori, nessun tipo di impedimento emotivo. Ci sono vulcaniani che per tutta la vita aspirano a raggiungere quello che è stato dato a lei da programma. (Spock)
  • Lui è lì che mi sta guardando, e io non so che cosa sia. Questo caso ha a che fare con la metafisica, con domande che è meglio lasciare ai santi o ai filosofi. Io non sono competente, non sono qualificata per rispondere ad esse. Devo emettere una sentenza, che cerchi di guardare il futuro. Data è una macchina? Sì. È proprietà della Flotta Stellare? No. Tutti noi abbiamo girato intorno alla questione principale, cioè, se Data ha un'anima, ma io non posso dirlo. Neanch'io posso dire di averla, ma ho il preciso dovere di lasciargli la libertà di esaminare la questione da solo. La sentenza di questa corte è che il Tenente Comandante Data ha la più completa libertà di scelta.
  • Se è imbarazzante ricordare che Data è una macchina, è bene ricordare che anche noi siamo delle macchine di specie diversa, di natura elettro-chimica nella fattispecie. (Jean-Luc Picard)

Altri progettiModifica