Aldo Masullo

filosofo e politico italiano

Aldo Masullo (1923 – 2020), filosofo e politico italiano.

Citazioni di Aldo MasulloModifica

  • Giordano Bruno ha rappresentato con il suo pensiero una rottura tra l'epoca pre-moderna e il moderno. Il pre-moderno comporta l'idea che vi sia un ordine nella società come in ogni altra cosa e che quest'ordine sia verticale: dall'alto verso il basso; qualcosa, dunque, che evidentemente si profila nei termini di una gerarchia. Ciò che Bruno porta nella filosofia è l'infinità dell'universo. In un universo infinito non esistono centri assoluti: ogni punto è relativamente un centro, rispetto a tutti gli altri. Con Bruno si ha quindi il passaggio da una visione gerarchica a una che non esiterei a definire: anarchica![1]
  • La cultura napoletana è una cultura della collettività, dello stare insieme, come si potrebbe dire. Si tratta poi di analizzare se questo stare insieme è soltanto una superficiale ricerca di rimediare a ciò che ci manca, cioè a qualcosa di più profondo del nostro vivere, o se questo stare insieme è esso stesso il profondo vivere che noi cerchiamo.[2]
  • Nel mio sogno, sia pure saltellando e sbeffeggiando come Pulcinella, Napoli riuscirà a costruire il rispetto di se stessa. Ho spesso rimproverato Napoli per le sue mancanze, per questa borghesia che ho deprecato per la sua mancanza di unità. A Napoli ci sono molti bravi borghesi, ma non una classe che sappia elevare la vita collettiva di tutti attraverso lo sforzo del dialogo comune, di un progetto.[3]
  • Leopardi sosteneva che l'uomo moderno non prova più passione e sentimento, che trascorre la vita nella noia. Questa disposizione d'animo, questa fondamentale insensibilità alla differenza oggi è accentuata dalla ricchezza di mezzi a nostra disposizione, che moltiplicano le possibilità tecniche perseguendo la quantità fine a se stessa.
  • L'incapacità di percepire le differenze affligge oggi tutte le generazioni, ma è particolarmente insidiosa per i giovani cresciuti sotto il segno del "nulla è impossibile": posso andare in America in poche ore, ballare tutta la notte, riempirmi gli occhi di centinaia di immagini in pochi minuti, posso, posso, posso... una bulimia della quantità nella quale la qualità, cioè il significato, si dissolve. In termini temporali, dominante è la velocità.
  • La forza propulsiva deve venire da chi può di più, quindi dalla politica, dalle istituzioni. Chi, a qualsiasi livello, governa la società deve mostrare cosa significa essere uomini. Perché l'esempio è la sola cosa che conta, l'esempio di chi sta in alto rende possibile lo sforzo collettivo. Solo attraverso l'esempio i governanti possono ottenere il consenso ai sacrifici.
  • La sostanza dell'educazione consiste nel promuovere l'esperienza della differenza e l'esercizio a gustare ciò che non è banale, così si formano personalità forti.

NoteModifica

  1. Citato in Davide Giacobbe, Masullo: la rivoluzione di Giordano Bruno, corriereirpinia.it, 27 settembre 2013.
  2. Citato in Mirella Armiero, Masullo, la lezione del filosofo che unì pensiero e politica: «Napoli è collettività», Corriere del Mezzogiorno.it, 25 aprile 2020.
  3. Citato in Morto Aldo Masullo, addio al filosofo di Napoli: aveva compiuto 97 anni a Pasqua, Il Mattino.it, 8 giugno 2018.

Altri progettiModifica