Apri il menu principale

Nazionale di calcio dell'Italia

Rappresentativa calcistica dell'Italia
La nazionale ai Mondiali di Spagna '82

Citazioni sulla nazionale di calcio dell'Italia.

  • [Alla vigilia degli Europei 2012] Ci tengo, ci spero, ci credo... Baratterei 2-3 anni di vita per ritornare là, dove tutti noi sogniamo... Dove tutti noi vorremo arrivare... Rivedere un'Italia in festa, rivedere la gente orgogliosa della propria Nazionale, sarebbe il regalo più bello di questo fine stagione. (Gianluigi Buffon)
  • E con grande giubilo della comunità fu presto trasferito nella serie A | ma il suo sogno splendido ancor più in alto andò: la maglia azzurra in cuore sospirò. (Quartetto Cetra)
  • Giocare contro l'Italia è dura, perché c'è sempre ed è tosta da affrontare. (Roberto Mancini)
  • [Dopo la vittoria del terzo mondiale nel 1982] Hai strabiliato solo coloro che non te ne ritenevano degna, non certo coloro che sanno strologare a tempo e luogo sul mistero agonistico del calcio. La tua vittoria è limpida, pulita: non è neppure venuta dal caso, bensì da un'applicazione soltanto logica (a posteriori!) del modulo che ti è proprio, e in tutto il mondo viene chiamato all'italiana. Eri partita misera outsider, fra lo scetticismo di tutti coloro che prendevano alla lettera i principi enunciati dal tuo bravissimo e un po' fissato C.T. (Gianni Brera)
  • Io trequartista? Ho sempre detto che pur di giocare con l'Italia lo farei anche in porta. (Marco Verratti)
  • La Nazionale e la Juventus sono state due grandi storie d'amore nella mia vita di allenatore. (Marcello Lippi)
  • La Nazionale è sempre la cosa più importante perché rappresenta il Paese, ma con le brutture del nostro calcio, a cominciare dalle scommesse clandestine, il peso di questa maglia va oltre. E non è facile da sopportare. (Stefano Sturaro)
  • [Dopo la mancata qualificazione ai Mondiali 1958] La Nazionale di calcio rimane la più fiacca e mediocre rappresentativa che lo sport italiano possa esprimere in qualsiasi settore. Il nostro paese è depresso economicamente, ma diventa l'eldorado per gli atleti stranieri. Ciò conferma ancora la crisi del nostro calcio, che non sa produrre calciatori, e la leggerezza di certi dirigenti di società che si fanno guidare dal tifo, cioè da un impulso irrazionale. Eppure tra questi dirigenti vi sono spesso degli operatori economici che si ingegnano, con assiduità e intelligenza, per creare nuove possibilità di lavoro alle aziende e ditte a cui presiedono. È ammissibile che, nel medesimo tempo, essi importino lavoratori dall'estero a condizioni folli? E come si conciliano le spese da nababbi con le disastrose situazioni dei bilanci delle società? Oggi, noi ci facciamo ridere dietro da mezzo mondo, come i ricchi scemi del calcio. E come se ciò non bastasse, è venuta fuori la trovata dell'oriundo, che ha ormai una sua letteratura. Nonostante una simile profusione di mezzi e di invenzioni, il calcio italiano è stato escluso dalla Coppa del Mondo 1958! (Giulio Onesti)
  • Mi piace molto l'Italia, sarei disposto a pagare per vederla giocare [...]. Loro si divertono davvero a difendersi, per loro non è un compito ingrato, ti chiudono la strada proprio dove pensi che siano in difficoltà. Il loro sistema di gioco si adatta alla perfezione alle loro caratteristiche e si sentono estremamente sicuri. (Roy Keane)
  • Non è un caso che le fortune della Nazionale siano sempre coincise con la larga presenza di bianconeri in azzurro. (Claudio Gentile)
  • Non tutti gli italiani tifano per la Nazionale, mentre tutti gli italiani e il cinquanta per cento dei non italiani tifano Ferrari. (Gianni Agnelli)
  • Penso che sia molto importante indossare il nostro colore, è la cosa più bella, e sarà molto bello anche per i nostri giocatori vedere i nostri tifosi colorati d'azzurro. È giusto essere orgogliosi: l'azzurro è un colore bellissimo e di potenza. (Antonio Conte)
  • Penso che un giocatore italiano meriti di giocare in nazionale, mentre chi non è nato in Italia, anche se ha dei parenti, credo non lo meriti. È la mia opinione. (Roberto Mancini)
  • Quando la Nazionale sarà la squadra più importante avremo risolto tutti i problemi. (Cesare Prandelli)
  • Quando si dice che la maglia azzurra è il punto di arrivo per ogni giocatore si dice solo la verità. (Roberto Baggio)
  • Se giochi per il club sai che hai un gruppo di persone a sostenerti. Condividono una fede. Ti spingono tutta la settimana e durate la partita. Se giochi per l'Italia è diverso. La spinta ti arriva da te stesso invece che da una tifoseria. Sai che stai giocando per tuo padre, tua madre, i tuoi fratelli. (Rolando Mandragora)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica