Apri il menu principale

Robot

qualsiasi macchina in grado di svolgere più o meno indipendentemente un lavoro al posto dell'uomo
Un robot

Citazioni sul robot.

CitazioniModifica

  • Ai robots non importa dove sono stato. | Devi averlo scelto per usarlo, | quindi fammelo collegare, | i robots sono i miei prossimi simili. (Red Hot Chili Peppers)
  • Come robot avrei potuto vivere per sempre, ma dico a tutti voi oggi, che preferisco morire come uomo, che vivere per tutta l'eternità come macchina. (L'uomo bicentenario)
  • – Faresti questo per noi?
    – Prima di commuoverti, ricorda che in quanto robot devo fare tutto quello che mi chiedi. (Interstellar)
  • I robot, figliolo, sono peggio del Diavolo. Westword, Terminator, quella viscida cameriera de I Jetson... Quante prove scientifiche vuoi? (Malcolm)
  • I robot non si lamentano, non fanno domande e non riposano, e questo li rende ottimi modelli da seguire per tutti voi. (Civilization: Beyond Earth)
  • L'enciclopedia galattica Definisce il robot "un apparecchio meccanico destinato a svolgere il lavoro di un uomo". La divisione marketing della Società Cibernetica Sirio definisce il robot "l'amico di plastica con cui è bello stare". La guida galattica per gli autostoppisti definisce la divisione marketing della Società Cibernetica Sirio "un branco di idioti rompiballe che saranno i primi a essere messi al muro quando verrà la rivoluzione" e mette una nota a piè di pagina dove dice che i curatori saranno lieti di ricevere domande d'impiego da chiunque sia interessato a fare il redattore di robotica. Curiosamente un'edizione dell'Enciclopedia galattica, che per un caso fortunato è stata portata da una distorsione temporale di mille anni avanti nel futuro, definisce la divisione marketing della Società Cibernetica Sirio "un branco di idioti rompiballe che sono stati i primi a essere messi al muro quando c'è stata la rivoluzione". (Douglas Adams)
  • Le emozioni non sembrano essere una simulazione molto utile per un robot... Non vorrei che il mio tostapane o l'aspirapolvere fossero così emotivi... (Io, robot)
  • Mi ricordo che la parola "robot" è una parola ceca, inventata, credo, da Carel Capek. (Georges Perec)
  • Non vogliamo che i nostri figli si limitino a volere quello che i robot possono dare! Non vogliamo che si riducano a rinunciare a tutto ciò che i robot non possono, o non vogliono, dare! Vogliamo che siano uomini, e donne. (Murray Leinster)
  • – Sheldon, se tu fossi un robot e io lo sapessi e tu no, vorresti che te lo dicessi?
    – Be', dipende. Nel caso dovessi scoprire di essere un robot sarei in grado di gestirlo?
    – Forse. Anche se la storia della fantascienza non è dalla tua parte.
    – D'accordo. Ti pongo una domanda: qualora scoprissi di essere un robot sarei comunque vincolato dalle tre leggi di Asimov sulla robotica?
    – Potresti dipendere da loro anche adesso...
    – Hai mai ferito un essere umano o attraverso l'inerzia permesso che un essere umano venisse ferito?
    – Sicuramente no.
    – Hai recato danno a te stesso o permesso che te ne arrecassero tranne il caso in cui un essere umano era in pericolo?
    – Mi pare di no.
    – Mi puzza di robot! (The Big Bang Theory)
  • Squilla il telefono, un robot si avvicina e chiede: "Che cosa parla?" (Dylan Dog)
  • – Un momento, cosa mi diceva sempre mio padre?
    – Sei non sai costruire un robot, sii tu un robot! ( I Simpson)
  • Una cosa i robots non faranno, | l'aritmetica della miseria: | calcoleranno spazi intergalattici | e code di comete, il plasma d'Elios | e gli spettri di Sirio, ma una cosa | non faranno, beati veramente | come dei: vegliare incolonnando | cifre di sangue, comporre nel buio | speranze di pareggio, l'aritmetica | che infiamma la memoria, accende rossi | di pericolo, eccita sonerie, | numeri che diventano vampiri, | albe temute, giorni rossi. i robots | veramente tranquilli come dei | partoriscono numeri perfetti, | somme astratte: negli agili transistors | non si registra il male della vita, | il conto che non torna. (Pietro Cimatti)

Isaac AsimovModifica

  • Legge zero: Un robot non può recare danno all'umanità, né può permettere che, a causa del suo mancato intervento, l'umanità riceva danno.
  • Prima Legge: Un robot non può recare danno agli esseri Umani, né può permettere che, a causa del suo mancato intervento, gli esseri Umani ricevano danno.
  • Seconda Legge: Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri Umani, a meno che ciò non contrasti con la Prima Legge.
  • Terza Legge: Un robot deve salvaguardare la propria esistenza, a meno che ciò non contrasti con la Prima o la Seconda Legge.

FuturamaModifica

  • – Ammettetelo, voi credete che i robot siano macchine costruite da umani per facilitare la loro vita!
    – Perché, non è così?
    – Io non ho mai facilitato la vita a nessuno e tu lo sai bene! (prima stagione)
  • – I robot li fanno con vecchie lattine di birra!
    – E le lattine di birra le fanno con vecchi robot! (prima stagione)
  • – Lei dev'essere un robot di nobili estrazioni.
    – Beh, in effetti discendo da una scatoletta di caviale Beluga.[1] (settima stagione)
  • – Ma sei sicuro di volere un robot per amico?
    – Certo, da quando avevo sei anni!
    – Allora... va bene, ma non voglio che la gente pensi che siamo dei robotsessuali. Perciò se fanno domande tu sei il mio tecnico. (prima stagione)
  • Noi robot non possiamo provare emozioni... e questo mi rende molto triste. (terza stagione)
  • Perché un robot che uccide gli umani viene bollato automaticamente come "radicale"? (prima stagione)
  • Quando imparerete voi umani che le razze sono tutte ugualmente inferiori ai robot? (terza stagione)

Mozilla FirefoxModifica

  • I robot ne hanno viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
  • I robot sono gli amici di plastica con cui è bello stare.
  • I robot hanno scintillanti fondoschiena metallici che non dovrebbero essere baciati.

NoteModifica

  1. Nel doppiaggio originale: «Well, I am descended from prince Albert's can.»

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica