Apri il menu principale

Antonio Banderas

attore italo-spagnolo
Antonio Banderas nel 2010

Antonio Banderas, all'anagrafe José Antonio Domínguez Bandera (1960 – vivente), attore, regista, doppiatore e produttore cinematografico spagnolo.

Citazioni di Antonio BanderasModifica

  • [Su Gatto con gli stivali] È un personaggio sorprendente, è sempre stato un po' misterioso e continua ad esserlo. Una delle cose che lo caratterizzano è il contrasto: fin dall'inizio, in studio, ci eravamo chiesti se farlo parlare come un ragazzino o se dargli una voce profonda, come è stato, una scelta fondamentale ai fini della sua comicità, con quel 'vocione' che non corrisponde alla sua statura. E poi è anche un po' trasgressivo, piccoli dettagli che magari i bambini non noteranno, ma i loro genitori sì, tipo quelle strizzatine d'occhio un po' furbette.[1]
  • Il governo Bush fa il suo lavoro in maniera orrenda. E ciò porta il paese in una situazione molto difficile.[2]
  • Le scene che Almodovar mi fece fare negli anni Ottanta furono molto difficili perché all'epoca non era comune che gli attori eterosessuali interpretassero personaggi gay. Allora molti attori pensavano che il pubblico ti avrebbe identificato con il personaggio.[3]
  • Mi ha detto: «troverai un sacco di riferimenti a persone che conosci, tu stesso compreso». Ma non avrei mai immaginato che avrei dovuto avere i capelli come i suoi e indossare i suoi vestiti. Persino l’appartamento nel quale abbiamo girato è la copia esatta del suo in Madrid. A quel punto ho capito: «Devo interpretare Pedro».[4]
  • Quando abbiamo collaborato insieme a La pelle che abito nel 2011, erano passati 22 anni dall'ultima volta che avevamo lavorato insieme. Mi presentai con una zaino pieno di tutte le mie "medaglie", quello che avevo fatto in quegli anni. Ne ero molto orgoglioso. Ma Pedro mi disse: «Questa è solo merda. Voglio te, il vero te». E da allora la nostra relazione durante il film è stata, creativamente, come prendersi a schiaffi tutto il tempo».[4]

NoteModifica

  1. Citato in Banderas fra set e rivoluzione "Ma questo gatto è il mio preferito", repubblica.it, 19 marzo 2011.
  2. Citato in Zeta-Jones e Banderas contro Bush, repubblica.it, 3 ottobre 2005.
  3. Citato in Banderas, Almodovar richiama la sua icona, repubblica.it, 5 maggio 2010.
  4. a b Intervistato da Enrica Brocardo. Antonio Banderas: «Per Almodóvar ho smesso di nascondere la mia sofferenza». 16 maggio 2019, su vanitifair.it. URL archiviato il 19 maggio 2019

FilmModifica

Altri progettiModifica