I lunghi capelli della morte

film del 1964 diretto da Antonio Margheriti

I lunghi capelli della morte

Immagine Arsoli castello.jpg.
Titolo originale

I lunghi capelli della morte

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1964
Genere orrore
Regia Antonio Margheriti[1]
Soggetto Ernesto Gastaldi
Sceneggiatura Antonio Margheriti, Tonino Valerii
Produttore Felice Testa Gay
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

I lunghi capelli della morte, film del 1964, con Barbara Steele, regia di Antonio Margheriti con lo pseudonimo di Anthony M. Dawson.

FrasiModifica

  • Se tu sei davvero innocente, Dio saprà proteggerti dal fuoco e ti restituirà a noi. Ma se sei colpevole, brucerai. La giustizia degli uomini può sbagliare, ma quella di Dio, giammai. (Von Klage)
  • Humboldt! Pagherai con la vita! Che tu sia maledetto e maledetti siano i tuoi discendenti! I vostri corpi saranno straziati, come oggi è straziato il mio. E io assisterò alla vostra sepoltura. Maledetti! La peste si abbatta su di voi. Che le madri vedano morire i figli. I mariti, le mogli. Humboldt, ovunque tu sia, io ti perseguiterò! Maledetto! Non sfuggirai alla mia vendetta! Maledetto tu e tuo figlio! Anche tu Kurt seguirai la mia stessa sorte. L'ultimo giorno di questo secolo. (Adele) [Muore arsa viva sul rogo]
  • Non sono le somiglianze del volto che contano, ma quelle delle anime. (Von Klage)
  • Il flagello della peste vi risparmi, sia quello che deturpa i corpi, come quello che deturpa le anime. (Von Klage)
  • 31 dicembre 1499, la peste continua a imperversare. Le campagne sono sparse di roghi e le strade sono piene di morti. (Kurt)
  • Lo so che dovrei vendicarti, ma non riesco ad odiarlo: Kurt è mio marito. (Lisabeth)
  • Sento la morte avvicinarsi. (Conte Humboldt)

NoteModifica

  1. Come Anthony Dawson
  2. Come Robert Rains
  3. Come Laureen Nuyen
  4. Come Jean Rafferty
  5. Come John Carey

Altri progettiModifica