Apri il menu principale

Toy Story 3 - La grande fuga

film d'animazione del 2010 diretto da Lee Unkrich

Toy Story 3 - La grande fuga

Immagine Toy Stoy 3 logo.svg.
Titolo originale

Toy Story 3

Lingua originale inglese, spagnolo
Paese USA
Anno 2010
Genere animazione
Regia Lee Unkrich
Soggetto John Lasseter, Peter Docter, Andrew Stanton, Lee Unkrich
Sceneggiatura Michael Arndt
Produttore Darla K. Anderson
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Note

Toy Story 3 – La grande fuga, film d'animazione statunitense del 2010, regia di Lee Unkrich.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Venite, vediamo quanto ci quotano su E-bay. (Hamm)
  • Su, è semplice, skateboard: college, trofei del campionato: forse in soffitta, torsolo di mela: spazzatura. Il resto fallo tu. (Mamma di Andy)
  • [Barbie viene gettata nella scatola delle donazioni] La corvette la prendo io. (Hamm)
  • Woody, questo posto è bello! Vedi? Sulla porta c'è un arcobaleno! (Rex)
  • Preparatevi tutti, avete un appuntamento di giochi col destino. (Lotso)
  • Vuoi andartene da qui? Liberati della scimmia! (Telefono chiacchierone)
  • Dov'è il tuo bambino, adesso, sceriffo? (Lotso)
  • Se ho detto delle cose brutte sulla soffitta di Andy... me le rimangio tutte. (Mr. Potato)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Rex: Mi ha tenuto! Mi ha tenuto in mano!
    Hamm: Ah, che cosa deprimente.
    Mr. Potato: Non illudiamoci, il ragazzo ha 17 anni.
    Slinky: Non giocherà mai più con noi.
    Woody: Ok, ragazzi, un momento, devo parlarvi. Ascoltate. Riunione generale.
    Hamm: Oh no, un'altra?
    Woody: E dai... Slinky, raduna tutti.
    Slinky: Siamo già tutti qui, Woody.
    Woody: [Nota che dei giocattoli di Andy ne sono rimasti solo un pugno] Ok, ehm, primo: sapevamo tutti che l'operazione giocattoli sarebbe stato un azzardo.
    Mr. Potato: Direi più un fiasco.
    Woody: Ma sappiamo anche che il nostro lavoro non essere usati come giocattoli, ma è...
    Jessie: Essere a disposizione di Andy, lo sappiamo.
    Rex: Ma ci possiamo riprovare, giusto?
    Woody: Amici, getto la spugna, chiudiamo baracca e burattini.
    Tutti: Che cosa?
    Woody: Fra pochi giorni Andy partirà per il college. Era l'ultima speranza.
    Buzz: In assetto da soffitta. Tenetevi stretti gli accessori, i pezzi di ricambio, batterie, quello che serve per un trasferimento ordinato.
  • Rex: Signor Lotso, qui i giocattoli vengono usati per giocare tutti i giorni?
    Lotso: E per tutto il giorno, cinque giorni a settimana.
    Jessie: Ma i bambini crescono, che succede poi?
    Lotso: Be', ecco, te lo dico subito. Quando i bambini crescono ne arrivano di nuovi. Quando diventano grandi vengono rimpiazzati da altri bambini. Non sarai più un giocattolo vecchio, abbandonato o dimenticato. Niente padroni significa niente cuori infranti.
    Mrs. Potato: È un miracolo!
    Mr. Potato: E tu volevi che restassimo con Andy.
    Woody: Perché siamo i suoi giocattoli.
  • Buzz: Che orso simpatico!
    Rex: E profuma anche di fragola!
  • Barbie: Io.
    Ken: Amo.
    Barbie: Te.
    Ken: Visto? Stavolta "Amo" l'ho detto io. Ora tocca a me. Io.
    Barbie: Amo.
    Ken: Te! Capisci che intendo? Cambia sempre.
    Barbie: Come sei... intelligente.
  • Woody: Ehi, voi, salve, scusate...
    Mr. Pricklepants: Shhh!
    Woody: Mi dite dove mi trovo?
    Mr. Pricklepants: Shhhhhh!
    Cono di Panna: Il signore ha fatto una domanda.
    Mr. Pricklepants: Domando scusa, cerco di essere fedele al mio personaggio.
    Cono di Panna: Io mi chiamo Cono di Panna, lui è il barone von shh.
    Mr. Pricklepants: Shhh!
    Trixie: Ciao, io sono Trixie.
    Mr. Pricklepants: Shhh!
    Trixie: Shhh!
    Trixie e Mr. Pricklepants: Shhhhhh!
    Woody: Ragazzi, ehi, ragazzi, non so dove mi trovo.
    Trixie: Siamo o in caffè parigino o in un caffè del New Jersey, sono appena tornata da un visita medica con una notizia strepitosa.
    Cono di Panna: Facciamo improvvisazione, rilassati, divertiti, andrà tutto bene.
  • Lotso: Be' il fatto è, mia cara patatina, che non potete lasciare il Sunnyside.
    Mrs. Potato: "Cara patatina"? Ma con chi credi di parlare, tu? Io ho in dotazione più di 30 accessori, sai, e merito più rispetto.
    Lotso: [Lotso toglie la bocca a Mrs. Potato] Così va meglio.
    Mr. Potato: Nessuno toglie la bocca a mia moglie, a parte me! Ridammela, profuma ambienti peloso!
  • Buzz: I prigionieri devono dormire in cella. Quelli sorpresi fuori dalla cella passano la notte nel cassone. Appello all'alba e al tramonto, se un prigioniero manca all'appello passa la notte nel cassone. I prigionieri parlano solo se interpellati. Il prigione che controbatte passa la notte...
    Jessie: Nel cassone, l'abbiamo capito!
  • Mr. Potato: Era freddo e buio, nient'altro che sabbia e due strane olivette.
    Hamm: Ehm, non credo che fossero olivette.
  • Telefono chiacchierone: Non dovevi tornare indietro, cowboy. Hanno inasprito le misure di sicurezze, più guardie, più ronde. Tu e i tuoi amici non uscirete più da qui ora.
    Woody: Ce l'ho fatta una volta.
    Telefono chiacchierone: Hai avuto fortuna. Vuoi un consiglio? Abbassate la cresta, sopravviverete.
    Woody: Sì, e per quanto?
    Telefono chiacchierone: Be', io sono qui da anni, non mi piegheranno mai.
  • Woody: Ah, non funziona. Perché non funziona? Dov'è il manuale?
    Hamm: Sì, ecco qua. C'è un piccolo foro sotto l'interruttore.
    Woody: Piccolo foro? Eccolo.
    Hamm: "Per resettare il vostro Buzz Lightyear inserire una graffetta".
    Woody: Rex, il tuo dito! [Rex preme il bottone] Ok... Adesso?
    Hamm: Ehm, vediamo... "Attenzione, non premere il bottone per più di cinque secondi". [Buzz viene resettato e sviene]
    Rex: Non è colpa mia!
  • Lotso: Bene bene... guarda chi è tornato.
    Telefono chiacchierone: Mi spiace, cowboy. Mi hanno piegato.
    Lotso: Che cosa volete fare? Tornare dal vostro bambino? Lui non vi vuole più, ormai.
    Woody: È una menzogna!
    Lotso: Davvero? Dimmi una cosa, sceriffo: se il tuo bambino ti vuole così bene, perché se ne sta andando? Credi di essere speciale, cowboy? Sei un pezzo di plastica, fatto per essere gettato via! [Si sentono delle sirene da lontano, che si rivelano provenire dallo spazzino] Lupus in fabula. Ora, servono dei giocattoli nell'aula Bruco, e voi dovete evitare quel camion. Perché non tornate con noi a far parte della nostra famiglia?
    Jessie: Quella non è una famiglia, è una prigione! E tu sei soltanto un bugiardo! Io preferisco marcire in questo cassonetto che entrare a far parte della tua "famiglia"!
    Barbie: Jassie ha ragione! L'autorità dovrebbe nascere dal consenso dei governanti, non dalle minacce con la forza!
    Lotso: Se è questo che volete... [A un suo cenno, Stretch inizia a spingerli giù per il cassonetto]
    Ken: Barbie, aspetta! Non farlo, Lotso!
    Lotso: È una bambola Barbie, Ken. Ce ne sono milioni di uguali a lei!
    Ken: Non per me. Questo no.
    Lotso: Bene. E allora, vai da lei. [Lo afferra e lo lancia addosso agli altri giocattoli]
    Ken: Ascoltate tutti! Il Sunnyside potrebbe essere un posto da favola se ci trattassimo con giustizia. È colpa di Lotso! Ha costruito una piramide e ha piazzato sé stesso in cima!
    Lotso: Qualcuno di voi è d'accordo con Ken?
  • Lotso: Non vi ho gettati via io. È stato il vostro bambino. Non ci sono bambini che amino i giocattoli. Pensateci quando sarete alla discarica.
    Woody: Aspetta! E Daisy, allora?
    Lotso: Non so di cosa stai parlando.
    Woody: Daisy. Facevi tutto insieme a lei, no?
    Lotso: Sì, poi ci ha gettati via.
    Woody: No. Lei vi ha smarriti.
    Lotso: Ci ha rimpiazzati!
    Woody: Ha rimpiazzato solo te! E non potendo averla tu, non l'ha potuto nessuno! Hai mentito a Bimbo, e da allora non fai che mentire! [Mostra a tutti la medaglietta con su il nome di Daisy]
    Lotso: Dove l'hai preso?
    Woody: Lei ti voleva bene, Lotso...
    Lotso: Non mi voleva bene!
    Woody: ...quanto solo un bambino sa voler bene a un giocattolo. [Lancia a Lotso la medaglietta]
    Bimbo [raccogliendo la medaglietta]: Mamma...
    Lotso [rimuovendogli la medaglietta]: Che cosa c'è? Rivuoi la tua mamma, adesso? Lei non ti ha mai voluto bene! Non essere infantile! [distrugge la medaglietta, dopodiché si rivolge a Stretch] Spingili dentro, tutti quanti!! Questo succede quando voi stupidi cercate di pensare!!! [spinge Bimbo] Siamo spazzatura, in attesa di essere gettata via, ecco che cos'è un giocattolo!!!!! [Bimbo lo prende, apprestandosi a buttarlo nel cassone] Smettila! Mettimi giù, idiota!! [Bimbo lo butta nel cassone] No no, non è come credi, aspetta... [Bimbo chiude il cassone]
    Rex: Non c'è più.
    Mr. Potato: Accidentaccio.
  • Mrs. Potato: Ci avete salvato la vita.
    Mr. Potato: Ve ne saremo eternamente grati.

ExplicitModifica

  • Addio, amico. (Woody)

Frasi promozionaliModifica

  • La commedia rivelazione dell'estate.
The breakout comedy of the summer.[1]
  • Nessun giocattolo viene lasciato indietro.
No toy gets left behind.[1]
  • Nuovi mondi da scoprire... moltissimo da vedere.[2]
  • Sii il primo a incontrare quattordici nuovi personaggi.
Be The First To Meet Fourteen New Characters.[1]

NoteModifica

  1. a b c Dalla locandina del film in lingua inglese.
  2. Dal trailer del film in lingua italiana.

Altri progettiModifica