Apri il menu principale
Eva Green (2009)

Eva Green (1980 – vivente), attrice e modella francese.

Citazioni di Eva GreenModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [Sul dentista] È come fare la ginecologa, un lavoro che prevede troppa intimità.[1]
  • È molto difficile trovare un personaggio intrepido o complesso quindi ho cercato di fare quei ruoli. Molte persone per questo mi hanno inserita nella categoria dark.[2]
  • Per gli inglesi sono francese, per i francesi sono troppo inglese. Devo sempre lottare per avere una parte.[3]
  • Sono attratta da personaggi che esteriormente sembrano forti ma si portano dentro un segreto. Nel cuore hanno qualcosa di rotto. Artemisia [il suo personaggio in 300 - L'alba di un impero], per esempio, è così perché la sua famiglia è stata sterminata dai greci. Ha la forza che viene dal dolore. L'ammiro perché si comporta come un uomo, non ha paura di nessuno. È fuori dagli stereotipi.[3]
  • Ho veramente bisogno di questo lavoro, è molto importante per la mia salute mentale: recitare mi permette di esprimermi e tirare fuori in modo catartico quello che ho dentro, ma in un ambiente protetto. Le parti che interpreto sono una corazza, una maschera dietro cui mi nascondo.[4]
  • Trovo ipocrita quando ci sono scene di sesso e non si vede niente: che problema c'è? Come dico spesso: non è che un paio di tette abbiano mai ucciso nessuno. Certo bisogna stare attenti perché poi parlano solo del tuo corpo, e non della tua recitazione.[4]

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. Dall'intervista di Paola Piacenza, Eva Green: "Mi sento una strega", Iodonna.it, 19 aprile 2012.
  2. Citato in Eva Green: «A Hollywood mi sento brutta», Vanityfair.it, 3 maggio 2012.
  3. a b Dall'intervista di Paola De Carolis, Non sono io che mi spoglio, è il mio personaggio, iO Donna, 1° febbraio 2014.
  4. a b Dall'intervista di Marco De Martino a Vanity Fair, 24 settembre 2014; citato in Eva Green: «Le mie tette non uccidono», Vanityfair.it, 25 settembre 2014.

Altri progettiModifica

  Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne