Julija Tymošenko

politica ucraina

Julija Tymošenko (1960 – vivente), economista e politica ucraina.

Julija Tymošenko

Citazioni di Julija TymošenkoModifica

Da Timoshenko: "Lanciare l'atomica sugli 8 milioni di russi in Ucraina"

Telefonata svolta il 18 marzo 2014 con il deputato del partito delle Regioni Nestor Šufrič dopo l'annessione della Crimea alla Russia, Ilgiornale.it, 25 marzo 2014.

  • [Su Vladimir Putin] Prenderei io stessa l'Avtomat [arma automatica] e sparerei in fronte a questo stronzo...
  • Bisogna sparare! Chiamo tutte le conoscenze che ho nel mondo appena posso... così della Russia non resterà neanche un campo.
  • [«Cosa fare con questi otto milioni di Russi che sono rimasti in territorio ucraino?»] Bisogna tirargli una bomba atomica.

Da Guerra in Ucraina, Tymoshenko a Sky TG24: "Questo è un attacco al mondo libero"

Intervento sull'invasione russa dell'Ucraina del 2022, Tg24.sky.it, 10 marzo 2022.

  • La Russia non si basa su leggi umane, vale solo la forza.
  • Questa è una battaglia tra il mondo della democrazia e gli aggressori e non abbiamo dubbi che se tutto il mondo si unirà, allora vinceremo noi. Bombardare un ospedale pediatrico è una crudeltà a cui deve reagire tutto il mondo.
  • Voglio lanciare un appello: bisogna chiudere i cieli. Questa misura porterebbe alla vittoria, salverà vite umane e farà sì che non verranno bombardati nemmeno gli impianti nucleari.
  • Se non può fare nulla, a cosa serve l'Onu? [...] O tutti noi reagiamo insieme in qualche modo, con una no fly zone, un contingente pace, e allora il mondo riesce a contrastare il male. Ma se questo non viene fatto e il Paese rimane da solo, nel mondo c'è qualcosa che non va.
  • La demilitarizzazione, che loro chiamano denazificazione, significa [per noi] smettere esistere. Chi accetterebbe? Dovremmo mandare a casa l'esercito e dare loro i nostri armamenti. Questa è capitolazione.
  • Sapendo che già più di mille persone sono morte a Mariupol, i russi hanno rifiutato di aprire dei corridoi umanitari: questo è il loro vero volto. Loro vogliono raderci al suolo.
  • I russi non si arrendono, hanno detto che le loro condizioni rimangono le stesse. Non considerano l’Ucraina uno Stato, sono contrari alla nostra lingua, alla nostra cultura, alla nostra esistenza, e per questo ci ammazzano. È un genocidio del popolo ucraino. Non voglio che il mondo pensi che questo è un attacco solo contro l’Ucraina: bisogna capire che questo è un attacco a tutto il mondo libero.

Tymoshenko “Putin è un fascista in guerra con l’Europa Siete tutti in pericolo”

Dall'interevista di Brunella Giovara, Repubblica.it, 19 aprile 2022, p. 4.

  • [Su Vladimir Putin] Un barbaro. Le spiego perché: l'aver lanciato una guerra contro un Paese pacifico, democratico ed europeo come l’Ucraina, è una conferma della sua natura barbarica. Ha incoraggiato l’eliminazione di anziani, donne, bambini. Questo non può essere descritto in altro modo che con quella parola: barbaro. E fascista. Qualcuno pensa che lui sia pazzo, io non credo. Ha una mente fredda, razionale, cinica. E dietro i suoi comportamenti c’è come un nucleo oscuro, qualcosa che arriva dal Medioevo più nero.
  • Le racconto una cosa: quando ero premier, nel 2008, Putin attaccò la Georgia. Molti analisti politici mi avvisarono: preparatevi, perché lui vuole l'Ucraina. Io pensai che era uno scenario impossibile, perché non c’erano territori contesi, non c’erano problemi. Ero sicura che l'Ucraina fosse intoccabile. Adesso non lo è più.
  • Supportiamo Zelensky. Lui, il governo, l’esercito È un presidente eletto democraticamente. Deve essere forte, E va aiutato. Non parlo solo degli ucraini, ma di tutto il mondo. Questo è molto importante per vincere. Prima della guerra io come leader dell’opposizione e il mio gruppo abbiamo avuto differenti visioni sulle politiche economiche e sociali. Lo abbiamo criticato molto, anche per non aver fatto abbastanza per le forze armate. Ma quando è caduto il primo missile, abbiamo cominciato subito a supportarlo. Ora non c’è opposizione, siamo una cosa sola. Un solo gruppo, e anche un solo cuore.

NoteModifica

  1. Citato in Yulia esalta Maidan: voi, i miei eroi, La Stampa.it, 23 febbraio 2014.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica