Lucifer (serie televisiva)

serie televisiva statunitense

Lucifer

Serie TV

Immagine Lucifer_Tv_Serie_logo.svg.
Titolo originale

Lucifer

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

2016 - in produzione

Genere fantastico, poliziesco, drammatico, commedia
Stagioni 5
Episodi 77
Ideatore Tom Kapinos
Soggetto Mike Carey (fumetto), Neil Gaiman (personaggio)
Rete televisiva Netflix
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lucifer, serie televisiva statunitense di genere urban fantasy, police procedural e commedia drammatica trasmessa dal 2016.

Prima stagioneModifica

Episodio 1, Lucifer MorningstarModifica

  • Poliziotto: Sa perché l'ho fermata?
    Lucifer: Be', ha sentito il bisogno di esercitare i suoi pochi poteri per punirmi per eccesso di velocità. Va bene, la capisco. Anche a me piace punire la gente o almeno mi piaceva.
    Poliziotto: Patente e libretto, prego.
    Lucifer: Arrivano subito.
    Poliziotto: Vuole corrompermi, signore?
    Lucifer: Sì, certo.
  • Alla gente piace dirmi le cose. Quei piccoli desideri che si nascondono nelle loro menti. È un dono, forse c'entra questa faccia. (Lucifer)
  • Amenadiel: È stato richiesto un tuo rapido ritorno negli Inferi.
    Lucifer: Oh, bene! Ok. Fammi solo controllare l'agenda. Sì, ecco qui. Ah dal 7 di mai al 15 non se ne parla, va bene per voi ragazzi?
  • Il posto è ufficialmente libero! E tu, pennuto amico, va all'Inferno. (Lucifer)
  • Sicura che non ci conosciamo? Giurerei di averla già vista nuda. Abbiamo fatto sesso? (Lucifer)
  • Sacerdote: Non osi l'uomo dividere, ciò che Dio unisce. Se qualcuno di voi ha qualcosa in contrario riguardo a questa sacra unione parli ora o taccia per sempre.
    Lucifer: Mi scusi! Io ho un problema. Nessun altro ha notato come questa donna sia incredibilmente, straordinariamente bella e come invece questo omuncolo sia basso, sudaticcio e assolutamente orrendo. È un matrimonio o un rapimento?
  • Lucifer: So essere molto persuasivo. E vedo cose che altri non vedono.
    Chloe: Quindi sei un sensitivo, diciamo.
    Lucifer: No, non leggo la mente. Non sono uno Jedi.
  • Amenadiel: Ti tengo d'occhio, Lucifer.
    Lucifer: Pervertito.

Episodio 3, L'aspirante principe delle tenebreModifica

  • Non sono il tuo concierge personale della polizia. (Chloe)
  • Perché non mi dici che cosa vuoi davvero. Mh? Quali desideri muovono un uomo come te? (Lucifer)
  • A patto che Ronnie non sia scappata perché il nostro Sting si è trasformato in Michael Bublé. (Lucifer)

Episodio 4, Qualità viriliModifica

  • Le persone non hanno potere su di noi. Siamo noi a darglielo. Devi riprenderti il tuo potere. (Linda)

Altri progettiModifica