Cleopatra

regina egizia del periodo tolemaico
Busto di Cleopatra

Cleopatra Tea Filopatore, nota come Cleopatra VII o semplicemente Cleopatra (69 a.C. – 30 a.C.), regina egizia.

Citazioni di CleopatraModifica

ἐνταῦθ' ἦν ἄρα τοῦτο.[1]

Citazioni su CleopatraModifica

  • Cleopatra, figlia di Tolomeo re degli Egizi, sconfitta da Tolomeo, suo fratello e marito, al quale voleva prendere il regno, venne da Cesare ad Alessandria durante la guerra civile; da lui ottenne, attraverso la propria bellezza e il sesso, il regno di Tolomeo e la sua morte. Fu di così tanta lussuria che spesso si prostituì, di così tanta bellezza che molti uomini compravano una notte con lei a prezzo della vita. Dopo che si unì ad Antonio, sconfitta con lui e avendogli fatto credere di essersi suicidata, morì nel proprio mausoleo per il morso di serpenti. (De viris illustribus urbis Romae)
  • Due sole furono le perle maggiori che mai si trovassero al mondo, ed amendue l'ebbe Cleopatra, ultima regina d'Egitto, per le mani dei re di Oriente a lei date. Costei essendo ogni dì convitata da Marco Antonio con ricchissime e sontuosissime vivande, superba e sfacciata come regina e bagascia, si faceva besse di quanta magnificenza e pompa era quivi: onde Marco Antonio la domandò, com'essa avrebbe saputo far di più ; ed essa gli rispose: che ella avrebbe speso in una cena centomila sesterzii. (Plinio il Vecchio)
  • Il naso di Cleopatra: se fosse stato più corto, tutta la faccia della terra sarebbe cambiata. (Blaise Pascal)
  • La bellezza di Cleopatra viene sopra tutto dal suo sentimento, dalla sua intelligenza: il modo che ha di provare, di esprimere, di eccitare le sensazioni, di abbellire l'amore, è tutto il suo fascino. (Giulio Piccini)
  • Lui [Gaio Giulio Cesare] ebbe per amanti anche regine, [...]; ma la più importante tra tutte fu Cleopatra, con cui spesso festeggiava fino all'alba e con cui avrebbe attraversato tutto l'Egitto fino all'Etiopia sulla sua lancia reale, se i suoi soldati non si fossero rifiutati di seguirlo. (Gaio Svetonio Tranquillo)
  • Per gli uomini è dunque arrivato il momento di ammettere la loro sconfitta? Non saprei, quello che so è che essi avevano sempre allontanato la dura ammissione che le donne fossero uguali, se non superiori, nei campi di azione che essi si erano riservati. Gli uomini avevano messo la donna in posizione subordinata facendola serva, o in posizione troppo superiore facendola dea. Mai l'avevano ammessa alla parità. [...] Per Semiramide, per Cleopatra l'uomo se l'è cavata attribuendo ad esse una grande bellezza. Quelle donne erano forse brutte. Cleopatra era certamente brutta, ma tutte e due erano dotate di genio politici. Eppure l'uomo ha nascosto il loro genio dietro una bellezza che non esisteva per togliersi d'impaccio. Ora però non è più possibile ricorrere ad espedienti del genere. Ora è giocoforza ammettere che le donne, quando s'impadroniranno del potere, non sarà perché posseggono dei nasi perfetti e dei fianchi possenti o perché hanno venduto l'anima al diavolo, ma perché esse sono dotate per il comando e il governo della società come gli uomini. Come gli uomini e forse anche più di essi. (Jean Giraudoux)
  • Poiché in realtà Cleopatra possedeva tutto il potere da sola, dal momento che suo marito era ancora solo un ragazzo e grazie al favore di Cesare, non c'era nulla che lei non potesse fare. (Cassio Dione Cocceiano)
  • Se la morale di Cleopatra fosse stata meno corta, la faccia della terra sarebbe cambiata. Il suo naso non sarebbe per questo diventato più lungo. (Lautréamont)

NoteModifica

  1. Dopo la vittoria di Ottaviano, Cleopatra decise di suicidarsi con il morso di un aspide. Plutarco fornisce più versioni della dinamica del suicidio. In una di queste versioni, l'aspide viene nascosto sotto un cumulo di foglie tra i fichi e Cleopatra, dopo averlo trovato, pronuncia queste parole. La regina avrebbe poi scoperto il braccio in modo che l'aspide potesse morderla. Cfr. Plutarco, Vita di Antonio, LXXXVI.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne