Ezechiele

profeta
Visione di Ezechiele (Raffaello Sanzio, 1518)

Sant'Ezechiele (620 a.C. circa – 570 a.C. circa), profeta ebraico.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Libro di Ezechiele.

Citazioni su EzechieleModifica

  • È una caratteristica degli scritti e dell'attività profetica di Ezechiele l'abbondanza di visioni, simboli, azioni simboliche anche stranissime, e altri espedienti allegorici: le quali cose rendono particolarmente difficile l'esatta interpretazione, perché spesso non appare chiaramente il limite ove la realtà finisce e l'allegoria comincia. Ciò vale anche per le azioni simboliche compiute dal profeta (ad es. quelle del cap. 4), che non sono affatto da considerarsi in massa come azioni immaginarie prive di realtà obiettiva; il compiere realmente azioni che avevano una mira simbolica, era cosa comune presso il profetismo ebraico e attestata anche presso altri profeti anteriori o posteriori ad Ezechiele. (Giuseppe Ricciotti)

Altri progettiModifica