Apri il menu principale

Hillel Slovak

chitarrista e musicista israeliano
Hillel Slovak, 1983

Hillel Slovak (1962 – 1988), chitarrista e musicista israeliano naturalizzato statunitense, cofondatore e membro dei Red Hot Chili Peppers.

Behind The Sun: Il diario di Hillel SlovakModifica

IncipitModifica

Il 27 Giugno 1988, alle 8:00 pm, ero seduto nel mio appartamento, stavo disegnando alla scrivania. Due amici di Hillel arrivarono alla porta e dissero "Hey, James, possiamo parlarti un secondo?", dissi loro: "Certo, entrate". Uno dei due ragazzi rispose. "No, vieni fuori". Subito dopo, mi accorsi delle loro facce pallide e bianche come se avessero visto un fantasma, e capii che c'era qualcosa che non andava. Uscii fuori e uno dei due ragazzi disse: "Amico, tuo fratello è morto!". Non dimenticherò mai queste parole fino a quando sarò in vita. Gridai :" Di che cosa stai parlando ?!" "Hillel è morto. È andato in overdose." Fu lì che tutta la mia vita cambiò in un secondo. Mi dissero che dovevo andare con loro nell'appartamento di Hillel per identificare il corpo, perché la polizia ed il medico legale erano lì.. Ero in shock totale e avevo male allo stomaco. Quando arrivai all'appartamento il manager aveva già identificato il corpo di Hillel, così non dovetti farlo io. Dopo aver firmato le carte del rilascio, dovevo prendere la decisione di dire a mia madre cos'era successo. Da lì guidai fino a casa di mio zio Aron, lo stesso zio che comprò ad Hillel la sua prima chitarra in occasione del suo tredicesimo compleanno. Arrivai a casa sua nel panico totale, andando fuori di testa al pensiero di come dirlo a mia madre. Decidemmo che sarebbe andato lui da mia madre a dirle cos' era successo, e che lo avrei incontrato lì. (James Slovak)

CitazioniModifica

  • 13 Febbraio 1986. Sto ascoltando le cassette degli Anthym, che nostalgia. Stasera sono andato a trovare Alain e Natascha. Mi ha fatto ascoltare la sua musica … fa abbastanza schifo. Alain è di certo un tipo strano. Oggi sono stato da Ventura a prendermi la sedia. Anthony Ward è un caro ragazzo. Gli ultimi giorni sono stati tutti uguali…. La mamma è l'amore della mia vita . Ho bisogno di un'innamorata. Caroline? Non saprei, a volte pare così distante e altre sembra a distanza di una telefonata. Mi piace quel pezzo di Stevie Wonder, "Go Home", mi ricorda Addie. Sto facendo degli strani sogni.
  • 18 Luglio 1986. Maggie è andata in Israele fino al 16. La notte che mi ha lasciato abbiamo fatto l'amore come al solito – sfrenatezza totale, brividi nel corpo, puro amore; un amore talmente forte che non avrei mai creduto di goderne così tanto. Voglio che lei sia mia moglie… darmi alla bella vita, come dice Kim. È da tanto che ci frequentiamo. Oggi abbiamo festeggiato il ventiquattresimo compleanno di Jack [Irons, batterista], Kim era davvero carina… penso davvero sia stupenda. Stanotte, per la prima volta, mi son venuti i brividi e volevo far l'amore con lei. Ma non sarebbe stato giusto. Maggie è fissa nel mio cuore. Domani credo andremo all'Oceanside per vedere un'esibizione di skate. Tony Alva spaccherà di brutto. Mi piace. Voglio Jack nella band.
  • 11 Aprile 1988. Negli ultimi due giorni ho passato il tempo con Swan [Anthony Kiedis], le cose sono state davvero divertenti. È molto facile per noi nutrirci dell'energia dell'altro, ridacchiamo insieme e ci sentiamo al di sopra di tutto, in senso cosmico non in quello aristocratico. Anche se stasera ha incontrato Jennifer al Funky Reggae e se n'è andato. Si sono fatti vivi tutti, inclusa Maggie, è stato bello e abbastanza interessante. C'è qualcosa della sua carne che mi fa semplicemente impazzire. Ma sembra essere in uno strano stato e non so se qualche tipo di incontro intimo con lei possa essere salutare. Certe volte penso che dovrei essere sfrontato e romantico ma non sono sicuro di poter avere a che fare con il suo nuovo "regno semi-confuso-alienato". Impazzisco dalla voglia di scoparla. Sostanze chimiche sostanze chimiche. Mi piacerebbe che mi chiamasse di più e che mi invitasse da lei. Potrebbe davvero volerlo ma non lo farà. è finita. OK. Andare avanti e verso l'alto. Ha molto da imparare. Dimenticare Maggie.
  • 6 Maggio 1988. Un sogno molto simbolico. Torno da non so dove, un sogno molto simbolico: erano tutti molto contenti di vedermi, mi riconoscevano. Chiedevo a Steve di raggiungerci, diceva che sarebbe arrivato in 10 minuti. Volevo smettere di parlare con Anthony, ma era seccato per lo spettacolo, la gente ci guardava mentre dicevamo queste cose. Volevo incontrare Lola che era al party anche lei. Camminavamo in direzione di un quartiere strano, le persone sembravano inconsistenti, in qualche modo mi divertivo, ma era folle. Non voglio andarmene da quel party.

Citazioni su Hillel SlovakModifica

  • Al rientro dall'Europa, nel 1988, appena siamo sbarcati all'aeroporto di L.A., io e Hillel abbiamo fatto come due bambinetti a Disneyland: di corsa sulle giostre! Le nostre solite giostre di sesso e coca... La sfiga ha voluto che abbiamo preso due direzioni diverse, e che non siamo rimasti insieme; due giorni dopo mi hanno detto che Hillel era morto. (Anthony Kiedis)
  • Hillel era una persona divertente, anzi buffa, ed era un tipo sempre allegro. Aveva una valanga di soprannomi: appena qualcuno lo vedeva, gli veniva subito da dargli un nuovo soprannome. Tra noi, quello che usavamo di più era "Cowboy israeliano", che a lui piaceva moltissimo. (Flea)
  • I primi tempi facevo una fatica tremenda a mettermi nei panni che erano stati di Hillel Slovak; poi ho cominciato a trovare un percorso tutto mio, e a quel punto ho incominciato a apprezzare la semplicità del suo approccio musicale e ho imparato molto dal suo stile. Suono in maniera diversa da Hillel, ma gli devo molto. (John Frusciante)
  • In mezzo a questi versi d'amicizia | devo cantare un attimo qualcosa | che non ho provato, | riguarda | il mio amico | e il suo nome è Hillel, | verso il quale il mio amore | è sacro come quello di un fratello, | prendilo, brufoloso | ragazzo smilzo, prendilo. (Red Hot Chili Peppers)

BibliografiaModifica

James Slovak, Behind The Sun: il Diario di Hillel Slovak, traduzione di Federica Del Gobbo, Federico Francesco Falco, Tatiana Musso e Dennis Varotto, Slim Skinny Pubns Inc, 1999. ISBN 9780967395609

Altri progettiModifica

Red Hot Chili Peppers
Membri attuali: Anthony Kiedis · Flea · Josh Klinghoffer · Chad Smith
Ex-membri: Hillel Slovak · John Frusciante · Dave Navarro