Apri il menu principale

Mission: Impossible - Fallout

film del 2018 scritto e diretto da Christopher McQuarrie

Mission: Impossible - Fallout

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Mission: Impossible - Fallout

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2018
Genere azione, avventura, spionaggio, thriller
Regia Christopher McQuarrie
Soggetto basato su Missione Impossibile
Sceneggiatura Christopher McQuarrie
Produttore J. J. Abrams, Bryan Burk, Tom Cruise, David Ellison
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Mission: Impossible - Fallout, film del 2018, con Tom Cruise e Henry Cavill, regia di Christopher McQuarrie.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [In un sogno di Ethan] Vuoi tu Ethan Hunt prendere Julia Meade come tua legittima sposa? Per curarla, sostenerla, per amarla, rispettarla, onorarla e proteggerla? Per difenderla dai terroristi conosciuti e sconosciuti? Per mentire? Per ingannare? Per vivere una doppia vita? Per permettere che venga rapita? Per cancellare la sua identità, costringerla a nascondersi, privarla di tutto ciò che ama, nell'egoistico, inutile e maldestro tentativo di sfuggire alla tua vera natura? E Julia tu decidi di accettarlo? Dovevi uccidermi Ethan. (Solomon Lane)
  • [In un messaggio] Buonasera signor Hunt, l'anarchico Solomon Lane, da quando lo ha catturato due anni fa, la sua assenza dalla scena mondiale ha avuto conseguenze impreviste. Il suo Sindacato di operativi canaglia continua a creare il caos in tutto il mondo. La divisione attività speciali della CIA ha dato una caccia incessante alla rete di ostili di Lane, ma molti rimangono ignoti e in libertà. I resti di questa scheggia estremista impazzita si autodefiniscono gli Apostoli. Da allora hanno adottato una politica di terrorismo a noleggio che li ha resi una minaccia ancora più grande. Sono responsabili della recente insorgenza di vaiolo nel Kashmir indiano, lungo i confini della Cina e del Pakistan, che minaccia un terzo della popolazione mondiale, l'epidemia è stata circoscritta, ma l'Intelligence indica che un nuovo cliente ha ingaggiato gli Apostoli per un'operazione più ambiziosa: sono stati contattati da quest'uomo, un estremista conosciuto solo con il suo nome in codice, John Lark, autore di questo apocalittico manifesto che incita la distruzione dell'attuale ordine mondiale. Si ritiene che Lark sia il responsabile della sparizione dello specialista di armi nucleari norvegese Nils Debruuk. Nel frattempo, gli Apostoli hanno contattato elementi della criminalità europea, in possesso di tre nuclei di plutonio rubati da una base della Russia Orientale. Questo starebbe ad indicare che Lark e gli Apostoli lavorano insieme per acquisire armi nucleari funzionanti. Nelle mani di Lark e degli Apostoli queste armi presentano una minaccia senza precedenti per milioni di persone. La sua missione, se deciderà di accettarla, è impedire agli Apostoli di acquisire il plutonio, usando ogni mezzo a sua disposizione. Se lei o qualunque altro membro del team dell'IMF verrà catturato o ucciso, il segretario disconoscerà le vostre azioni. Buona fortuna Hunt, questo messaggio si autodistruggerà entro cinque secondi. (Agente dell'IMF)
  • Ciò che fatto è fatto quando noi diciamo che è fatto. (Ethan Hunt)
  • [A Walker] Nessuno deve mettersi tra te e il plutonio, né Hunt né il suo team né nessun altro. (Erica Sloane)
  • Non può esserci pace senza prima una grande sofferenza. Più grande è la sofferenza, più grande è la pace. (Solomon Lane)
  • La sua missione, se deciderà di accettarla, mi chiedo Ethan, hai mai deciso di no? Ti sei mai fermato a domandarti chi fosse a darti gli ordini e perché? E ogni giorno il padrone che servi compie un altro passo verso la fine del mondo. I terroristi sono scolaretti in cerca di attenzione che manipolano l'opinione pubblica con la paura. Non me ne frega di cosa la gente pensa o sente. La fine ti è chiara a te quanto a me Ethan, i governi del mondo precipitano nella follia, il Sindacato è stato costruito per smantellarlo, mattone dopo mattone. Il Sindacato era l'ultima speranza della civiltà, la possibilità di abbattere il vecchio ordine mondiale, la speranza è sfumata per colpa tua, e della tua patetica moralità. Dovevi uccidermi Ethan. La fine che hai sempre temuto sta arrivando, sta arrivando... e le tue mani si copriranno di sangue, la ricaduta di tutte le tue buone intenzioni. (Solomon Lane).
  • Quando scadrà il tempo, Ethan Hunt perderà tutto quello a cui teneva. (Solomon Lane)
  • Come da vostra richiesta, sto riconsegnando Solomon Lane all'MI6 tramite un intermediario nell'ambito del nostro corretto accordo. Dopo ciò che è accaduto a Parigi, preferiamo mantenere un basso profilo, e questo chiude il conto della vostra amica [Ilsa] con l'intelligence britannica. Ora comprendo perché Hunley credeva in voi: il mondo ha bisogno dell'IMF, abbiamo bisogno di gente come voi, che tiene alla vita di una persona quanto quello di milioni di persone, così almeno non dovrò più farlo io. (Erica Sloane)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Ethan Hunt [ad Hunley]: Signore.
    Alan Hunley: Quel cellulare ci ha portato in un server ad Islanda dove abbiamo decifrato un comunicato tra John Lark e questa donna: Alanna Mitopolis, attivista e filantropa, soprannominata per le sue opere di carità come la Vedova Bianca, una facciata per i suoi traffici, armi e riciclo di denaro, agganci politici le danno un'adeguata protezione. Lark e la Vedova si vedranno stasera per negoziare una consegna non meglio specificata che possiamo presumere che sia il plutonio scomparso. Si incontreranno in un salone privato del Grand Palais di Parigi durante un evento di beneficenza, trova lì tutti i dettagli, se Lark non arriva per mezzanotte, la Vedova se ne andrà e venderà il pacchetto al più alto offerente, il che da a lei due ore da adesso per trovare Lark.
    Ethan Hunt: Signore, credo che debba sapere una cosa: io non...
    Alan Hunley: La fermo immediatamente: ha dovuto fare una scelta tremenda a Berlino, recuperare il plutonio o salvare il suo team, ha scelto il suo team e ora il mondo è a rischio. Un'imperfezione dentro di lei non le ha permesso di scegliere tra la vita di un uomo e quella di milioni, e se per lei è un segno di debolezza, per me è la sua più grande forza, ed è segno che posso contare su di lei per coprirmi, perché passare qui dalla CIA secondo qualcuno è stato un passo indietro, ma l'ho fatto per causa sua, non mi faccia pentire.
  • Alan Hunley: Che intenzione hai Erica?
    Erica Sloane: La missione sarà anche tua, ma l'aereo è della CIA in compenso, e non decolla senza il mio permesso.
    Alan Hunley: Non ho tempo da perdere.
    Erica Sloane: Ho un team a Parigi pronto a catturare Lark appena lascia il Palais.
    Alan Hunley: Impiegare 24 ore che non abbiamo per una confessione inaffidabile di un uomo che non abbiamo nemmeno identificato? No! Vogliamo informazioni credibili e le vogliamo ora. Questo scenario è il motivo per cui l'IMF esiste.
    Erica Sloane: L'IMF è Halloween, Alan. Adulti con maschere di gomma che giocano a dolcetto o scherzetto, e se lui [Ethan] si fosse stretto bene il plutonio a Berlino, ora non ci ritroveremo qui a parlarne.
    Alan Hunley: E il suo team sarebbe morto!
    Erica Sloane: Sì! Sarebbero morti, è questo il loro lavoro, ed ecco perché voglio uno dei miei uomini sulla scena, per valutare la situazione. Agente Walker, attività speciali.
    Alan Hunley: La sua reputazione lo precede.
    Erica Sloane: Tu usi i bisturi, io preferisco il martello.
    Alan Hunley: La risposta è no! Ho io l'autorità operativa concessa dal presidente, se hai problemi veditela con lui.
    Erica Sloane: L'ho già fatto, ed è d'accordo con me, quindi va il mio uomo o non va nessuno!
    Alan Hunley: Va bene.
  • Erica Sloane [a Walker sul fatto che per ottenere il plutonio devono avere Lane]: Tu hai voglia di scherzare?
    August Walker: Se lei [la Vedova Bianca] vuole Lane, non c'è altra scelta.
    Erica Sloane: Volevo che Lark lo liberasse, non Ethan Hunt! E volevo Lark a quello scambio, non Ethan Hunt! Volevo che Lark ci conducesse al plutonio e agli Apostoli!
    August Walker: C'è ancora una possibilità.
    Erica Sloane: Ti sei dimenticato quel cadavere che abbiamo dovuto far uscire dal Grand Palais?
    August Walker: Ho idea che non fosse Lark, penso fosse una delle sue reclute.
    Erica Sloane: Non secondo le nostre Intelligence!
    August Walker: Intelligence raccolte da chi?
    Erica Sloane: Hunt!
    August Walker: Lei ha sempre avuto il sospetto che Lark fosse un agente hacker, uno che conoscesse le nostre mosse, che potesse andare e venire come un fantasma.
    Erica Sloane: Stai insinuando che Hunt è John Lark? Congetture Walker, cerchi di passarla liscia, ma non funziona!
    August Walker: Ci rifletta: un uomo prudente e attento come Lark, pensa che rischierebbe il collo così? Per un faccia a faccia con la Vedova Bianca?
    Erica Sloane: Manderebbe un impostore.
    August Walker: Un'esca, e avrebbe fatto in modo che fosse la sua ragazza ad uccidere quell'esca di fronte ad un testimone attendibile, cioè me. La trappola si chiude sul suo alter ego terrorista, quindi paga un uomo per interpretare Lark, e lo fa uccidere. E con la scusa di servire il suo paese...
    Erica Sloane: ...assume la sua identità segreta.
    August Walker: Libero di operare con il pieno appoggio del governo americano.
    Erica Sloane: Ma perché? Perché Hunt ha tradito?
    August Walker: E Lane perché allora? Perché ognuno dei suoi Apostoli? Tutti loro credevano in una causa, e quando quella causa si è rivelata una menzogna, sono insorti contro i loro padroni. Quante volte il governo di Hunt l'ha tradito? Disconosciuto? Abbandonato? E quanto ci vuole prima che un uomo del genere ne abbia abbastanza?
    Erica Sloane: Questa è una scusa estremamente seria. Puoi provarla?
    August Walker [togliendo dalla tasca il telefono di Lark]: Questo è il telefono trovato sul corpo al Grand Palais. Ho idea che qui c'è la prova che lei chiede. [se ne vanno in direzioni opposte]
  • August Walker [approffitando della distrazione di Hunt e del suo team cerca di liberare Lane]: Basta giochetti! Ti porto via!
    Solomon Lane: Dov'è Hunt?
    August Walker: È andato all'incontro con una tua copia.
    Solomon Lane: Chiama gli Apostoli, avvertili.
    August Walker: Non so nemmeno come contattarli, per sicurezza reciproca, ti compenso una squadra d'estrazione con satellite e grande vù prestabilito, quando lasceremo l'edificio lo vedranno. [si allontana da Lane e si appresta ad andarsene]
    Solomon Lane: No! Io resto qui... non ho ancora finito con Hunt.
    August Walker [cominciando ad arrabbiarsi e si riavvicina a Lane]: Io mi chiedo perché cazzo devi farla così complicata!!
    Solomon Lane: Non riesco a capire che cosa vuoi dire.
    August Walker: L'accordo era semplice: io devo incastrare Hunt, e tu devi darmi il plutonio, stai perdendo tempo!! Il vecchio ordine mondiale va demolito, e noi abbiamo lo strumento per demolirlo, ma l'unica cosa che a te importa è che Hunt viva e che venga incolpato. Questa non è anarchia, questa è vendetta.
    Solomon Lane: Sì, e così. E quando avrò ciò che voglio, gli Apostoli ti daranno il plutonio.
    August Walker [riallontanandosi da Lane]: Hunt è l'unico amico che hai, se sei vivo e perché lui non ha avuto le palle per ucciderti. Sloane aveva ragione, l'IMF è Halloween, sono adulti con maschere di gomma... [si sofferma guardando il computer di Benji e su ciò che ha appena detto, realizzando che sta succedendo]
    Solomon Lane [ridendo]: Che c'è? [Walker si riavvicina a Lane, togliendoli la faccia, e scoprendo che quello non è il vero Lane, ma Benji]
    Benji Dunn: È solo lavoro, senza rancore! [Walker cerca di ucciderlo, ma Hunley li punta la pistola contro]
    Alan Hunley: Non vorrei averti rovinato la giornata. [Walker li ruba la pistola, e preme il grilletto per ucciderlo, ma non può perché è vuota] Oh, eri andato così bene fino ad adesso, [tira fuori un'altra pistola] questa credo sia carica, lo vuoi scoprire?
  • Ethan Hunt [a Walker dopo averlo raggiunto sull'ascensore]: Non puoi farlo, vero? Non finché non avrai il plutonio?
    August Walker: No. Lui [Lane] ha altri piani per te. Ti dovrei consegnare e farti ammettere di essere John Lark, e guardare il vecchio ordine mondiale implodere dalla tua cella buia.
    Ethan Hunt: E se rifiutassi?
    August Walker [estraendo dalla tasca una foto ritraente Julia Meade, l'ex moglie di Ethan]: Sono il suo angelo custode, Hunt. Se ti fai rivedere a lei, muore. Se cerchi di avvertirla, lei muore. Accetta la sconfitta.

Altri progettiModifica