In principio: Storie dalla Bibbia

serie televisiva anime del 1992

In principio: Storie dalla Bibbia

Serie TV anime

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

手塚治虫の旧約聖書物語
Tezuka Osamu no kyūyaku seisho monogatari

Lingua originale giapponese
Paese Giappone, Italia
Anno

1992

Genere biblico
Episodi 26
Ideatore Osamu Tezuka
Regia Osamu Dezaki
Sceneggiatura Osamu Tezuka
Rete televisiva Rai Uno
Doppiatori italiani

In principio: Storie dalla Bibbia, serie televisiva anime del 1992.

Episodio 8, Il destino di IsaccoModifica

  • Isacco: Ma a te non è mai capitato di smarrirti in questo deserto?
    Abramo: No, mai, Isacco. Fino a quando seguirai il movimento del sole di giorno e la posizione delle stelle di notte, non sbaglierai mai la tua rotta. E questo vale anche nel cammino della vita, Isacco. Finché terrai aperto il tuo cuore alla voce di Dio e seguirai la sua parola, non ti perderai mai.

Episodio 16, Il vitello d'oroModifica

  • Mosè [rivolto a dei bambini che vogliono uccidere una volpe]: Che cosa può avervi fatto di male questa bestiolina?
    Bambino 1: Ha il brutto vizio di rubare a tutti il cibo appena preparato.
    Bambino 2: Proprio così. Questa volpe non ubbidisce ai comandamenti del Signore. Se ricordo bene, ce n'è uno che dice di non rubare, giusto?
    Mosè [ride]: Non credo che Dio si riferisse ad una volpe, quando li ha dettati.
    Bambino 2: Ma io credevo che...
    Mosè: Ascoltate. Il comportamento degli animali è diverso dal nostro. Quando un animale ha fame, prende tutto quello che trova, senza chiedersi a chi appartenga. Le leggi servono agli uomini per vivere in armonia, senza l'uso delle armi, e bisogna osservarle fin da bambini. Gli animali sono diversi. Avete detto che questa volpe è arrivata dal deserto, giusto? Bene. Dobbiamo rispettare la sua libertà. [rimette la volpe in libertà] Perché anche lei è stata creata da Dio. Tutto il creato è opera di Dio: il deserto, le montagne, l'acqua, l'erba e il mare, e tra gli esseri viventi anche questa piccola volpe. Per questo non dovrete mai togliere la vita a nessuno, perché la vita appartiene a Dio.

Episodio 23, L'esilio di IsraeleModifica

  • Così gli israeliti lavorarono per settant'anni come schiavi in Babilonia. Pentiti di aver offeso il Signore, impararono di nuovo a obbedire ai suoi comandamenti. La vita operosa che conducevano da schiavi li rese più umili e disposti a servire le leggi del Signore con rettitudine e con animo sincero. Il lavoro insegnò loro la costanza e rafforzò il loro spirito. Gli israeliti ebbero nel Signore un aiuto che li sostenne nelle prove della vita quotidiana. (Narratore)

Altri progettiModifica