Kaya Scodelario

attrice e modella inglese

Kaya Rose Scodelario-Davis (1992 – vivente), attrice britannica.

Kaya Scodelario (2014)

Citazioni di Kaya ScodelarioModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [Nel 2009, «se potessi interpretare qualsiasi ruolo, quale sceglieresti?»] L'interesse amoroso di Arnold Schwarzenegger.[1]
  • All'inizio pensavo che le attrici provenissero tutte da famiglie benestanti o avessero grosse conoscenze nell'ambiente. Poi, mi sono convinta che per interpretare un film in costume dovevi essere la classica "english rose": bionda, delicata e ricca. E anche in questo caso sono stata smentita. Di una cosa sono però ancora sicura; un film deve raccontare cose proibite, quelle di cui si ha paura di parlare.[2]
  • #MeToo ci ha mostrato che potrebbe succedere al tuo amico, a tua sorella, alle donne che ti servono cibo in un ristorante, non succede solo nei film.[3]
  • Dico sempre che ogni donna che conosco nella vita reale a volte fa scelte sbagliate, è intelligente, vulnerabile, gentile, triste e tutto ciò che è nel mezzo. Cerco di mettere questo nel mio lavoro: non conosco una donna che sia solo bella, o solo una moglie o una fidanzata. Non esiste. Quindi non capisco perché non si debba vederlo in un film. Credo che il pubblico sia pronto a vedere la società riflessa sullo schermo.[4]
  • [Nel 2019, «tra i ruoli che ha interpretato fino a oggi, ce n'è uno di cui si sente più orgogliosa?»] Effy di Skins. Ero una ragazzina e, all'epoca, m'identificai molto con lei. Ancora oggi, la maggior parte delle volte che qualcuno mi riconosce per strada è perché si ricorda di me in quella serie. [«Aveva 14 anni quando lo ottenne»] Bisognava averne almeno 15 per partecipare al casting. Volevo disperatamente provarci ma pensavo che non me lo avrebbero permesso. Decisi, per lo meno, di starmene fuori dalla scuola dove facevano i provini per vedere com'era. Il creatore dello show, Bryan Elsley, era uscito a fumare una sigaretta, mi venne vicino e mi chiese se ero lì per l'audizione. "Mi piacerebbe ma sono troppo piccola". "Vieni con me", mi disse. Sono stata davvero fortunata.[5]
  • Il mio genere preferito? Il western, forse perché è lontanissimo dalla nostra realtà e a me piace recitare proprio perché non sono più io sul palco o davanti alla macchina da presa e posso sperimentare cose che nella vita di tutti i giorni non mi sognerei mai di fare. E non lo dico perché mi sento a mio agio sotto i riflettori, anzi è il contrario: la mia timidezza si manifesta proprio quando mi ritrovo al centro dell'attenzione.[6]

«Ho fatto tesoro della mia dislessia e ho realizzato i miei sogni»

Intervista di Mauro Donzelli, iodonna.it, 27 maggio 2017.

  • [Nel 2017, «pensa che Hollywood inizi a proporre ruoli femminili più interessanti?»] Me lo auguro, basta con le fidanzate inanimate. Lo vedo con i miei amici: tutti amano donne che non siano solo una rappresentazione dell'immaginario maschile. Dobbiamo continuare a lottare e pretenderlo, come anche il pubblico.
  • Ho iniziato a recitare per caso a 14 anni, quando venni scelta per la serie televisiva Skins. Non pensavo al successo, era solo un gioco in cui mi sentivo a mio agio. Da bambina ero molto insicura e timida, recitare era l'unica cosa che mi rendeva felice. Ho amici normali, faccio una vita semplice, sono una persona tranquilla. Ma crescendo pensavo di dover essere perfetta: ricca, bella e magra. È un'assurdità, una cosa falsa, tutti abbiamo le nostre imperfezioni. Sarebbe fantastico far capire anche a una sola persona che, se ha difficoltà a leggere o è insicura e viene presa in giro dai bulli, non vuol dire che non può inseguire i suoi sogni e fare quello che ama, come sta succedendo a me.
  • [«C'è una persona che l'ha ispirata nel suo percorso?»] Sicuramente mia madre, una coraggiosa brasiliana immigrata in Inghilterra che ha divorziato quando ero piccola e mi ha cresciuta da sola. Mi ha insegnato a lavorare duro e a essere gentile per ottenere rispetto.
  • Preferisco il pub con gli amici a una festa a Hollywood. Sono cresciuta in fretta, ho capito sulla mia pelle come funzionano alcuni meccanismi, non sempre trasparenti. Ma va bene così, fa parte del gioco.

FilmografiaModifica

FilmModifica

Serie TVModifica

NoteModifica

  1. Citato in Quando i-D ha intervistato il cast di Skins, i-d.vice.com, 26 gennaio 2017.
  2. Dall'intervista I buoni film devono raccontare cose proibite, panorama.it, 30 giugno 2014.
  3. Da un'intervista a Metro; citato in Martina Gazzurelli, Kaya Scodelario rivela di essere stata molestata a 12 anni, theredheadsdiaries.it, 27 gennaio 2018.
  4. Dall'intervista di Valentina Ariete, Kaya Scodelario, protagonista di Maze Runner: "La scienza è il nuovo sexy", movieplayer.it, 6 febbraio 2018.
  5. Dall'intervista di Enrica Brocardo, La resistenza delle donne secondo Kaya Scodelario, vanityfair.it, 14 agosto 2019.
  6. Dall'intervista di Alessandra De Tommasi, Kaya Scodelario: «Io, tra Maze Runner, Johnny Depp e la passione per i western», hotcorn.com, 23 settembre 2020.

Altri progettiModifica