Diversità

concetto in sociologia e studi politici
(Reindirizzamento da Differenza)

Citazioni su diversità, differenze e varietà.

  • Abituarsi alla diversità dei normali è più difficile che abituarsi alla diversità dei diversi. (Giuseppe Pontiggia)
  • Alla salute morale e intellettiva di un uomo contribuisce in grande misura stabilire rapporti di collaborazione con diversi individui diversi da lui, che non tengono nel minimo conto le sue mete ideali e hanno capacità e interessi incomprensibili per lui se non riesce a uscire da sé stesso. (Nathaniel Hawthorne)
  • Dunque non concentriamoci solo sulle nostre differenze, ma pensiamo anche ai nostri interessi comuni e a come superare tali differenze. E se le nostre divergenze non possono essere risolte oggi, almeno possiamo cercare di rendere il mondo un luogo sicuro per le diversità. Perché, in fin dei conti, il nostro più elementare legame è che tutti noi abitiamo questo piccolo pianeta, respiriamo la stessa aria, ci preoccupiamo per il futuro dei nostri figli, e siamo tutti mortali. (John Fitzgerald Kennedy)
  • Felice chi è diverso | essendo egli diverso. | Ma guai a chi è diverso | essendo egli comune. (Sandro Penna)
  • Ho scelto di esibire le mie diversità | come Pippi Calzelunghe leggendaria e unica | autentica emozione la mia vanità | lucidata a nuovo forse esploderà... (Gianna Nannini)
  • Ho sempre apprezzato la diversità. Credo che la cultura americana sia fondata sulla diversità e per questo è ancora viva e stimolante. Sono cresciuto in quella che potremmo definire una parte sfortunata di Los Angeles, dove non c'era molto da fare se non vivere le differenze, andare in posti diversi e sentire storie diverse. (Robert Redford)
  • I diversi inclusi in un gruppo sociale servono a vari usi: per esempio servono come oggetto da inferiorizzare per consentire ai "normali" di sentirsi superiori. (Amalia Signorelli)
  • In fondo il dramma della "diversità" sono gli altri, perché sono loro che ti specchiano "diverso" e ti rimandano in qualche modo quel riflesso di te di cui a volte tu non hai coscienza. (Kossi Komla-Ebri)
  • La diversità umana è parte del modo in cui siamo fatti a immagine di Dio. (Charles Taylor)
  • Laudata sii Diversità delle creature, sirena del mondo! (Gabriele D'Annunzio)
  • Le somiglianze sono l'ombra delle differenze. (Vladimir Nabokov)
  • Le piccole discrepanze danno il via alle ipotesi più fantasiose. (NCIS - Unità anticrimine)
  • Lei dice sempre che non può soffrire l'anormale: è cosí ovvio. Sostiene che il normale è ben piú semplicemente complicato e interessante. (Gertrude Stein)
  • Nel tranquillo e ordinato branco sociale i "diversi" si notano immediatamente e irritano l'acuto senso estetico dei vigili custodi dell'armonia del mondo. Allora si provvede ad emarginarli, isolarli, abbatterli poiché essi emergono come fastidiose protuberanze nel piatto mondo degli arrivati. E così l'uomo, orrendo essere pensante e malvagio, s'arroga il diritto di decidere vita e morte su tutto il creato. (Mauro Corona)
  • Nell'idea dell'armonia e del consenso universale, c'è un odore davvero spiacevole di tendenze totalitarie, rendere tutti uniformi, rendere tutti uguali. Alla fine questa è un'idea mortale, perché se davvero ci fosse armonia e consenso, che bisogno ci sarebbe di tante persone sulla terra? Ne basterebbe una: lui o lei avrebbe tutta la saggezza, tutto ciò che è necessario, il bello, il buono, il saggio, la verità. Penso che si debba essere sia realisti che morali. Probabilmente dobbiamo riconsiderare come incurabile la diversità del modo di essere umani. (Zygmunt Bauman)
  • Non sarà l'omologazione delle differenze il futuro dell'umanità, ma la loro convivialità, il loro reciproco riconoscersi e accettarsi, sul fondamento comune della dignità assoluta di ogni persona umana e del diritto di ciascuno all'uguaglianza, formale e sostanziale. (Bruno Forte)
  • Ovunque ci siano un cuore e una mente, i malanni del corpo si tingono delle loro particolarità. (Nathaniel Hawthorne)
  • Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria | col suo marchio speciale di speciale disperazione | e tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi | per consegnare alla morte una goccia di splendore | di umanità di verità. (Fabrizio De André)
  • Quale dialogo ci può essere se i soggetti annacquano le loro differenze? (Joseph H. H. Weiler)
  • Quando incontro qualcuno dissimile da me, mi riconosco completamente nella dissimiglianza. Io sono, in quanto differisco dagli altri. (Henry David Thoreau)
  • Quando perdiamo il diritto a essere diversi, perdiamo il privilegio di essere liberi. (Charles Evans Hughes)
  • Riconoscere la diversità non è razzismo. È un dovere che abbiamo tutti. Il razzismo però deduce dalla diversità degli altri uomini la diversità dei diritti. Noi invece pensiamo che i diritti siano gli stessi per tutti gli uomini. (Giuseppe Pontiggia)
  • Se uno è diverso, è costretto a stare solo. Si è trattati in modo bestiale. (Aldous Huxley)
  • Sembrava così assurdo a lei quell'inventar differenze, quando le persone, lo sa il Cielo, sono già disparate abbastanza. Di differenze reali, ella pensava sostando presso la finestra del salotto, ce n'è abbastanza, proprio abbastanza. (Virginia Woolf)
  • Solo se riusciremo a vedere l'universo come un tutt'uno in cui ogni parte riflette la totalità e in cui la grande bellezza sta nella sua diversità, comincieremo a capire chi siamo e dove stiamo. (Tiziano Terzani)
  • Tutta la diversità umana è il prodotto della varietà quasi infinita delle combinazioni di geni. Noi tutti siamo formati della stessa polvere cromosomica, nessuno di noi ne possiede un solo granello che possa rivendicare come suo. È il nostro insieme che ci appartiene e ci fa nostri: noi siamo un mosaico originale di elementi banali. (Jean Rostand)
  • Tutta la storia della vita sulla Terra ci insegna che la «diversità» è un valore fondamentale. La ricchezza della vita, infatti, è dovuta alla sua diversità: diversità di enzimi, di cellule, di piante, di organismi, di animali. Anche per la storia delle idee è stato così. La diversità delle culture, delle filosofie, dei modelli, delle strategie e delle invenzioni ha permesso la nascita e lo sviluppo delle varie civiltà. (Piero Angela)
  • Vediamo a volte, nelle buie scuole, | dei ragazzini che son sempre in pianto. | Si scatenano, gli altri in capriole, | ma loro si rannicchiano in un canto. | Dicono i forti che sono fanciulle, | ed i furbi li chiamano innocenti. | Sono dolci, regalano i trastulli; non faranno di certo i commercianti... (Sully Prudhomme)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica