Massima

precetto o regola morale
(Reindirizzamento da Massime)

Citazioni sulla massima.

  • Bisogna saper leggere bene nei fatti prima di leggere nelle massime. (Jean-Jacques Rousseau)
  • Ciascuna massima dovrebbe farci sentire che poggiamo i piedi su fondamenta sicure anche nel fluire del tempo e dei cambiamenti; ciascuna dovrebbe provarci di resistere immobile, sorretta dalle stelle eterne, nel torrente degli anni e delle generazioni che spazzano via e inghiottono dottrine e armamenti e imperi. (Robert Louis Stevenson)
  • Gli assiomi, questi nemici giurati delle massime, hanno talvolta ragione. (Alfred de Musset)
  • In gioventù, i pensieri mi venivano sotto forma di sonetti; adesso, sotto forma di massime. (Charles Augustin de Sainte-Beuve)
  • Le massime degli uomini scoprono il loro cuore. (Luc de Clapiers de Vauvenargues)
  • Le massime generali sono, nella disciplina della vita, ciò che la pratica è per l'arte. (Chamfort)
  • Le massime rimangono insignificanti finché non si concretizzano in abitudini. (Khalil Gibran)
  • Ma per un uomo di matura esperienza è disdicevole cercare fiorellini, sostenersi con poche massime ben note e affidarsi alla memoria. È ormai tempo che uno poggi su se stesso, che esprima questi pensieri con parole sue e non a memoria. (Lucio Anneo Seneca)
  • Molte massime, di quelle che noi crediamo assiomi delle scienze politiche, mi sembrano inesatte; onde avvien poi che esse non si trovano sempre vere in pratica. (Vincenzo Cuoco)
  • Nel mondo ci sono tutte le buone massime; manca soltanto l'applicazione. (Blaise Pascal)
  • Nessun carattere è tale che si possa abbandonarlo a se stesso e lasciarlo andare liberamente; esso ha bisogno di esser guidato con nozioni e massime. (Arthur Schopenhauer)
  • Non c'è niente di più inutile di una massima. (Thomas Babington Macaulay)
  • Odio le cattive massime più delle cattive azioni. (Jean-Jacques Rousseau)
  • Opera in modo che la massima della tua volontà possa sempre valere in ogni tempo come principio di una legislazione universale. (Immanuel Kant)
  • Per l'uomo di mondo una raccolta di aneddoti e massime è il più gran tesoro, se saprà disseminare i primi nella conversazione inserendoli al punto giusto e ricordarsi delle seconde al momento opportuno. (Johann Wolfgang von Goethe)
  • [Le massime] Piacciono al lettore perché lo fanno pensare: è una luce che illumina di colpo un grande spazio. (Étienne Bonnot de Condillac)
  • Quanti fanno delle massime vogliono essere creduti. (Jean de La Bruyère)
  • Una massima è l'espressione esatta e nobile di una verità importante e incontestabile. Le buone massime sono i germi di ogni bene; fortemente impresse nella memoria, nutrono la volontà. (Joseph Joubert)
  • Una massima che abbia bisogno di essere spiegata non vale niente. (Luc de Clapiers de Vauvenargues)
  • Una massima, per essere ben fatta, non richiede correzioni. Richiede d'essere sviluppata. (Lautréamont)
  • Uno dei rischi di scrivere delle massime è che ci si mette nella condizione di essere citati. (Jean Rostand)
  • Uomini mediocremente morali hanno scritto eccellenti massime; invece uomini virtuosissimi nulla fecero per far durare la tradizione della virtù. (Ernest Renan)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica