Apri il menu principale

Il diario di Bridget Jones (film)

film del 2001 diretto da Sharon Maguire

Il diario di Bridget Jones

Immagine Logo Journal de Bridget Jones.jpg.
Titolo originale

Bridget Jones's Diary

Lingua originale inglese
Paese Gran Bretagna, USA
Anno 2001
Genere commedia
Regia Sharon Maguire
Soggetto Helen Fielding (romanzo)
Sceneggiatura Helen Fielding, Richard Curtis, Andrew Davies
Produttore Tim Bevan, Eric Fellner, Jonathan Cavendish
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
Che pasticcio, Bridget Jones!, sequel (2004)

Il diario di Bridget Jones, film britannico del 2001 con Renée Zellweger, regia di Sharon Maguire.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Non aspiro a una zitella che fuma come un camino, beve come un pesce e si veste come sua madre! (Mark) [parlando con sua madre di Bridget]
  • E così presi una grande decisione, mi dovevo assicurare di non ritrovarmi l'anno prossimo mezza ubriaca ad ascoltare FM nostalgia, le canzoni più belle per gli ultra trentenni! Decisi di riprendere in mano la mia vita. E cominciare un diario, in cui scrivere tutta la verità su Bridget Jones, nient'altro che la verità. Decisione numero uno: ovviamente perdere dieci chili. Numero due: mettere sempre a lavare le mutande della sera prima. Ugualmente importante: trovare un ragazzo dolce e carino con cui uscire, evitando di provare attrazioni romantico-morbosa per nessuno dei seguenti soggetti: alcolizzati, maniaci del lavoro, fobici dei rapporti seri, guardoni, megalomani, impotenti sentimentali o pervertiti. E soprattutto non fantasticare su una particolare persona che incarna tutti questi aspetti. (Bridget)
  • Tu sei un tesoro e il perfido Richard è solo una testa di cazzo senza cazzo, un bastardo! (Bridget) [consolando l'amica al telefono]
  • Perpetua... lui è Mark Darcy. Mark è un coglione precocemente invecchiato con un'ex-moglie di razza crudele! Perpetua è una vecchia bagascia puzzona che passa il tempo a torturarmi! (Bridget)
  • [Bridget ha presentato il libro in maniera un po' bizzarra]
    Jones, mandali tutti al diavolo. È stato uno straordinario capolavoro di scoppiettante oratoria post moderna. Davvero. Sei molto sexy, Jones. Credo che ti porterò fuori a cena che ti piaccia o no, chiaro? (Daniel)
  • [Regole per far colpo durante un incontro mondano] Primo: essere una strafica. Secondo: ignorare del tutto Daniel e pendere dalle labbra degli scrittori famosi. Chiacchierare, trasudare intelligenza. Presenta le persone con particolari interessanti. (Fratelloni di sventura, amici di Bridget)
  • [Risponde a telefono] Bridget Jones, sfrenata Dea del Sesso con un uomo decisamente cattivo tra le cosce... [spaventata] Mamma, ciao! (Bridget)
  • È una verità universalmente accettata che quando una parte della tua vita comincia a andare bene, quell'altra diventa un disastro totale. (Bridget)
  • Grazie, Daniel, mi fa molto piacere saperlo... ma, se restare qui a lavorare significa trovarmi a dieci metri da te, francamente preferirei andare a pulire il culo a Saddam Hussein! (Bridget) [a Daniel dopo essersi licenziata]
  • Dove cazzo è quel cazzo di tonno! Qui Birdget Jones per Sit Up! Britain alla ricerca del tonno perduto! (Birdget)
  • A Bridget... che non sa cucinare, ma che ci piace così com'è! (brindisi di Tom, Sharon e Judd) [dopo che Mark ha detto la stessa cosa a Bridget]
  • Ma sto scherzando, scemotta mia! Io proprio non funziono senza di te! (Padre di Bridget)
  • C'è solo una cosa che voglio dirti. Ehm... tu una volta hai detto che io ti piaccio così come sono e io voglio solo... voglio solo dirti che è lo stesso per me, cioè ti metti cose stupide che ti compra tua madre e la cravatta di stasera ne è un classico esempio, hai la puzza sotto al naso e dici sempre la cosa sbagliata nel momento sbagliato e penso seriamente che dovresti riconsiderare la lunghezza delle tue basette. Però, sei un uomo per bene e... mi piaci da morire. (Bridget)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Daniel: Era Frank Lewis? [al telefono]
    Bridget: Mmm.
    Daniel: Però! Ma... Frank Raymond Lewis, quello che ha scritto Civiltà di massa e cultura minoritaria?
    Bridget: Mh-hm!
    Daniel: Il Frank Lewis morto nel '78? È sorprendente.
  • Bridget: E che ne pensi di questa situazione in Cecenia? Non è un incubo?
    Daniel: Ehm, non me ne frega un cazzo, Jones.
  • Daniel: Perché non bevi un altro po' di vino e mi racconti delle porcate che facevate voi ragazze a scuola? Perché mi intriga molto.
    Bridget: Non facevamo porcate.
    Daniel: Chi se ne frega, inventale! È un ordine, Jones.
  • Mark [parlando con Bridget, invitata alla stessa festa]: Io ho portato Natasha. per lavorare un po', ho pensato di non sprecare del tutto il week end.
    Daniel: Molto interessante. Che vita intensa che conducete!
  • Direttore: Perché vuoi lavorare in televisione?
    Bridget: Perché ho un immenso bisogno di comunicare con i bambini. Sono loro il nostro futuro!
    Direttore: Tu hai dei figli, naturalmente.
    Bridget: Ah ah, scherzi? No!
  • Direttore: Perché vuoi lavorare in televisione?
    Bridget: Devo lasciare il posto dove lavoro adesso perché mi sono scopata il capo.
    Direttore: Capisco perfettamente... cominci lunedì, vediamo come vai. Ah, e per inciso: qui a Sit Up! Britain nessuno è mai stato licenziato per essersi scopato il capo. È una questione di principio.
  • Mark: Non penso affatto che tu sia un'idiota. Oddio, è vero che c'è qualche cosa di ridicolo in te, nei tuoi modi e tua madre è piuttosto imbarazzante. E devo ammettere che sei veramente pessima quando ti capita di parlare in pubblico, e tutto quello che ti passa per la testa lo fai uscire dalla bocca senza tener tanto conto delle conseguenze. Certo mi rendo conto che quando ti ho conosciuta al buffet di tacchino al curry di Capodanno sono stato imperdonabilmente scortese e avevo addosso quel maglione con la renna sopra... che mi aveva regalato mia madre il giorno prima. Ma il punto è... quello che cerco di dirti... in modo molto confuso... è che, in effetti, probabilmente, malgrado le apparenze... tu mi piaci. Da morire.
    Bridget: Ah! A parte il fatto che fumo, che bevo, che ho una madre volgare e... soffro di diarrea verbale...
    Mark: No, tu mi piaci da morire, Bridget, così come sei.
  • Mark: E va bene Cleaver, vieni fuori!
    Daniel: Come scusa? Fuori? Devo prendere le pistole per il duello o preferisci la spada?
  • Bridget: Fammi gli auguri! [dopo che è uscita sotto la neve in mutande per rincorrere Mark]
    Vicino: Auguri, ragazza pazza!
  • Bridget: Per l'amor di Dio! È soltanto un diario! [su cui ha scritto cose spiacevoli su Mark prima di scoprire la verità su di lui] Lo sanno tutti che i diari sono... pieni di stronzate!
    Mark: Sì, lo so. Te ne ho solo comprato un altro. È ora di cominciare una nuova pagina.
  • Bridget: Aspetta un attimo, i bravi ragazzi non baciano così.
    Mark: Fanno anche di più, cazzo!

Altri progettiModifica