Apri il menu principale

Starship Troopers - Fanteria dello spazio

film del 1997, diretto da Paul Verhoeven

Starship Troopers - Fanteria dello spazio

Immagine Logo Starship Troopers.png.
Titolo originale

Starship Troopers

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti
Anno 1997
Genere fantascienza, guerra, azione, drammatico
Regia Paul Verhoeven
Soggetto tratto dal romanzo di Robert A. Heinlein
Sceneggiatura Edward Neumeier
Produttore Alan Marshall
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Starship Troopers – Fanteria dello Spazio, film statunitense del 1997 con Casper Van Dien, Denise Richards, Dina Meyer e Neil Patrick Harris, regia di Paul Verhoeven.

Indice

IncipitModifica

Giovani provenienti da ogni parte del globo si arruolano per difendere il loro futuro. Ognuno fa la sua parte. E tu? Arruolatevi nella Fanteria Mobile per salvare il mondo! Il servizio garantisce la cittadinanza. Volete saperne di più? (Rete Federale)

FrasiModifica

  • Gli insetti hanno lanciato un altro meteorite contro di noi, ma questa volta siamo pronti: le difese planetarie sono più forti che mai! Klendathu, origine degli attacchi, orbita in un sistema di stelle gemelle le cui violente forze gravitazionali producono una riserva illimitata di meteoriti insetti, nella forma di questa cintura di asteroidi. Per garantire la sicurezza del nostro Sistema Solare, Klendathu deve essere distrutto! (Rete Federale)
  • Non starai pensando di arruolarti? Hai perso la testa? Preferirei dieci frustate in pubblico piuttosto di veder rovinata la tua vita! (Bill Rico)
  • Di mia spontanea volontà, dopo essere stato informato e avvertito del significato e delle conseguenze del giuramento, io mi arruolo nel servizio federale per un periodo di almeno due anni, o per quanto più a lungo possa essere richiesto dalle necessità della Federazione. (Giuramento delle reclute)
  • Molti di voi non vivranno a lungo per restare nella Fanteria Mobile! Il guaio è che non siete abbastanza in gamba come siete! MANI SUI FIANCHI! Su il mento! ...Io sono il vostro istruttore sergente di carriera Zim! DENTRO QUELLO STOMACO! Piedi uniti! ...Dovevate capitare proprio a me... Che branco di scimmie! No, anzi, le scimmie sono meglio di voi! La prima e l'ultima parola che deve uscire da quelle fottute fogne puzzolenti deve essere "Signore"! Mi avete capito?!? Ogni volta che pensate che sono troppo duro, ogni volta che pensate che sono ingiusto, ogni volta che vi manca la mammina... Andatevene! Firmate il modulo A-1240, prendete la vostra roba e imboccate il viale del fallimento! Mi avete capito bene?! (Sergente Zim)
  • Stamattina un assassino è stato catturato e processato. Pena: la morte. L'esecuzione avrà luogo alle 18:00 e sarà trasmessa su tutte le reti e su tutti i canali. Volete saperne di più? (Rete Federale)
  • È qui che viviamo. Non è un granché, ma è la nostra casa. Lì c'è la mia branda, dove ti sogno tutte le notti. L'addestramento è duro, a volte penso che non ce la farò... Ma poi penso a quello che fai tu e ce la metto tutta! ...Chissà, forse potrebbero farmi caposquadra! [la tromba del coprifuoco suona] Oh, è meglio andare in branda. Ciao, scrivimi! (Johnny Rico) [sul videomessaggio per Carmen]
  • Tutti gli studenti sanno che gli Aracnidi sono pericolosi, tuttavia gli estremisti mormoni non hanno ascoltato gli avvertimenti della Federazione e hanno fondato la città di Fort Joe Smith nel bel mezzo della zona di quarantena, ma hanno scoperto troppo tardi che Danthana era stata scelta da altri colonizzatori: gli Aracnidi. Volete saperne di più? (Rete Federale)
  • Ciao, Johnny! Mi dispiace di non averti scritto prima, ma... Sono stata molto occupata, qui ci fanno trattare come matti. Ormai ti avranno nominato caposquadra... E se non lo hanno fatto, digli di parlare con me! [mostra Giove, sul quale la sua nave orbita] Guarda là... Non è bellissimo? Adoro stare qui... E questa è una parte del problema. Perché... Vorrei fare carriera. Voglio comandare un'astronave tutta mia, e sai... Non credo che questo lascerà molto spazio per noi due... So che non è quello che volevi sentire. Però... Io devo seguire la mia strada. Mi dispiace... Scrivimi, capito? Scrivimi, così saprò che saremo sempre amici! (Carmen Ibañez)
  • Per incompetenza nel comando, per non essersi attenuto ai regolamenti di sicurezza durante un'esercitazione a fuoco, per la negligenza con cui ha causato la morte di un compagno di squadra, l'allievo recluta John Rico è condannato alla punizione d'ufficio... Dieci frustate! (Comandante d'ufficio)
  • Mi sono arruolato per il motivo sbagliato, ho fatto uccidere un ragazzo, basta per provarmi che non ho i requisiti. (Johnny Rico)
  • La devastazione davanti alla quale ci ritroviamo è senza precedenti. A giudicare dalle prime valutazioni, milioni di morti. Una città in rovina. Il meteorite è stato sparato fuori dall'orbita dal plasma degli insetti proveniente da Klendathu, il pianeta di residenza degli Aracnidi. Niente è sopravvissuto a quello che una volta era considerato il paradiso dell'America Latina... Buenos Aires è stata cancellata via dalla Terra! Il Consiglio Federale si è riunito pochi minuti fa, e ha votato all'unanimità la mobilitazione al fine di distruggere gli Aracnidi. (Rete Federale)
  • L'unico insetto buono è un insetto morto! (Civile sopravvissuto di Buenos Aires)
  • Affronteremo la minaccia con il nostro valore, il nostro coraggio e con la nostra stessa vita per garantire con ogni mezzo che solo la civiltà umana, e non gli insetti, possa dominare questa galassia ora e per sempre! (Maresciallo Dienes)
  • Il guerriero Aracnide medio non è molto intelligente, ma potete strappargli la zampa e manterrà l'86% di efficienza offensiva. Un consiglio: mirate ai centri nervosi e spazzatelo via! (Carl Jenkins)
  • Noi scenderemo con la prima ondata, vuol dire che dovremo uccidere più insetti! Disintegrate tutta la zona, uccidete tutto quello che ha più di due gambe, avete capito? (Primo ufficiale)
  • Crisi per il genere umano: gli ufficiali della Flotta ammettono di aver sottovalutato le capacità difensive degli Aracnidi. Accettando le proprie responsabilità per Klendathu, Il Maresciallo dell'aria Dienes si dimette. Gli succede il maresciallo dell'aria Tahat Meru, che delinea la sua nuova strategia. Volete saperne di più? (Rete Federale)
  • Questo vale per voi nuovi... Io ho soltanto una regola: tutti combattono, nessuno molla. Se non fate il vostro dovere, vi ammazzo. Mi avete capito? Benvenuti fra i Leoni di Rasczak. State a sentire, c'è un nuovo maresciallo dell'aria e un nuovo piano di battaglia. Dobbiamo ripulire tutti i sistemi che delimitano Klendathu pianeta per pianeta! Domani attacchiamo Tango Urilla, quando la Flotta avrà spazzato il pianeta, passeremo a disinfestare! (Jean Rasczak)
  • Non sono un granché a guardarli, questi figli di puttana! (Sugar Watkins)
  • [Dopo aver fucilato un soldato preso da un Aracnide volante] Mi aspetto che tutti in questa unità facciano lo stesso per me. (Jean Rasczak)
  • Caricate bene! Usate tutto quello che avete! Avanti, Leoni! Volete diventare degli eroi? (Jean Rasczak)
  • La Flotta pensi a volare, la Fanteria Mobile a morire! (Johnny Rico)
  • Una volta qualcuno mi ha chiesto se conoscevo la differenza tra un cittadino e un civile. Ora posso dirvela: un cittadino ha il coraggio di fare della salvezza del genere umano una sua propria responsabilità! ...Dizzie era mia amica. Era un soldato. Ma sopratutto era una cittadina della Federazione. (Johnny Rico)
  • [Ultime parole all'insetto intelligente] Un giorno, qualcuno come me ammazzerà te e tutta la tua razza di merda! (Zander Barcalow)
  • [Ultime parole] Mi dia quella bomba... Voglio ammazzare un po' d'insetti, signore! (Sugar Watkins)
  • [Mentre tocca la fronte dell'insetto intelligente] ...Ha paura. Ha paura! (Carl Jenkins)

DialoghiModifica

  • [Rico sta disegnando durante la lezione]
    Jean Rasczak: Rico? Rico? Rico! [Rico alza lo sguardo] Sta' più attento!
    Johnny Rico: Mi scusi, professor Rasczak.
    Jean Rasczak: Per riassumere, quest'anno abbiamo analizzato il fallimento della Democrazia, abbiamo visto come i sociologi hanno portato il mondo sull'orlo del caos, abbiamo parlato dei veterani, di come hanno preso il potere e hanno imposto lo status quo che da allora è durato per generazioni. Voi conoscete questi fatti. Ma vi ho insegnato qualcosa quest'anno che ha un valore? Hm? [indica Zander con il braccio sinistro amputato] Tu, perché solo ai cittadini è concesso il voto?
    Zander Barcalow: È un premio che la Federazione ti dà per aver fatto il servizio federale.
    Jean Rasczak: No... No! Una cosa "regalata" non ha alcun valore! Vedete, quando votate esercitate un'autorità politica, usate una forza, e la forza, miei cari, è violenza! L'autorità suprema da cui deriva ogni altra autorità.
    Dizzy Flores [interviene]: Mia madre dice che con la violenza non si risolve niente.
    Jean Rasczak: Davvero? Chissà cosa direbbero i capi di Hiroshima a questo proposito! [indica Carmen] Tu.
    Carmen Ibañez: Probabilmente non direbbero niente: Hiroshima è stata distrutta.
    Jean Rasczak: Esatto... La forza pura e semplice nel corso della storia ha risolto più questioni di qualsiasi altro fattore. L'opinione contraria secondo la quale "la violenza non risolve niente" è illusione nella sua forma peggiore! La gente che lo dimentica paga sempre. Rico, qual è la differenza in senso morale, se c'è, tra un civile e un cittadino?
    Johnny Rico: Un cittadino si assume personalmente la responsabilità della sicurezza dello stato e lo difende con la propria vita. Un "civile" no.
    Jean Rasczak: Le esatte parole del testo! Ma le capisci? Ci credi?
    Johnny Rico: N-Non lo so...
    Jean Rasczak: Certo che non lo sai. Qui dentro nessuno riconoscerebbe la virtù civica neanche se gli arrivasse addosso e lo mordesse sul sedere!
  • Insegnante di Biologia: Potete cominciare.
    Johnny Rico [dopo che Carmen è rimasta disgustata dallo scarabeo archelliano che devono dissezionare]: Dai, è solo un insetto! Meglio che ti metti gli occhiali.
    Insegnante di Biologia: "Solo un insetto"? Hah! A noi umani piace pensare di essere ciò che la Natura ha prodotto di meglio. Temo che non corrisponda alla verità! Questo scarabeo della sabbia archelliano è per molti versi superiore: si riproduce in grandi quantità, non ha un io, non conosce la paura, non sa cosa sia la morte ed è quindi un perfetto membro non individualista della società.
    Carmen Ibañez: Ma gli uomini hanno inventato l'arte, la matematica e i viaggi interstellari!
    Insegnante di Biologia: È vero, ma prima che per questo ti monti la testa, pensa per esempio agli Aracnidi, una società di insetti altamente evoluta! Per gli standard umani sono relativamente stupidi, ma la loro evoluzione copre un arco di milioni di anni! E ora sono in grado di colonizzare pianeti spargendo le loro spore nello spazio!
  • Carl Jenkis: Statisticamente a questo punto dovresti aver già indovinato per puro caso.
    Johnny Rico: Quindi capacità extrasensoriali zero e in più sono sfortunato!
    Carl Jenkins: Oh, la fortuna non c'entra... In realtà nessuno sa perché alcuni sono sensitivi e altri no. Magari è un nuovo stadio dell'evoluzione umana! È per questo che fanno queste ricerche federali. [il furetto di Carl sale sulla tastiera del suo computer] Ma..! Cyrano! Ah, scusa, time out...
    Johnny Rico: Dai, vuole solo un po' di attenzione... Non ci giochi più con lui!
    Carl Jenkins: Cyrano? [si mette a fissare il furetto negli occhi] Va' a tormentare la mamma, Cyrano... [il furetto scende dal tavolo e sale su per le scale]
    Johnny Rico: Come fai a farglielo fare?
    Carl Jenkins: Gli ho trasmesso l'immagine di un bruco che sale sulle gambe di mia madre: la sua missione è mangiarselo!
    Signora Jenkins [dal piano di sopra]: Ahhh! Scendi dalla mia gamba! Ahhh! CAAARL! [lui e Rico si mettono a ridere]
    Johnny Rico: Non farai niente del genere con me, spero.
    Carl Jenkins: Non avere paura, con gli umani non posso... Per ora!
  • Johnny Rico: Non farti idee sulla mia ragazza!
    Zander Barcalow: "Tutto è permesso in amore e in guerra!"
  • Johnny Rico: Professor Rasczak!
    Jean Rasczak: Che c'è, Rico?
    Johnny Rico: Volevo ringraziarla. Le sue lezioni sono state le migliori quest'anno.
    Jean Rasczak: Il piacere non è il mio obiettivo, spero che tu abbia imparato qualcosa.
    Johnny Rico: Voglio arruolarmi! Penso di avere i requisiti per essere un cittadino.
    Jean Rasczak: Buon per te! Vai e scopri se è così!
    Johnny Rico: Be', i miei genitori sono contrari e... E so che è una mia scelta. Mi chiedevo... Lei cosa farebbe al mio posto?
    Jean Rasczak: Capire da soli le cose è l'unica libertà che abbiamo veramente. Usa questa libertà. Decidi con la tua testa, Rico.
  • Iscrittore: Merce fresca per il tritacarne, eh? Allora ragazzi, come va?
    Carmen Ibañez: Io diventerò pilota!
    Iscrittore: Be', sono contento! Più piloti abbiamo, meglio è.
    Johnny Rico: Ti hanno dato "Stelle & Ricerche e sviluppo"?
    Carl Jenkins: No.
    Johnny Rico: Non è possibile!
    Carl Jenkins: ...Mi hanno dato "Giochi e teorie"!
    Carmen Ibañez: "Giochi e teorie"? Hah! Ma è l'Intelligence militare!
    Carl Jenkins: Sì!
    Johnny Rico: Farai strada, Carl!
    Iscrittore: La prossima volta che ci vediamo probabilmente dovrò mettermi sull'attenti! E tu, figliolo?
    Johnny Rico: Fanteria, signore.
    Iscrittore: Ottima scelta! [gli stringe la mano con la protesi meccanica] La Fanteria Mobile ha fatto di me l'uomo che sono oggi! [Johnny nota che gli mancano anche le gambe]
  • Breckinridge [dopo che Zim gli abbia spezzato il braccio]: Io vorrei ammazzarlo, il sergente Zim...
    Katrina: Uuuh, atteggiamento irregolare! Ti cacciano via se parli così.
    Kitten Smith: Bye bye... E te ne vai sul "viale del fallimento"!
    Ace Levy [tagliando la fila alla mensa]: Già, o hai i requisiti giusti o non ce li hai!
    Shujimi: Guarda che c'è una fila!
    Djana'D: Aspetta il tuo turno, Ace!
    Ace Levy: Ehi, riposo, soldatino, è tutta la stessa sbobba!
    Johnny Rico: Mettiti in fila come tutti gli altri.
    Ace Levy: ...Hahahaha! Per essere un figlio di papà hai fegato! Forse possiamo diventare amici! Che ne pensi?
    Johnny Rico: Sono onorato.
    Ace Levy: Heeeey, per forza! Tutti dovrebbero avere un amico come me!
  • Ace Levy [non riesce a colpire il bersaglio tirando il coltello]: Signore! Io non capisco: a che serve un coltello in una guerra nucleare? Basta solo spingere un bottone! Signore.
    Sergente Zim: Cessate il fuoco! Metti la mano su quel muro, soldato. [Ace esita] Metti la mano su quel muro, avanti!!! [Ace lo fa, e Zim afferra un coltello e lo scaglia sulla mano di Ace, conficcandola sul muro]
    Ace Levy: Aaargh! Maledizione! Ahhh..!
    Sergente Zim [rivolto ai presenti]: Il nemico non può spingere un bottone... Se gli mettete fuori uso la mano! [strappa via il coltello dalla mano di Ace, il quale urla di dolore] Medico!
  • Carmen Ibañez: Durante la simulazione i supervisori non riuscivano a starmi dietro!
    Zander Barcalow: Be', questa non è più una simulazione, quindi andiamoci piano... Allieva!
    Carmen Ibañez: Sissignore..!
  • Comandante d'ufficio: Rico, hai dato tu alla recluta il permesso di togliersi il casco?
    Johnny Rico: Signorsì, signore. Breckinridge aveva un malfunzionamento del casco e gli ho chiesto di mostrarmelo.
    Comandante d'ufficio: Sei abilitato alla riparazione del casco tattico M3, Rico?
    Johnny Rico: ...Signornò, signore.
    Comandante d'ufficio: Allora perché hai ordinato a un tuo uomo di togliersi il casco durante un'esercitazione a fuoco reale?!
    Johnny Rico: Avevo bisogno che tutta la mia squadra fosse operativa, signore! ...Volevo vincere, signore! [vede Djana'D, colei che aveva ucciso per sbaglio Breckinridge, venir cacciata via]
    Comandante d'ufficio: Abbiamo già perso due reclute a causa dello stesso incidente... Lei ritiene sia il caso di tentare di recuperare quest'uomo?
    Sergente Zim: Signorsì, certo.
    Comandante d'ufficio: D'accordo... Proveremo con la punizione d'ufficio.
  • Signora Rico: Pronto? ...Oh, Johnny!
    Johnny Rico: Ciao, mamma.
    Signora Rico: Bill, prendi anche tu, è Johnny!
    Bill Rico: Johnny?!
    Johnny Rico: Papà...
    Bill Rico: Dov'è la tua divisa?
    Signora Rico: Bill!
    Bill Rico: ...Sono contento di sentirti, come stai, figliolo?
    Johnny Rico: Non mi sta andando troppo bene qui, papà... Pensavo... Io spero che per voi non sia un problema se torno a casa...
    Signora Rico: Be', ma certo! Puoi tornare a casa subito!
    Johnny Rico: Mi dispiace... Sono stato un idiota...
    Bill Rico: Non dire così. Intanto vieni a casa, poi ne parliamo... Ti vogliamo bene, figliolo. [improvvisamente ci sono interferenze]
    Signora Rico [dalla finestra della loro casa, il cielo diventa oscuro]: Mio dio, cos'è?
    Bill Rico: Sembra pioggia...
    Signora Rico: In questa stagione?!
    Bill Rico: È tutto bui... [il messaggio viene interrotto]
  • Giornalista: Nessuno qui nella zona di quarantena degli Aracnidi sa quando avverrà l'invasione su Klendathu, ma tutti ne parlano e per alcuni potrebbe essere addirittura domani! Ecco un gruppo di ragazzi che sembra pronto a mangiarseli per colazione! Soldato, non ti preoccupa combattere contro gli Aracnidi?
    Ace Levy: Ehi, gli spari un paio di missili nella tana e sono già morti e sotterrati!
    Kitten Smith: Sì, e spero che non finisca tutto prima che ne becchiamo qualcuno!
    Giornalista: C'è chi dice che gli Aracnidi siano stati provocati da un'intrusione umana nel loro habitat e che "vivi e lascia vivere" sarebbe una politica preferibile a una guerra contro gli insetti...
    Johnny Rico [interrompendolo]: Io voglio dire una cosa... Sono di Buenos Aires e dico: "Sterminiamoli"!
  • [Dopo che Rico abbia eliminato un Aracnide "carro armato"]
    Jean Rasczak: Bella manovra! Dove hai imparato a farla, soldato?
    Johnny Rico: Be', a scuola, signore! Non si ricorda? Ero il capitano della squadra.
    Jean Rasczak: Rico...
    Johnny Rico: Sì, signore?
    Jean Rasczak: Mi serve un caporale. Sarai tu, finché non sarai morto o finché non trovo qualcuno più bravo.
    Johnny Rico: ...Grazie, signore!
  • Sugar Watkins: Rico! Li ammazzi bene gli insetti.
    Johnny Rico: Grazie!
    Sugar Watkins: Conoscevi il tenente prima della guerra? Che tipo era?
    Johnny Rico: Era un insegnante, uno che la sapeva lunga. Aveva sempre un sorrisetto..!
    Sugar Watkins: Be' adesso non ha più tanto da ridere...
    Johnny Rico: In effetti immagino che ti passi la voglia quando ti ammazzano tutti i tuoi ragazzi.
    Dizzie Flores: Vieni, caporale!
    Johnny Rico: No, non mi va più di farlo!
    Dizzie Flores: Io mi ricordo quando tu ballavi, vieni!
    Johnny Rico: Devo ricordarti i gradi?
    Dizzie Flores: ...Mi scusi tanto, signore. [Si mette a ballare con Watkins]
    Jean Rasczak: Rico? Una volta mi avevi chiesto un consiglio, ne vuoi uno adesso?
    Johnny Rico: Sissignore.
    Jean Rasczak: Mai farsi scappare una cosa buona. [Riferendosi a Dizzie]
  • Generale Owen: Sono andati via, siamo al sicuro?!
    Jean Rasczak: Generale...
    Generale Owen: Dobbiamo andarcene, adesso!!
    Jean Rasczak: Signore!!
    Generale Owen: ...Grazie a Dio siete qui. Tutti voi. Diventerete degli eroi, tutti! Fino all'ultimo uomo! ...Ho dovuto evitare la cattura, era in gioco la sicurezza della Federazione! ...Io conosco i dettagli dell'operazione per cui siamo venuti! Vedete? [mostra il cadavere di Farley, col cranio perforato] Ti entrano dentro, guardi, hanno preso Farley! Gli sono entrati nella mente, ti costringono a fare delle cose, gli hanno fatto chiamare il quartier generale!
    Johnny Rico: La chiamata di soccorso era una trappola!
    Generale Owen: Sono esattamente come noi... Vogliono sapere che cosa ci fa muovere! Vogliono conoscerci per poterci uccidere!! ...Oh, mio Dio... Ci ammazzeranno! Ma non lo capite?! Moriremo tutti!!!
  • [Un Aracnide "carro armato" lo sta divorando trascinandolo sottoterra]
    Jean Rasczak: Aaah!! Rico... Argh! Rico... Tu sai cosa devi fare!
    Johnny Rico: Sissignore!
    Jean Rasczak [ultime parole]: Avanti, Rico! [Rico lo uccide sparandogli]
  • Johnny Rico: Prendi le comunicazioni e di' alla Flotta di disintegrare quel pianeta!
    Zander Barcalow: Con quale autorità, caporale?
    Johnny Rico: Con la mia, signore, ho assunto il comando della missione!
    Zander Barcalow [alla radio]: Roger Young, abbiamo una richiesta ufficiale della Fanteria di iniziare il bombardamento del pianeta P.
    Carmen Ibañez: Credevo fossi morto.
    Johnny Rico: Io no, ma molti soldati sono morti.
  • Carl Jenkis [al suo arrivo, Carmen e Rico gli fanno il saluto poiché è diventato colonnello]: Riposo...
    Carmen Ibañez: Come stai, Carl?
    Carl Jenkis: Carmen. Bene. Mi dispiace sia toccata alla tua unità sul pianeta P, c'era pochissime probabilità di sopravvivenza.
    Johnny Rico: Gli insetti ci hanno teso una trappola, vero?
    Carl Jenkis: È stata una raffinata prova d'intelligenza. Immaginavamo ci fosse un cervello degli insetti.
    Carmen Ibañez: Lo sapevate e ce li avete mandati comunque?!
    Carl Jenkis: Non potevamo lanciare un'operazione se così non fosse stato... Non approvi? Be', mi dispiace. Combattiamo per la nostra specie, è questione di numeri: loro sono di più... E ogni giorno io devo prendere decisioni che mandano a morte centinaia di persone come voi!
    Johnny Rico: Non gliel'hanno detto, colonnello? La Fanteria mobile è fatta apposta per questo!
    Carl Jenkis: Spero siate pronti a combattere. Torniamo sul pianeta P... Per catturare quel cervello!
    Johnny Rico: ...I Leoni sono sempre pronti, signore.
    Carl Jenkis: So che serve un nuovo tenente. Vuoi tu il posto?
    Johnny Rico: Accetto. Finché non mi ammazzano o non trovate qualcuno più bravo.

ExplicitModifica

Quali misteri rivelerà il cervello degli insetti? Gli scienziati federali stanno lavorando ventiquattro ore su ventiquattro per sondare i suoi segreti. Una volta che avremo capito gli insetti, potremo sconfiggerli! Abbiamo le navi, abbiamo le armi, abbiamo bisogno di soldati! Soldati come il tenente Stack Lumbrezer e il capitano Carmen Ibañez! Combattenti come il soldato semplice Ace Levy e il tenente Johnny Rico! Abbiamo bisogno di tutti voi, il servizio garantisce la cittadinanza! (Rete Federale)

Altri progettiModifica