Apri il menu principale

Grandi magazzini (film 1986)

film del 1986 diretto da Castellano e Pipolo

Grandi magazzini

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Grandi magazzini

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1986
Genere comico
Regia Castellano e Pipolo
Soggetto Castellano e Pipolo
Sceneggiatura Castellano e Pipolo
Produttore Mario Cecchi Gori, Vittorio Cecchi Gori
Interpreti e personaggi

Long-version:

Grandi Magazzini, film italiano del 1986, regia di Castellano e Pipolo.

FrasiModifica

  • Ah! Sei Simoni, io avevo capito Simoni. (Marco Salviati)
  • Se basta a te, a me m'avanza. (Marco Salviati)
  • Prenditi tutto il tempo che vuoi, puoi tornare quando quando, quando vuoi. (Umberto Anzellotti)
  • Anche Bonanni compra ai grandi magazzini. (Marco Salviati)
  • Mì padre sta qua, allora 'o vado a piglià, sa è un po' rinco, ce vede poco e ce sente meno. (Evaristo)
  • E se fa presto a dì "che ce vole a prende 'na pancerina"... (padre di Evaristo)
  • E se fa presto a dì "Ingegnier Gruber"! (padre di Evaristo)
  • E se fa presto a dire "c'ha la faccia da idiota, c'ha la faccia da idiota, la la la la la"! (padre di Evaristo)
  • E se fa presto a dì "Ciao"! (padre di Evaristo)
  • Te possino castigatte, t'ho detto 'a coscia, che fai, sconfini? (Antonio, il modello)
  • Non è ver che sia la morte il peggior di tutti i mali, le acque oligominerali sono un male assai peggiore! (Marco Salviati)

DialoghiModifica

  • Marco Salviati: Ah Simò, com'è 'sta parte? È un protagonista?
    Simoni: Eh... Be'... nella tua apparizione... L'apparizione che fai... è una apparizione da protagonista!
    Marco Salviati [mentre si comincia a frugare]: Apparizione? Ma che è? Un film de fantasmi?
    Simoni: Noo! È uno short pubblicitario. Dei Grandi Magazzini... cose... [Salviati continua a frugarsi] Che cerchi?
    Marco Salviati: Se m'era rimasto un vaffanculo, così t'o davo!
  • Valsecchi: E il cane? Dov'è?
    Cliente: Ancora paura del cane? Glielo ho detto è tranquillo! L'ho fatto anche castrare!
    Valsecchi: Ma signora ma io il cane non ho mica paura che mi inculi eh... Ho paura che mi morda!
  • Signore: Allora lo sai cosa ti faccio io? Lo sai cosa ti faccio?
    Valsecchi: Mi firma la ricevuta?
    Signore: No io ti spacco la testa!
  • Evaristo [al telefono]: Papà, sono Evaristo, ho conosciuto Umberto Anzellotti il direttore del personale: è una bravissima persona!
    Padre di Evaristo: E sti cazzi?
    Helèna Anzellotti: Che ha detto?
    Evaristo: Ha detto che è commosso!
  • Esattore: Puccio dice che non vo' più aspetta'...
    Evaristo: Ma chi è sto Puccio?!?
    Esattore: Paghi o no?
    Evaristo: A me m'hanno licenziato... ma perché, quanto sarebbe?
    Esattore: So' trenta...
    Evaristo: Basta che la facciamo finita guarda. Vediamo se c'arivo... mille, dumila, e cinque so sette...
    Esattore: Ma che voi scherza'? [Evaristo non risponde] E allora mo sa divertimo eh... [rincorre Evaristo nel bagno, dove gli spezza un braccio] Puccio non sarà contento...
    Evaristo [dolorante]: Fanculo te e Puccio...
    Esattore: Eh?!
    Evaristo: Salutame Puccio!
    Esattore: Ah, va bè.
  • Zambuti: Le piace il pesce?
    Valsecchi: Be', dipende !
  • Anzellotti: Le va bene un consommé ?
    Evaristo: A dir la verità preferirei una cosa più leggera. Un brodino !
  • Simoni [al telefono]: In Via dei frassini 12, un cappuccino e... Tu che prendi ?
    Marco Salviati: Un fernet. Liscio !
    Simoni: Un fernet ? Ma allora bevi ancora !
    Marco Salviati: Ho detto fernet ? E mè sarò sbagliato. Va bene anche un whisky, doppio !
    Simoni [al telefono]: Un cappuccino e un bicchiere di latte bello caldo, mi raccomando !
    Marco Salviati: Nun me farà male a digiuno ? A prima mattina ?
  • Corrado Minozzi: Alt!!! Lo scontrino!
    Ladro di carrelli: Non ho comprato niente!
    Corrado Minozzi: Come?
    Ladro di carrelli: Non ho comprato niente!
    Corrado Minozzi: Un momento, vediamo.
    Ladro di carrelli: Comunque non ho comprato niente.
    Corrado Minozzi [puntando la pistola]: Alzi le mani, alzi le mani!
    Ladro di carrelli: Ma come si permette?
    Corrado Minozzi [facendo la perquisizione]: Dicono tutti così, sta' fermo!
    Ladro di carrelli: Scusi, io non son mica quello che può pensare lei, eh!
    Corrado Minozzi: Stia calmo perché lo so io cosa devo fare, stia calmo! [Minozzi perquisisce] Vai, vadi pure, vai... ti spiezzo!!!
  • Direttore: Basta, silenzio, e lei per favore signorina mi faccia il piacere la smetta con quel violino.
    Nicola Abatecola: Ma scusi direttore perché è così arrabbieto oggi?
    Direttore: Nicola mi faccia un favore, vada via, subito, sparisca su due piedi.
    Nicola Abatecola: Be'! Su due piedi, mo. Signor direttore io ho già detto più di mille volte, non posso andar via di qua.
    Direttore: E perché?
    Nicola Abatecola: Perché c'ho una regolare licenzia, Assunta... [mostrando il foglio di licenzia] Nicola Abatecola, nato a Cerignola.
    Assunta Abatecola: Firmata dal Questore, conto firmata dall'Assessore.
    Nicola Abatecola: Passala al direttore,
    Direttore: Presto per favore.
    Nicola Abatecola: Ha visto che ha fatto la rima pure lei? ha ha, è entrata nel meccanismo "ore, ore".
  • Nostromo: Cosa fa?
    Fausto Valsecchi: Eh, consegno,
    Nostromo: E le scarpe?
    Fausto Valsecchi: Eh, le ho.
    Nostromo: Sulle barche niente scarpe,
    Fausto Valsecchi: Come la piedicure.
    Nostromo: Levatele.
    Fausto Valsecchi: Senti in questo pacco c'è una giacca a vento e una mantellina impermeabile per l'Ingegner Zambuti [mostra al Nostromo un calzino bucato], una presa d'aria, ah! scusi, c'è anche una... ecco la ricevuta da firmare, tenga.
    Nostromo [mostrando la ricevuta]: Aspetta!!!

Titoli di codaModifica

  • Enrico Montesano: Vuoi comprare un frullatore, / Grazie al buono del fustone,
    Paolo Villaggio: una pinza o un saldatore, / potrai vincere un milione,
    Michele Placido: una stanza mobiliata, / vino rosso in damigiana,
    Heather Parisi: una patata. / e la banana.
    Renato Pozzetto: Un rasoio con l'antenna, / L' orologio per il gatto,
    Christian De Sica: 'er cappello co 'la penna, / la camicia per un matto,
    Massimo Ciavarro: un cappotto di pelliccia, / una Spider favolosa,
    Nino Manfredi: una salciccia. / o una gazzosa.
    Laura Antonelli: Un profumo alla verbena, / Tutti quanti stanno uscendo,
    Lino Banfi: una maglia in pura lena, / e per tendo concludendo,
    Massimo Boldi: pannolini per bambini, / la fattura a chi la intesto?
    Ornella Muti: dei palloncini. / e prendi il resto
    Tutto il cast: Gra-, Gra-, Gra-, "Grandi Magazzini", per grandi e per piccini, prendi al volo l'occasione, porta a casa l'affarone. "Grandi Magazzini", per grandi e per piccini, soddisfatti e regalati, con i prezzi già scontati, ciao, Gra-, Gra-, Gra-, Gra-!!!.

Altri progettiModifica