Apri il menu principale
Sergej Viktorovič Lavrov

Sergej Viktorovič Lavrov, (1950 – vivente), politico russo.

Citazioni di Sergej LavrovModifica

  • La Nato è ancora un'istituzione della guerra fredda.[1]
  • Conosciamo questa fissazione di rimuovere i leader autoritari, ma sappiamo come va a finire.[2]
  • Non riponiamo la nostra speranza su Assad, o su qualcun altro in Siria.[2]
  • Ho sentito alcuni parlamentari russi dire che se questa vergogna dovesse continuare[3], il Consiglio d'Europa firmerà il proprio suicidio ... Non credo che l'adesione al Consiglio d'Europa sia più importante per la Russia di quanto lo sia per i Paesi europei la partecipazione russa al Consiglio. Ne sono convinto. Abbiamo aderito al Consiglio d'Europa perché garantisce lo spazio giuridico e umanitario universale paneuropeo. Sono convinto che coloro che hanno appena distrutto questo spazio con azioni illegittime, volte a sottrarre alla delegazione russa la parità di diritti, sappiano esattamente cosa stanno facendo. Se vogliono espellere la Russia dal Consiglio d'Europa, non daremo loro questa gioia, ce ne andremo prima noi.[4]

NoteModifica

  1. Citato in Pence: "Gli Usa appoggiano la Nato, ma gli alleati devono fare di più". Merkel lo stoppa, La Stampa.it, 18 febbraio 2017.
  2. a b Citato in Assad spacca Usa e Russia. Tillerson vede Lavrov e Putin: "Rapporto ai minimi, non possiamo permettercelo", Huffingtonpost.it, 12 aprile 2017.
  3. Il riferimento è alla sospensione del diritto di voto dei delegati russi all'Assemblea del Consiglio d'Europa applicata quale sanzione alla Russia per la sistematica violazione della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali.
  4. Citato in Russia, Lavrov: "Lasceremo il Consiglio d'Europa prima che ci caccino", Euronews.it, 17 ottobre 2018.

Altri progettiModifica