Benjamin Disraeli

politico e scrittore italo-britannico

Benjamin Disraeli (1804 – 1881), uomo politico britannico.

Benjamin Disraeli

Citazioni di Benjamin DisraeliModifica

  • Chi può negare che Gesù di Nazareth, il Figlio del Dio Altissimo venuto nella carne, sia l'etero vanto del popolo giudaico?! (citato in Nicola Martella, Offensiva intorno a Gesù, vol II, Punto a croce 2000)
  • Come tutti i grandi viaggiatori ho visto più di quanto ricordi e ricordo più di quanto ho visto. (da Vivian Grey)
  • [Ultime parole famose, sul Canale di Suez, il 26 marzo 1858[1]] Un tentativo inutile, assolutamente impossibile da realizzare.[2]
  • Il mondo è governato da tutt'altri personaggi che neppure immaginano coloro il cui occhio non giunge dietro le quinte.[3]
  • In realtà, noi siamo una nazione di bottegai.[4]
  • La delusione della maturità segue l'illusione della gioventù.[5]
  • La gioventù è un agire da sciocchi, la maturità una lotta, la vecchiaia un rimpianto.[6]
  • L'uomo è una scimmia, oppure un angelo. Ora io sono dalla parte degli angeli.
Is man an ape or an angel? Now, I am on the side of the angels! (Speech at Oxford Diocesan Conference, 25 novembre 1864)
  • Le piccole cose turbano le piccole anime.[7][8]
  • Ogni donna, e nessun uomo, dovrebbe sposarsi. (da Lotario, 30)[9]
  • Quel che è delitto fra la moltitudine è soltanto un vizio fra i pochi. (da Tancred, or the New Crusade, 1847)
  • Tutto è razza e non c'è altra verità. (1847, vol. I, p. 169; citato in Losurdo 2005, p. 267)
  • Un governo conservatore è ipocrisia organizzata. (dal discorso alla Camera dei Comuni del 17 marzo 1845)
  • Un politico usa i dati come un ubriaco il lampione: non per la luce ma per il sostegno.[10]
  • Un uomo coerente crede nel destino, un uomo capriccioso nel caso. (da Vivian Grey)
  • Uno scrittore che parla dei suoi libri è insopportabile quasi come una madre che parla dei suoi figli.[11][8]

NoteModifica

  1. Percy Hetherington Fitzgerald, The Great Canal at Suez, Tinsley Brothers, 1878, vol. I, p. 105.
  2. Citato in Alfredo Accatino, Imbecilli, Salani, 2011, n. 42.
  3. Citato in Curzio Nitoglia, Per padre il diavolo: un'introduzione al problema ebraico secondo la tradizione cattolica, Barbarossa, 2002, p. 208.
  4. Citato in Focus, n. 46, p. 172.
  5. Citato in Focus n. 67, p. 169.
  6. Citato in Focus, n. 115, p. 170.
  7. Da Sybil.
  8. a b Citato in Elena Spagnol, Enciclopedia delle citazioni, Garzanti, Milano, 2009. ISBN 9788811504894
  9. Citato in Dizionario delle citazioni, a cura di Ettore Barelli e Sergio Pennacchietti, BUR, 2013. ISBN 9788858654644
  10. Citato in La settimana enigmistica, n. 4102, pag. 12
  11. Da Discorso a un banchetto, Glasgow, 19 novembre 1873.

BibliografiaModifica

  • Benjamin Disraeli, Tancred; or, The New Crusade, 2 voll., Tauchnitz, Leipzig, 1847.
  • Domenico Losurdo, Controstoria del liberalismo, Laterza, 2005.

Altri progettiModifica