Differenze tra le versioni di "Virgilio Giotti"

(→‎Citazioni: Convenzione di stile)
(→‎Citazioni: wlinks)
 
===Citazioni===
*''I [[senilità|veci]] che 'speta la morte. || I la 'speta sentai su le porte | de le cesete svode d'i paesi; | davanti, sui mureti, | co' fra i labri la pipa. | E par ch'i vardi el fumo, | par ch'i fissi el ziel bianco inuvolado | col sol che va e che vien, | ch'i vardi in giro le campagne e, soto, | i copi e le stradete del paese.'' (da ''I veci che 'speta la morte'', p. 35)
*''In 'sto canton ghe xe odor de [[sambuco]]: | l'odor de quando che iero putel. | Ne l'orto nostro, in suso, | tanto lontan da casa, iera un bosco: | un bosco de sambuco. | Tre àlbori, che in màgio, in mezo el verde, | i 'verzeva quei grandi | e larghi fiori bianchi.'' (da ''El sambuco'', p. 47)
*''Un pocheto te 'speti, | se anca xe la to ora, | ti, [[inverno]]. La foiuzza | rossa la xe ancora, || come 'na bandiereta, | che la trema al siroco, | e el ziel fa e disfa in pase | i su' colori. Un poco, || sì, ancora 'speta, inverno: | làssine gòder quieti | 'st'ultimo bel, fa ancora | contenti i povareti.'' (''Siroco'', p. 177)
 
==Bibliografia==