Apri il menu principale
Un androide

Citazioni sull'androide o replicante.

Indice

CitazioniModifica

  • – All'inizio ci si annoia un po', ma poi ci si abitua. Può scegliersi la sua assistente di bordo che soddisferà tutti i suoi bisogni. Sono davvero di ottima compagnia, ma stia attento a non innamorarsene. Io lo so come vanno queste cose, mi dia retta, faccia bene attenzione. Mai innamorarsi di un androide.
    – Di un androide, ma come le viene in mente?
    – Eheheh, lei scherza col fuoco. Io lo so bene come vanno queste cose. Con l'amore capita sempre così. Ahahah, arriva senza preavviso! Ahahah. (2046)
  • Il Battagliero Maxo è un robot, più precisamente un androide. Definizione: un automa che somiglia all'essere umano. Solo questi automi possono combattere da quando il pugilato è stato abolito per legge... nel '68. (Ai confini della realtà)
  • Nessuno potrà distinguere l'Uomo Macchina da un comune mortale...! (Metropolis)
  • Zero punto sei otto secondi, signore... Per un androide, è quasi un'eternità. (Primo contatto)

Blade RunnerModifica

  • E i replicanti non hanno scaglie. Foto di famiglia... I replicanti non avevano certo famiglia.
  • I Replicanti sono come ogni altra macchina: possono essere un vantaggio o un rischio!
  • Lavori in pelle. Così Bryant chiamava i replicanti. Nei libri di storia è il tipo di poliziotto che chiama la gente di colore "sporchi negri".

Philip K. DickModifica

  • Continuando a guidare tirò fuori i fogli spiegazzati e trovò la sua cosiddetta età [riferendosi ad un androide]. Ventotto anni, lesse. A giudicare dalle apparenze, le quali, per gli androidi, erano l'unico criterio di valutazione possibile.
  • Ma a un androide non gli si può far niente, perché se ne strafregano.
  • Ma gli androidi sognano pecore elettriche?
  • Sembrava adesso più calma, ma si percepiva ancora una disperata tensione dentro di lei. Eppure, quel suo fuoco interiore, così oscuro e profondo, si era dileguato, la sua forza vitale era svanita, come aveva già visto in tanti altri androidi. La classica rassegnazione, una accettazione puramente meccanica e razionale di ciò che un organismo autentico, con due miliardi di anni di evoluzione e d'istinto di conservazione, non avrebbe mai potuto sopportare.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica