Apri il menu principale
Incredulità di San Tommaso (Caravaggio)

Citazioni sull'incredulità.

  • [Bisogna] cominciare col compiangere gli increduli: sono abbastanza infelici per la loro stessa condizione. Non bisognerebbe ingiuriarli, tranne il caso che ciò possa servire a qualcosa; ma ad essi questo nuoce. (Blaise Pascal)
  • Gli increduli d'Europa combattono i cristiani più come nemici politici che come avversari religiosi: essi odiano la fede più come l'opinione di un partito che come una erronea credenza; e nel sacerdote combattono assai più l'amico del potere che non il rappresentante di Dio. (Alexis de Tocqueville)
  • L'incredulità è rispettabile e religiosa, nel senso più profondo della parola, quando è il frutto di un pensiero, il quale, conoscendo a fondo l'oggetto a cui rinuncia, è perfettamente consapevole della propria azione, delle sue cause e delle sue conseguenze; quando è la manifestazione della sincerità di un animo che non sa vivere in ciò che per lui è un errore. (Gaetano Negri)
  • L'incredulità è un accidente; la fede sola è lo stato permanente dell'umanità. (Alexis de Tocqueville)
  • La maggior parte degli uomini di oggi non sono tanto atei o non credenti, quanto increduli. Ma colui che è incredulo non è fuori dalla sfera della religione. [...] Lo stato d'animo di chi non appartiene più alla sfera del religioso non è l'incredulità, ma l'indifferenza, in non saper che farsene di queste domande. Ma l'indifferenza è veramente la morte dell'uomo. (Norberto Bobbio)
  • La nostra società è composta da una miriade di società, sottosocietà ed ambienti molto differenti gli uni dagli altri. Nondimeno l'incredulità è diventata l'opzione prevalente in un numero sempre crescente di tali ambienti ed è diventata egemone in alcuni luoghi cruciali, come ad esempio nella vita accademica ed intellettuale, dai quali può agevolmente estendersi agli altri. (Charles Taylor)
  • La prima ed essenziale condizione di un'incredulità pensata, forte, sicura di stessa, è quella di avere per precedente una fede profondamente sentita ed amata. Colui che non ha creduto fortemente sarà un incredulo superficiale, leggero, il quale non sente il valore delle proprie negazioni. (Gaetano Negri)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica