Ursula von der Leyen

politica tedesca, presidente della Commissione Europea

Ursula von der Leyen (1958 – vivente), politica tedesca.

Ursula von der Leyen nel 2010

Citazioni di Ursula von der LeyenModifica

  • Il nostro futuro di europei esigerà che un giorno ci dotiamo anche di un esercito comune.[1]
  • [Sull'allargamento dell'Unione europea.] Sono convinta che è nel nostro interesse strategico avvicinare a noi il più possibile i Balcani occidentali, Macedonia e Albania, due paesi ai quali abbiamo chiesto molte cose, hanno fatto molto perché abbiamo aperto i negoziati ma ora bisogna convincere i membri del Consiglio.[2]
  • Costruire un’Unione veramente antirazzista, che vada dalla condanna all’azione [punitiva]. La Commissione sta predisponendo un piano d'azione per iniziare a farlo. In questo contesto proporremo di estendere l’elenco Ue dei crimini a tutte le forme di crimine d’odio e discorso d’odio – per razza, religione, genere o sessualità -. L’odio è odio e nessuno dovrebbe mai subirlo.[3]
  • Le zone libere dall’ideologia LGBTIQ sono zone senza umanità. E non c’è spazio per loro nella nostra Unione Europea.[4]
  • [Sulle sanzioni contra la Russia dopo l'invasione dell'Ucraina del 2022] So bene che queste sanzioni avranno un costo anche per la nostra economia. Abbiamo sopportato due anni di pandemia. E tutti noi desideravamo poterci concentrare sulla nostra ripresa economica. Ma credo che i cittadini europei capiscano molto bene che dobbiamo opporci a questa crudele aggressione. E questo è un costo che siamo disposti a pagare. Perché la libertà non ha prezzo.[5]
  • [Sul massacro di Buča] Qui è successo l'impensabile. Abbiamo visto il volto crudele dell'esercito di Putin, la sconsideratezza e la spietatezza di chi ha occupato la città. Qui a Bucha abbiamo visto l'umanità andare in frantumi. Tutto il mondo è con Bucha oggi.[6]

NoteModifica

Altri progettiModifica