Apri il menu principale
Busti di Evita e Juan Perón

Citazioni sul peronismo, detto anche giustizialismo.

CitazioniModifica

  • Io sono peronista. E il peronismo è partecipazione popolare per realizzare una società fondata sul lavoro, sulla giustizia. (Vicente Saadi)

Jorge Luis BorgesModifica

  • I peronisti non sono diversi dagli altri potenti: vogliono solo diventare ricchi, i dirigenti vogliono essere i nuovi oligarchi, viaggiare in lunghe macchine, giocare migliaia di pesos alle roulettes di Mar del Plata. Vogliono il potere, ma non sono né dei rivoluzionari né dei conservatori. Perón stesso è uno degli uomini più ricchi del mondo, può permettersi di avere una scorta di centinaia di uomini armati... No, credetemi, malgrado quello che si dice, il peronismo non era un governo amato dal popolo, era una dittatura...
  • Il peronismo non cambia.
  • Se verrà un nuovo governo peronista, non so quale sarà la mia sorte. Forse mi saranno chiuse tutte le porte, meno quelle della prigione.

Igor ManModifica

  • Il peronismo è, tutto sommato, un movimento «gregario». Senza un leader carismatico che si sbracci dal balcone della Casa Rosada, un simile movimento si sente perduto.
  • Il peronismo fu (o lo è?) per molti soprattutto Perón, per altri una versione criolla del fascismo, una forma di socialismo cristiano, una formula nazionalista sociale mutuata dal nazionalismo maurassiano e ancora: una dittatura demagogica, un presidenzialismo plebiscitario, una democrazia operaia, un socialismo di Stato, una dittatura del benessere, un capitalismo nazionale, un collettivismo non marxista, una dittatura di masse, una forma di bonapartismo alla Napoleone III o di neobismarkismo o, finalmente, una versione originale del populismo latino-americano.
  • Per il peronismo è il tracollo, potrebbe essere addirittura un'ecatombe che colpirà quasi di certo il suo vertice, un vertice essenzialmente sindacale. La sconfitta del peronismo conferma che il suo dominio della scena politica argentina durante circa 40 anni si dovette unicamente al magnetismo di un «lider carismatico», oggi morto per sempre.

Juan Domingo PerónModifica

 
Juan Domingo Perón
  • Il giustizialismo, come dottrina economica realizza l'economia sociale, mettendo il capitale al servizio dell'economia e quest'ultima al servizio del benessere sociale.
  • Il giustizialismo, come dottrina politica, realizza l'equilibrio dell'individuo con quello della comunità.
  • Il giustizialismo è una forma di socialismo, un socialismo nazionale, che risponde alle necessità e alle condizioni di vita dell'Argentina. È naturale che questo socialismo abbia entusiasmato le masse popolari e che in conseguenza di ciò si manifestino le rivendicazioni sociali. Esso ha creato un sistema sociale di fatto totalmente nuovo e totalmente differente dall'antico liberalismo «democratico» che ha dominato il paese e che si era posto, senza alcuna vergogna, al servizio dell'imperialismo yankee.
  • Il giustizialismo è una nuova concezione della vita, semplice, pratica, popolare, profondamente cristiana e profondamente umanista.
  • Il peronismo anela all'unità nazionale, non alla lotta. Vuole eroi ma non martiri.
  • Il peronismo è essenzialmente popolare. Ogni fazione politica è antipopolare e pertanto non è peronista.
  • Il peronista lavora per il movimento. Colui che in nome del partito serve una fazione o un caudillo è peronista soltanto di nome.
  • In Argentina, il movimento giustizialista, il movimento peronista, comprende il 90% della gioventù. Ciò è fondamentale, perché la gioventù rappresenta l’avvenire e la nostra azione è orientata verso il futuro. Noi vecchi abbiamo fatto il nostro dovere.
  • Per il peronismo c'è soltanto una classe di uomini: quella degli uomini che lavorano.
  • Per un giustizialista non c'è niente di meglio di un altro giustizialista.

Altri progettiModifica