Apri il menu principale

Tatuaggio

Disegno a inchiostro tracciato sulla pelle
Un uomo giapponese con tatuaggi irezumi, 1875.

Citazioni sul tatuaggio.

  • I tatuaggi visti allo specchio | li avrò anche quando io sarò vecchio, | ma è solo pelle, non è immortale | e prima o poi la dovrai buttare. (Fabri Fibra)
  • Il mondo dei tatuati costituisce una sottocultura internazionale. (Lyle Tuttle)
  • L'uomo moderno che si tatua è un delinquente o un degenerato. Vi sono prigioni dove l'ottanta per cento dei detenuti è tatuato. Gli individui tatuati che non sono in prigione sono delinquenti latenti o aristocratici degenerati. Se avviene che un uomo tatuato muoia in libertà, significa semplicemente che è morto qualche anno prima di aver potuto compiere il proprio delitto. (Adolf Loos)
  • La gente ama avvicinarmi e dirmi che ho delle belle scritte; però questi messaggi non sono decorazioni, sono dichiarazioni. Ogni tatuaggio che ho dice la sua su ciò che sono: Drug-Free [Senza droga], Honor [Onore] e war against the system [Guerra contro il sistema]. (Phil Brooks)
  • La ragione vera, fondamentale, di un tatuaggio, si può esprimere in una parola: atavismo. Atavismo, il ritorno alla natura primitiva, ecco cosa significa. La sottocultura del tatuaggio è esistita in ogni civiltà, in ogni continente, fin dagli albori del tempo. (Lyle Tuttle)
  • Non capisco la mania dei tatuaggi. [...] Un ago che ti entra migliaia di volte nella pelle per fare un disegno, no grazie. (NCIS - Unità anticrimine)
  • [Durante una seduta per un tatuaggio]
    – Oddio, che male! Devo distrarmi!
    – No, non devi affatto distrarti. Devi fare il contrario. Il dolore va rispettato. Va provato fino in fondo. Di' a te stessa che ci sei dentro. È il tuo dolore.
    – Ci sono dentro?
    – Sì, ci sei dentro veramente. Lo possiedi. (Orange Is the New Black)
  • Ormai ce l'hanno tutti: è scontato e banale. (Ilary Blasi)

Altri progettiModifica