Apri il menu principale

Michael Clarke Duncan

attore statunitense
Michael Clarke Duncan al Warner Brothers Lot 2009

Michael Clarke Duncan (1957 – 2012), attore statunitense.

Citazioni su Michael Clarke DuncanModifica

  • Vi assicuro che questa storia è vera, visto che me l'ha raccontata lui in persona... Michael è cresciuto in una parte di Chicago che noi marmittoni tendiamo a non frequentare. C'erano delle gang nel quartiere in cui Michael è cresciuto, e una di queste gang aveva come segno distintivo una macchia di tintura rossa che i membri si tingevano sui capelli afro. Big Mike diceva, me lo ha riferito, che quei tizi gli piacevano, "questi qui sono forti!", diceva. Così decise di unirsi a questa gang.
    Io gli faccio: «E come hai fatto a entrare in questa gang?» Lui mi risponde: «Vai da loro e gli fai: "ehi vorrei entrare nella vostra gang"... e poi ti massacrano di botte per venti minuti; e così entri nella gang.»
    Così dopo essere stato massacrato e preso a calci nel culo per venti minuti Mike entrò nella gang, e gli diedero questo segno distintivo, questa macchia di tintura rossa sui capelli, e se ne tornò a casa.
    Ha detto: «Mia mamma era in cucina e stava cucinando qualcosa al fornello e mi sono seduto, mi sono seduto sulla sedia, ho piegato un po' la testa, così in modo che potesse vedere la mia nuova piccola macchia rossa.» Ora, io l'ho appena vista sua mamma, è alta più o meno come questo podio, scommetto che fosse alta quanto i fornelli. Successe questo: «Cos'hai lì sulla testa, Mike?» «Oh, questo? Il mio segno distintivo, ma'. Sono nella gang!» «Ah, sei nella gang ora?» «Sì ma', sono nella g...»
    Lei gli sbatté la padella sul cranio, immagino che le costolette di maiale volarono per tutta la stanza... Lui era dall'altra parte della cucina che piangeva e sua madre mentre cercava di risistemare le costolette nella padella gli ordinò: «Ora vai immediatamente da tua sorella a farti dare delle forbici e ti tagli quel coso dai capelli!»
    Così Michael va, prende le forbici, si mette davanti allo specchio e frignando se lo taglia, e a quel punto sulla sua splendida chioma afro ad un certo punto compariva un cratere, proprio dove stava questa macchia... A quel punto va da sua madre per dirle frignando: «Ecco mamma, l'ho tagliato». E lei gli fa: «Ora te ne vai dai tuoi amici a dirgli che tu non ci stai in quella gang!»
    Io gli ho domandato: «E a quel punto che hai fatto?» Lui mi ha risposto: «Sono andato nell'angolo dove stava la gang, li ho trovati e gli ho detto... "mia mamma dice che non posso stare nella gang!"»
    «E loro allora cosa fecero?» «Mi massacrarono di botte un'altra volta!» (Tom Hanks)

FilmografiaModifica

Altri progettiModifica