Positivismo

movimento filosofico e culturale

Citazioni sul positivismo e sui positivisti.

  • Il doppio errore simmetrico consiste nel credere che al di là di quello che possiamo sapere non c'è nulla, o che sappiamo che cosa c'è. Positivismo e mitologia sono fratelli. (Nicolás Gómez Dávila)
  • Il fattore principale della storia moderna è la scienza positiva. I grandi progressi dell'industria, che disegnano con evidenza, direi materiale, tutta la distanza della storia moderna dall'antica, derivano dagli avanzamenti delle ricerche scientifiche. (Andrea Angiulli)
  • Il positivismo non volle pronunciarsi sulla natura ultima delle cose; per esso unica realtà scientifica era il fatto, inteso come qualche cosa di dato, di esteriore allo spirito, dimodoché il problema critico veniva ad essere soppresso e lo spirito stesso ad esser negato implicitamente. Questa scuola pertanto si chiudeva nell'àmbito delle scienze positive, ma sopra i dati di esse voleva costruire una veduta generale del mondo. (Luigi Salvatorelli)
  • Lo scienziato positivista si trova in presenza della natura quasi come si troverebbe un selvaggio in una biblioteca di libri rari e preziosi. Per un selvaggio un libro è una cosa di dimensione e peso ben definiti. Per quanto a lungo si chieda a che scopo serve quello strano oggetto, non scoprirà mai la verità basandosi sul suo aspetto esteriore, e il contenuto del libro seguiterà a essere per lui l'incomprensibile noumeno. (Pëtr Dem'janovič Uspenskij)
  • Male si apporrebbe colui che, enunciando il nome della Filosofia positiva, credesse di risvegliare senz'altro, nell'animo degli uditori, la precisa nozione di essa. Finora, il saperne qualche cosa è una rarità, – anche nel genere di coloro (e sono molti, la Dio mercé, a' dì nostri) che volontieri ne parlano. (Émile Littré)
E. Sémérie, Fondation d'un club positiviste, 1870

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica